pokerstars.it

Michele "Parasar" Razzano: "Per gli MTT serve un coach"

Agli inizi di aprile ha conquistato lo SCOOP 4H - €250 NL Hold'em Progressive Super Knockout per una prima moneta da €31.516, una ventina di giorni dopo è runner-up al €250 Night On Stars Super KO Edition, incassando €8.191, e gli scorsi tornei domenicali lo hanno incoronato campione del Sunday High Roller per €8.093. Sono soltanto alcuni dei risultati firmati "Parasar", player di Maddaloni, in provincia di Caserta, che da studente cash game si è poi affermato nei tornei multitavolo diventando anche poker coach.

Michele Razzano studia Economia Aziendale e gioca a poker semiprofesionalmente con lo staking di una scuola di poker. "Ho lavorato come fotografo per diversi anni ma adesso il mio obbiettivo è laurearmi entro marzo, poi si vedrà". Il segreto per vincere SCOOP e Sunday High Roller? Impegno, passione, studio e dedizione: "Gioco quasi tutto il giorno, se non gioco una sessione faccio lezioni ai miei alunni, mi confronto con altri coach, mi dedico a review con amici".

parasar.jpgMichele "Parasar" Razzano

Come hai conosciuto il gioco?

Diversi anni fa, con alcuni amici, organizzammo un Sit & Go, lo shippammo, e da allora mi convinsi a creare un account su PokerStars. Poi, grazie al materiale didattico reperito su alcuni siti, ho approcciato al cash game per poi passare agli MTT.

Qual è il tuo Main Game?

Sono nato come giocatore cash ma mi sono piaciuti molto di più gli MTT per via dell'adrenalina, soprattutto 6-max e heads up. Varia molto il gioco nei diversi stage di un torneo, lo trovo meno noioso, ma non disprezzo il cash game.

Quali tornei giochi su PokerStars.it?

Gioco tutti i tornei del palinsesto ABI 40, escludendo quelli inferiori ai 5 euro.

Molti vorrebbero giocare al Sunday High Roller ma il buy-in non è cosa da poco, tu quando lo hai aggiunto al tuo programma settimanale?

L'ho giocato per la prima volta l'anno scorso. Ho iniziato con i tornei nel dicembre del 2014 e verso settembre 2015, passando al mio attuale coach Domenico "domenlan" Lando, iniziai ad addare qualche high roller sotto suo consiglio perchè, a suo avviso, potevo battere il field. Poi è diventato un appuntamento fisso, ogni domenica. In caso di swing eccessivamente negativi cercavo di evitarlo, ma dopo lo shippo dello SCOOP è difficile che non lo giocherò.

C'è un giocatore che ti ha messo particolarmente in difficoltà?

A dir la verità no. Il regular più bravo era Rino Fusco, che è stato fino al mese scorso il mio coach, ma contro di lui ho avuto poche occasioni di giocare in quella partita. Per il resto è filato tutto liscio.

Cosa hai fatto con la cifra appena incassata?

Mi sono regalato subito un Dell da 30'' perchè comunque avevo già intenzione di cambiare monitor, ho approfittato dello shippo per comprare lo schermo. Una parte andrà a incrementare il bankroll. La maggior parte li terrò per la real life, mi sono anche regalato le vacanze con la mia fidanzata e qualche possibilità in più per costruire il futuro.

parasar_postazione.jpgLa postazione di "Parasar"

Cosa ha significato per te la vittoria dell'evento SCOOP?

Sicuramente ha significato tanto. L'anno scorso venivo da un periodo abbastanza difficile, avevo fatto un bel po' di tavoli finali bustando quasi sempre tra la decima e la quindicesima posizione. Ci ero sempre arrivato molto vicino ma non ero mai riuscito a conquistare l'evento. Dopo quel risultato il mio bankroll è incrementato di parecchio, consentendomi di giocare più serenamente, e dopo quello shipppo ne sono arrivati tanti altri poiché la serenità che ti dà una vittoria del genere, soprattutto in termini di bankroll, ti permette di giocare al meglio anche gli eventi successivi.

Come hai reagito dopo l'ultimo showdown che ti ha conferito la vittoria dell'evento SCOOP?

Non ho dormito per 24 ore, giocando la sera successiva senza fare un'ora di sonno. Il primo messaggio è andato alla mia fidanzata che stava dormendo, poi mio padre si è trovato sveglio e mi ha chiesto cosa stessi facendo: giravo torno torno la stanza con la luce accesa.

E adesso hai trionfato nel torneo dei regular, quali differenze hai trovato a livello di field fra i due eventi?

L'High Roller come field è molto più duro rispetto a un evento SCOOP, il €250 KO specialmente attira anche molti amatoriali. Nelle fasi iniziali e intermedie del torneo, il gioco è completamente diverso: allo SCOOP hai qualche fish al tavolo, nell'High Roller è difficile trovare fish al tavolo. Sono tutti regular, più o meno bravi. Per quanto riguarda prima del tavolo finale e durante il tavolo finale, nell'evento SCOOP KO ho trovato diversi regular, una situazione simile al tavolo finale dell'High Roller. Nonostante la moneta sia inferiore a quella dell'evento SCOOP, credo che vincere un Sunday High Roller sia più complicato.

Il Sunday Million, come l'evento SCOOP che hai vinto, sarà Knockout: cosa ne pensi?

Sono contentissimo che sia KO perchè, magari sarò di parte, ma a me questa modalità piace tantissimo. La versione KO movimenta il gioco e dà la possibilità di avere range molto più aperti. Penso che sul .it siano molto pochi i regular che riescono ad adattarsi a questa formula, se non sei bravo rischi di applicare range sbagliati di shove e call. Ho ottenuto ottimi risultati nei tornei KO quindi sono felice di potermi mettere alla prova in un Sunday Million Progressive KO.

Se un giocatore volesse approcciare agli MTT, che consiglio gli daresti per iniziare?

Il consiglio principale è quello di giocare in bankroll perchè i tornei sono ad alta varianza, quindi in alcuni mesi puoi swingare tanti buy-in, io sono arrivato a perderne più di 300 in un mese. Il rischio è maggiore soprattutto se parti da un ABI medio alto, dove si trovano parecchi regular. I leak principali che ho notato, soprattutto nei giocatori alle prime armi, sono le size. In realtà anche molti regular modificano le size in base a cosa vogliono rappresentare, è una cosa che noto spesso e che, secondo me, contro giocatori occasionali può anche essere profittevole, ma in tornei come il Sunday High Roller finisce che gli altri regular se ne accorgono.

Quanto è importante un coach per raggiungere alti livelli?

Penso sia quasi imprescindibile, soprattutto per gli MTT. Se col cash game ci sono tanti video e tutorial, per quanto riguarda i tornei c'è meno materiale online e, visto che anche le dinamiche sono completamente diverse, è necessario adattare le strategie contro gli altri regular. Un coach ti aiuta a conoscere le dinamiche delle varie fasi del torneo per capire l'approccio ai diversi tipi di stack e come adattarsi al gioco dei grinder italiani. Chi meglio di un coach che gioca quotidianamente quel field può consigliarti cosa fare?

parasar_consorte.jpg"Dietro ogni grande uomo c'è una grande donna"

Vorresti aggiungere qualcosa?

Saluto gli amici grinder che in caso di deep run mi railano e fanno il tifo per me, ringrazio la mia fidanzata per l'appoggio che mi ha sempre dato e ringrazio anche voi per l'intervista, per me è un onore. Un ringraziamento particolare va ai miei coach che mi hanno permesso di arrivare a questi livelli, Rino Fusco e Domenico Lando mi hanno dato davvero tanto.

Gianvito Rubino per PokerStars.it

Partecipa anche tu al Sunday Million, il torneo di poker online più grande d'Italia che mette in palio 1 milione di euro garantiti!

Archivio