pokerstars.it

Richard, aka "Mr.bustos28", vincitore del ME Micro Millions: "la vittoria mi sta aiutando molto a superare le mie insicurezze e a crescere come persona"

Largo ai giovani. Sembrerebbe essere questo il responso delle Micro Millions 2019 di PokerStars.it, almeno stando al dato anagrafico dei due giocatori che si sono maggiormente distinti: il campione del Main Event, "Mr.bustos28", e il vincitore della leaderboard, "watwat1".

Un responso che, a nostro avviso, rispecchia bene gli obiettivi di una serie impostata su tornei con iscrizione medio/bassa (tranne poche eccezioni, parliamo di buy-in da €3 a €10): offrire a quante più persone un intrattenimento intelligente e dare la possibilità di costruirsi un bankroll a chi vuole crescere nel gioco.

Di "watwat1" vi abbiamo parlato qualche giorno fa. Adesso è il turno di "Mr.bustos28", vincitore del premio più ricco dell'intera serie - ben 24.469,89 euro - che gentilmente ha accettato di raccontarsi al nostro blog.

2215_SM04_1200x1000-2.jpg

PokerStarsblog: Ciao "Mr.bustos28" e grazie per il tuo tempo. Per cominciare, ci racconti qualcosa di te?

"Mr.bustos28": Ciao a tutti gli amici del blog di PokerStars.it! Sono Richard, ho 22 anni e vengo da Roma anche se di origine non sono italiano. Sono un ragazzo qualunque, studio economia e gestione aziendale alla "Sapienza" ma contemporaneamente lavoro in una grande azienda di gelati come operaio, per mantenermi agli studi.

Come e quando è iniziata la tua passione per il poker?

La mia passione è iniziata quando avevo 12 anni, vedendo mio fratello che giocava con i compagni di classe, e da lì mi sono innamorato. Non potendo giocare per ragioni di età, ho approfondito il gioco guardando i video dei giocatori su YouTube e seguendo i canali TV che trasmettavo i grandi tornei, come le wsop etc.. Una volta maggiorenne, ho iniziato con il real money online, sia da smartphone che da computer.

Quali sono le tue preferenze online (mtt, sit/spin/cash/varianti...) e quanto tempo dedichi al gioco in rete?

Più di tutto mi piacciono gli mtt, anche se le ore di gioco che possono dedicare sono poche. La ragione è semplice: tra studio e lavoro non mi resta molto tempo per il gioco in rete. Nell'arco di un mese, inoltre, capita spesso che ci siano cinque e sei giorni che proprio non tocco il computer: sono quei giorni in cui proprio non ho il giusto mindset e a quel punto è inutile mettersi a giocare. Avere la giusta condizione mentale è indispensabile.

Partecipi o hai partecipato anche a tornei live?

Molto raramente, mi sarà capitato quattro o cinque volte al massimo.

Parliamo del tuo risultato. Hai vinto il torneo più importanti delle Micro Millions, il ME NLH Progressive KO: quali sono le tue sensazioni nel post-torneo e come hai festeggiato o festeggerai la vittoria?

Le mie sensazioni dopo il torneo? Una lacrima di gioia e bum sono crollato per il sonno! Il torneo é finito alle 6:30 alle 8:00 dovevo andare al lavoro. Al mio risveglio vedo mia mamma in camera che mi chiede come era andata il torneo, ed io ancora mezzo addormentato le ho detto di aver vinto. Ovviamente lì per lì non mi ha creduto, pensando che stessi sognando! (ride, ndr). Detto questo, sono veramente felice, perché questa vincita mi sta aiutando molto a crescere come persona, mi sta dando una grande SPINTA, perché sono un ragazzo molto insicuro nonostante la gente veda in me delle doti, sia per il poker che per il mondo del lavoro. In realtà non ho ancora festeggiato per vari motivi, ma penso di organizzare quanto prima un bel brindisi con amici e famiglia.

Come si è svolto il tuo torneo? Ci sono state delle mani che ritieni siano state decisive?

Il torneo si é svolto in maniera complicata, con troppi up and down come si può vedere dal grafico dello stack. Sicuramente ci sono state alcune mani decisive. La prima a metà giornata del Day1, quando ero con uno stack modesto (sotto average) e ho mandato i resti preflop con [A][8]off da small blind e ho trovato il call del big blind con coppia di [T]. Fino al turn tutto bianco, poi è arrivato il magico ace on the river! Nell'HU finale, invece, ero molto stanco, non avevo più il giusto mindset, e ho mandato i resti con carte trash: manco a dirlo, mi esce il colore runner runner e per questo mi voglio ancora scusare con il mio avversario.

24.469 euro sono una bella cifra! Come utilizzerai i soldi vinti? Una parte li destinerai a progetti legati al poker (online, eventi live, altro)?

Sinceramente non lo so ancora, per ora penso agli studi. Di sicuro lascerò il lavoro, ma si tratta di una decisione già presa prima di vincere il Main Event. Chissà, forse mi iscriverò a qualche corso online di poker per migliorare, ma intanto continuerò a giocare come ho fatto sempre, due o tre giorni a settimana, soprattutto nei week end.

Che opinione (sincera!) ti sei fatto di questa serie a low buy-in? Cambieresti qualcosa, hai qualche suggerimento per il futuro?

Nulla da dire, tutto perfetto. Le Micro Millions hanno dato un'opportunità di vincere premi davvero importanti a coloro - come me - che giocano per puro divertimento.

Varie ed eventuali: aggiungi pure qualsiasi cosa tu voglia!

Aggiungo solo un'ultima cosa: vivi senza aspettative, in modo tale che ogni piccolo traguardo sia una battaglia vinta. Un saluto a tutti!

Archivio