pokerstars.it

Cosa fanno nel tempo libero i giocatori di poker più famosi?

Molti di noi, nel tempo libero, non aspettano altro che aprire PokerStars e iniziare una bella grindata di tornei di poker online. Ma i giocatori di poker professionisti, che in assenza di poker live in quasi tutto il mondo si sono concentrati sull'online, che cosa fanno nel loro tempo libero?

In tanti anni abbiamo parlato con numerosi poker pro, dai nomi più famosi agli squali più abili che, invece, hanno deciso di rimanere appena sotto al pelo dell'acqua, per sapere come impiegano il loro "extra time": la maggior parte fa cose molto cose molto comuni (serie tv, uscite con gli amici e la famiglia, ecc.), ma qualcuno ci ha fatto capire che il mondo del poker è pieno di passatempi insoliti e interessanti.

Diamo un'occhiata a cosa fanno alcuni dei migliori giocatori di poker quando non sono seduti al tavolo.

Smith.jpgDan Smith

BENEFICENZA

Il gioco del poker è per natura basato sul denaro, ma questo non significa che i giocatori di poker pensino solo a loro stessi. Ci sono tantissimi esempi di organizzazioni benefiche nel mondo del poker, che organizzano centinaia di eventi l'anno in molti dei più grandi tornei al mondo (come il One drop da $1 milione), raccogliendo milioni di dollari per cause lodevoli, soltanto grazie ai buy-in.

Un nome di grido nel poker, che negli ultimi anni si è fatto in quattro per raccogliere fondi per beneficenza, è Dan Smith. 'Danny98765' infatti ogni anno organizza il suo Double Up Drive. L'iniziativa, che Smith gestisce con alcuni colleghi famosi come Matthew 'MUSTAFABET' Ashton e Stephen 'stevie444' Chidwick, pareggia qualsiasi donazione fatta dal pubblico. Ad oggi, il Double Up Drive ha raccolto più di $18 milioni.

"Sono passato attraverso diverse crisi esistenziali che riguardavano il mio futuro da giocatore di poker, principalmente perché non mi sento a mio agio giocando ad un gioco che non contribuisce alla società o, come si suol dire, a somma negativa", ha scritto Smith in un blog. "In gran parte grazie al Double Up Drive, tutte quelle preoccupazioni sono sparite. Amo ancora giocare a poker e mi entusiasma l'idea che, attraverso questa mia iniziativa, io possa usare la mia attività preferita per avere un impatto forte sul mondo".

Come Smith, il mago del poker Adam "Adamyid" Owen ha viaggiato per il mondo giocando al gioco che ama, ma come raccontava al blog di PokerStars alle World Series of Poker nel 2019, niente l'ha colpito quanto la visita ad un campo di immigrati di Città del Messico, che ospita circa 1.500 persone che affrontano il lungo e pericoloso viaggio dall'America Centrale agli Stati Uniti.

Ispirato dal lavoro di due amici pokeristi - Nick Maimone e Kami Dawn, che procurano vestiti e provviste alle persone bisognose dell'Honduras - Owen ha fatto ciò che farebbe qualsiasi altro giocatore di poker con tante conoscenze: ha raccolto i suoi amici e li ha fatti interessare alla causa.

"Nel poker ci sono tante brave persone", ha detto Owen. "Magari non ne senti molto parlare, perché si parla solo del business legato al poker. Magari non finiscono sui giornali. Ma ci sono tante persone in questo settore che donano molti soldi in beneficenza, facendo tutto questo in prima persona".

David 'Bakes' Baker nel 2019 ha perorato una causa che gli stava molto a cuore, protestando fuori dagli uffici dell'ICE, l'Immigration and Customs Enforcement americana.

Più di recente, Charlie 'Epiphany77' Carrel ha dedicato molto del suo tempo per creare la sua organizzazione di beneficenza, Thrive, che punta a risolvere il problema dei senza tetto in UK entro il 2025. "Si concentra principalmente sul far uscire le persone dallo stato di povertà, in particolare i senza tetto", ci spiegava Carrel nel 2019. "Si concentra anche sulla salute di queste persone, in maniera trasparente e sostenibile".

Carrel.jpg

Charlie Carrel

SPORT E FITNESS

Il proposition betting (più comunemente definito prop-betting) è una pratica comune nel mondo del poker. Molti giocatori famosi si sono gettati in scommesse sul mondo dello sport e del fitness.

Il golf ovviamente è da tempo uno dei campi di battaglia preferiti a tal proposito, con giocatori high-stakes del calibro di Phil Ivey, Doyle Brunson, Daniel Negreanu e Patrik Antonius (giusto per citarne alcuni) che non se la cavano affatto male. Negreanu si è addirittura fatto costruire un simulatore di golf nella sua casa di Las Vegas. Ma abbiamo visto tante prop-bet interessanti anche in altre aree.

Di recente, Mike 'Timex' McDonald ha accettato una sfida sul basket (nonostante non avesse mai giocato prima): tirare i liberi col 90% su 100 tentativi. McDonald ce l'ha fatta dopo essersi allenato tantissimo nel tempo libero, piazzando 90 liberi su 100 e vincendo oltre $200.000 da altri scommettitori e giocatori high-stakes di poker. Le scommesse sullo sport - anche se non sempre su eventi agonistici - sono un passatempo in voga nel poker.

McDonald.jpg

Mike McDonald mette a segno un 90/100 ai liberi

Ovviamente, non serve il denaro per fare in modo che un giocatore di poker faccia esercizio. Dara 'SlowDoke' O'Kearney è un ex ultra-runner professionista, che spesso partecipa a corse più lunghe di 42,195 chilometri, mentre ogni anno alle WSOP si gioca un World Series Football, un torneo a cui partecipano Daniel 'KidPoker' Negreanu, Timothy 'Tim0thee' Adams e Patrick 'Pads1161' Leonard.

L'ex poker pro Terrence 'Unassigned' Chan è stato anche un lottatore di MMA con un record di 4 vittorie e 2 sconfitte e, parlando di MMA, abbiamo visto anche altri esempi di giocatori di poker famosi che si allenano per battersi l'un l'altro. Il PokerStars Ambassador e superstar di Twitch Poker Lex Veldhuis ha sfidato l'amico Bertrand 'ElkY' Grospellier in un match di kickboxing nel 2011 (vinse Veldhuis), mentre Olivier 'Adonis112' Busquet sconfisse JC 'PrtyPsux' Alvarado in un match brutale in stile UFC nel 2016.

Lex.jpg

Lex vs ElkY

I giochi in scatola, o qualsiasi altro gioco con elementi strategici, sono sempre stati popolari tra i poker player. Recentemente, il successo della 'Regina di scacchi' su Netflix ha portato i mondi del poker e degli scacchi a sovrapporsi più di quanto non sia mai accaduto. I collegamenti tra poker e scacchi risalgono a decenni fa (gli scacchi sono un passatempo comune tra i poker player, mentre molti maestri degli scacchi hanno poi scelto il poker), ma con la crescita sia dell'uno che dell'altro su Twitch, e gli eventi online come Joker's Gambit, sicuramente vedremo ulteriori sinergie in futuro.

INVESTIMENTI

Se seguite i giocatori di poker più famosi su Twitch, saprete quanto la community sia vicina al mondo delle criptovalute. Da Doug 'WCG|Rider' Polk e il suo canale YouTube sulle crypto, passando per i podcast di Joey 'JoeIngram1' Ingram con i crypto influencer, è chiaro come molti dei nomi più grossi del poker passino il loro tempo libero a fare ricerche e a investire sulle criptovalute, in particolare il Bitcoin.

Ma ci sono molti altri investimenti degni di nota fatti dai giocatori di poker, in particolare nella ristorazione. Il vincitore del WSOP Main Event 2005, Joe Hachem, è proprietario del Lorca, un ristorante in voga nel cuore di Melbourne, mentre Todd Brunson e Max Pescatori gestiscono il Roma Deli & Restaurant nella Chinatown di Las Vegas.

Come racconta il magazine Forbes, sono molti i punti in comune tra poker e investimenti, che spesso portano i giocatori di poker ad azzeccare i progetti. "Ci sono skill specifiche nel poker che si traducono anche negli investimenti", spiega Forbes. "Una skill è la pazienza. Questa si può misurare nel turnover del portfolio: gli hedge fund manager che hanno successo nel poker tendono a mantenere le posizioni del loro portfolio più a lungo.

"Un'altra skill è evitare l'effetto disposizione, che può portare a mantenere investimenti perdenti troppo a lungo, vendendo velocemente invece gli investimenti vincenti. Gli investitori abili nel poker raramente si comportano così. Inoltre, l'abilità di leggere le persone può essere utile in entrambi i campi. I ricercatori hanno scoperto che quegli investitori che si concentrano sulla scelta oculata delle azioni sono più bravi a poker, rispetto a quelli che invece usano un approccio quantitativo".

FAMIGLIA

L'obiettivo di molti giocatori di poker professionisti è raggiungere la libertà economica, così da poter passare il proprio tempo libero facendo ciò che vogliono. Per molti, equivale a metter su famiglia.

"Il vantaggio di guadagnarsi da vivere giocando a poker è che puoi stabilire i tuoi orari lavorativi", disse Erik Seidel a PokerGo. "Posso portare i miei figli a scuola, posso andarli a prendere, e questo per me è molto importante".

Essere genitori e giocare a poker da casa non è però così semplice, come può testimoniare Max 'goodeh99' Sivler, creatore di SnapShove e da poco ex giocatore di poker, nonché padre di 2 figli. "Col mio primo figlio, ho dovuto adattarmi di brutto", ci aveva raccontato. "Sono passato dal fare un lavoro in cui potevo scegliere i miei orari, ad improvvisamente avere orari ben definiti per stare dietro al bimbo. Questo può essere un grosso cambiamento per un giocatore di poker".

Archivio