pokerstars.it

Dal Benin "con furore": la storia di "NhPokah" e del torneo che ora porta il suo nome

Lo sport e il gioco in generale dovrebbero essere prima di tutto fonti di aggregazione. Opportunità per abbattere barriere mentali e confini geografici.

La storia di "NhPokah", per quanto circoscritta e probabilmente episodica, ci dice che anche il poker può far parte di questo grande schema.

benin-v2.jpg

Il Benin è uno stato dell'Africa Occidentale, affacciato sul Golfo di Guinea, con circa 9 milioni di abitanti. Nell'ex colonia francese si gioca a calcio e, da qualche anno a questa parte, anche a baseball. E' da qui che viene "NhPokah" (questo il suo nickname su PokerStars.com), che non sappiamo se ami questi due sport, ma di sicuro si diverte con il poker.

E riesce anche a togliersi qualche bella soddisfazione grazie al tavolo virtuale, come quella di avere un evento che ora porta il suo nome sulla piattaforma internazionale di Stars.

Il The Open è un torneo che, con un buy-in di 11 dollari, consente non solo di competere per un discreto prizepool ma anche di entrare ufficialmente nella storia di PokerStars. Il primo giocatore capace di raggiungere il final table due volte nella stessa settimana vedrà il suo nome affiancato a "The Open" nella lobby.

Il nostro protagonista ci è riuscito, addirittura vincendo uno dei due tavoli finali raggiunti. Per questa ragione, da una settimana si gioca The NhPokah Open, il primo torneo intitolato ad un giocatore - probabilmente l'unico - proveniente dal Benin.

In assenza di una cerimonia ufficiale, abbiamo pensato di celebrare questa storica vittoria attraverso il blog di PokerStars.

Congratulazioni "NhPokah"!

Archivio