pokerstars.it

Incredibile fold: passa AA pre-flop

Immaginate di essere seduti al tavolo con alcuni dei migliori giocatori professionisti di poker al mondo e di avere davanti a voi una montagna di soldi. Come se non bastasse, quando il dealer vi distribuisce le carte, le alzate e potete ammirare una splendida coppia d'assi. È il vostro turno e i giocatori prima di voi hanno aumentato il piatto con un "raise" e un "call". Sembra la mano dei sogni, ma in qualche rara occasione non è così: basta chiedere a David Fishman, protagonista dello show televisivo "Big Game" andato in onda negli Stati Uniti nel 2010, che ha incredibilmente passato la sua "monster hand".


passa-asso-asso.jpg

Un fold che visto così sembra privo di qualsivoglia significato. Invece il buon Fishman, a dispetto del nome, non è uscito di senno ma è stato "vittima" della dinamica del "Big Game". Infatti i giocatori non professionisti come lui, chiamati "Loose Cannon", usufruivano di uno stack iniziale di $100.000 che dovevano provare ad incrementare nel corso di 150 mani da giocare contro "mostri sacri" del calibro di Doyle Brunson, Daniel Negreanu e Joe Cada, tanto per citarne qualcuno. Al termine della sfida, ognuno di loro avrebbe potuto tenere il profit ottenuto grazie allo stack iniziale e alle proprie abilità. Ma il concorrente che alla fine del programma avesse ottenuto il profit più alto, si sarebbe garantito anche un premio supplementare: un pacchetto per partecipare al North American Poker Tour (NAPT) del valore di $50.000.

Ed è così che si giustifica la mossa di Fishman, perché la sua clamorosa decisione di foldare una coppia d'assi pre-flop è arrivata nel corso della sua 114° mano, quando grazie al suo profit era già in testa alla classifica con una seria ipoteca sulla partecipazione al NAPT.

A rendere ancora più incredibile questa mano è che al flop sono caduti un paio di sei che hanno consegnato a Phil Laak un quads che avrebbe sicuramente ridotto il profit di Fishman nel caso in cui fosse stato ancora in gioco.

A posteriori potrebbe sembrare un "hero fold" inconsapevole e spettacolare, altri potrebbero obbiettare che ha comunque rinunciato a un potenziale profitto passando la mano migliore, in ogni caso questa mossa non è bastata per aggiudicargli il premio finale: nell'ultima puntata del "Big Game" un altro concorrente, Bob Ferdinand, grazie a due double-up riuscì a superare Fishman nella classifica dei profitti.

Archivio