pokerstars.it

Origini, storia ed evoluzione del poker: dall'As-Nas al Texas Hold'em

Le origini esatte del poker sono un mistero. E questo non sorprende. infatti, cosa definisce esattamente la nascita del gioco?

main.jpg

Potremmo iniziare con l'invenzione delle carte da gioco. Le prove mostrano in modo conclusivo che sono state utilizzate nella Cina del XIII secolo e probabilmente già da secoli prima in vari paesi e culture in tutto il mondo.

Ma non è molto soddisfacente. Stiamo cercando una definizione più specifica della storia e dell'evoluzione del poker.

Qui ti porteremo in un viaggio attraverso la complessa origine del poker, partendo dai primi giochi "competitivi" e arrivando fino al Texas Hold'em, la forma di poker più popolare giocata oggi.

I primi antenati del poker

Il poker appartiene a una linea ancestrale di giochi "competitivi" - giochi di carte in cui i giocatori possono vincere sia avendo il valore più alto in mano, sia bluffando e scommettendo fino alla vittoria.

carte.jpg

Le carte da gioco esistevano nella Cina del XIII secolo e probabilmente da secoli prima

Uno dei primi giochi attribuiti all'evoluzione del poker è il gioco persiano del XVI secolo As-Nas, che condivide alcune somiglianze con lo Stud a cinque carte. As-Nas utilizza un mazzo di cinque semi e 20-25 carte. I giocatori realizzavano semplici combinazioni come coppie, due coppie, tris e full, e dovevano abbinare o rilanciare le puntate per rimanere nella mano.

Si pensa anche che diversi giochi europei abbiano influenzato lo sviluppo del poker, incluso il gioco di carte francese del XVII secolo Poque e l'equivalente tedesco Pochen. Poque e Pochen si sono evoluti dal gioco rinascimentale del XVI secolo Primero, un gioco in cui venivano distribuite tre carte su cui scommettere.

Alla "famiglia del poker" appartengono anche il gioco francese Brelan e la versione inglese Brag. Entrambi enfatizzano l'arte del bluff.

L'evoluzione del poker è una sinergia di questi (e altri) giochi precedenti che condividono punti in comune, vale a dire gareggiare per le carte.

Battelli fluviali del Mississippi

Dal primo o secondo decennio del 19° secolo, la storia del poker, almeno in America, diventa molto più chiara. Il gioco si evolve rapidamente e vediamo riferimenti diretti al nome anglicizzato, "poker".

Il primo riferimento contemporaneo al poker si trova in Dragoon Campaigns to the Rocky Mountains di J. Hildreth, 1836, e riferimenti successivi mostrano che il poker veniva giocato in America almeno fin dal 1829.

All'inizio degli anni 1830, il poker stava guadagnando popolarità in tutta la Louisiana, in particolare a New Orleans, dove fu introdotto dai coloni francesi.

A quel tempo, il poker utilizzava un mazzo di 20 carte (dai dieci agli assi). Ogni giocatore riceveva cinque carte e poteva ottenere coppie, doppie coppie, tris, full e poker. La mano migliore era composta da quattro assi. Non c'erano colori, scale o progetti e l'azione era dettata da un singolo giro di puntate.

barche.jpg

Le barche da carico trasportavano il poker su e giù per il fiume Mississippi

Il poker si giocava nei saloon e, cosa forse più significativa per l'evoluzione del gioco, sui battelli fluviali del Mississippi. Questi giganteschi battelli a vapore venivano usati per trasportare merci su e giù per il fiume, e l'equipaggio e i passeggeri alleviavano la noia giocando d'azzardo. Il poker a 20 carte era il gioco preferito, e così le barche sono diventate gigantesche case da gioco galleggianti.

Il poker ha viaggiato con queste barche, diffondendosi nei porti e nelle città lungo il Mississippi e raccogliendo nuove regole e variazioni lungo il percorso.

Il mazzo da 52 carte e il Draw poker

Intorno al 1830, il poker a 52 carte iniziò a sfidare la versione a 20 carte per il dominio. Il mazzo più grande poteva ospitare più giocatori, il che per inciso significava una maggiore azione e montepremi più grandi.

L'uso di 52 carte ha anche portato nuove dinamiche al gioco, come l'introduzione del colore come mano di poker accettata. Più significativamente, avere carte "di riserva" nel mazzo ha spianato la strada ai progetti (draw).

E l'importanza dell'attrazione per l'evoluzione del poker non può essere sottovalutata.

Citato per la prima volta nel New Handbook of Games di Bohn nel 1850, il Draw poker ha aggiunto l'eccitante possibilità di migliorare una mano più debole rimanendo nel piatto. La variazione includeva un ulteriore giro di puntate; i giocatori potevano ora continuare l'azione per vedere cosa succedeva alla loro mano.

Anche se il cambiamento è stato graduale, verso la fine degli anni 1850 la versione a 20 carte del gioco stava diventando obsoleta e il Draw aveva trasformato il poker in un gioco di abilità.

Innovazione nel selvaggio West

Il poker si diffuse molto durante gli anni della guerra civile americana (1861-1865), sviluppandosi in più direzioni in un breve lasso di tempo.

Lo stud poker viene menzionato per la prima volta nel 1864. Nella versione a cinque carte, ai giocatori viene distribuita una carta coperta, seguita da tre carte scoperte e un'altra coperta. Il Five-Card Stud è rimasto popolare fino agli anni '20 e '30 quando, secondo l'Enciclopedia Britannica, costituiva circa i due terzi dei giochi professionali e high stakes, prima di abbandonare la scena negli anni '50. Il Seven Card Stud ha guadagnato terreno all'inizio del 1900 e rimane una scelta popolare oggi.

Altri sviluppi durante gli anni della Guerra Civile includono l'introduzione della scala come una valida mano di poker. È interessante notare che la scala è stata inizialmente collocata al di sotto dei tris nella classifica delle mani, un segno di resistenza alla sua inclusione nel gioco. Anche la scala reale è stata sottovalutata rispetto al suo vero valore matematico. I giocatori tradizionali non potevano accettare che qualcosa potesse battere quattro assi!

west.jpg

Il poker ha trovato casa nei saloon del selvaggio West

Alla fine del 1800, fu introdotto il jackpot, principalmente nell'ovest dell'America. Questo concetto aveva un significato molto diverso allora. Originariamente implicava che potevi scommettere solo con una coppia di Jack o superiore e, a seconda della variazione, i giocatori erano anche obbligati a scommettere con Jack o superiore (in Stud, una coppia di Jack o superiore non è troppo rara). Questo avveniva per incoraggiare i giocatori timidi a scommettere e per impedire ai giocatori "selvaggi" di scommettere senza nulla. La regola del Jack Pot ha affrontato una dura opposizione in quel momento e non è entrata nel poker moderno. Tuttavia, è stato accreditato per aver reso i giocatori di poker meno cauti.

Il poker High-Low (Split) è citato nel 1903 ed è diventato popolare negli anni '30. In questa variante, vengono pagate sia la mano più alta che quella più bassa. Questo si è evoluto nel poker Lowball, in cui viene pagata solo la mano più bassa, la più popolare delle quali è il Razz.

Sebbene sia stato un periodo innovativo nella storia del poker, il 1800 non è stato esattamente un'epoca d'oro per la reputazione del gioco. Il poker veniva giocato principalmente nei saloon, dove la corruzione, la frenesia e gli imbrogli erano all'ordine del giorno. Per proteggersi dagli imbrogli, i giocatori frequentavano i tavoli con pistole e coltelli, il che (in maniera totalmente prevedibile) portava a esiti violenti.

Solo più tardi il poker è diventato il passatempo salutare che è oggi.

Carte comuni e storia del Texas Hold 'em

L'uso del mazzo da 52 carte ha portato al Draw poker, che a sua volta si è evoluto in Stud. Ma c'era ancora un altro importante ramo del poker che avrebbe cambiato per sempre le dinamiche del gioco.

Nel 1926 si iniziano a vedere riferimenti alle carte comuni. In quel periodo i giocatori continuano a ricevere hole cards come prima, ma ora ci sono una o più carte sul tavolo - le carte comuni - che possono usare per fare la loro mano di poker.

Il primo di questi si chiamava Spit in the Ocean. Ma il gioco di carte in comune che ha preso d'assalto il mondo è stato, ovviamente, il Texas Hold'em.

Poco si sa dell'invenzione del Texas Hold'em, ma secondo lo Stato del Texas il luogo di nascita ufficiale del gioco è una piccola città chiamata Robstown, in Texas, dove si giocava dai primi del 1900. Da qui si è rapidamente diffuso nelle zone circostanti.

Fu solo più tardi che il Texas Hold 'em arrivò a Las Vegas. La prima volta fu al California Club nel 1963.

Diversi casinò sulla Strip hanno adottato rapidamente il Texas Hold'em, tra cui il Golden Nugget, lo Stardust e il Dunes. Il Dunes, in particolare, ha fornito l'esperienza lussuosa che gli high roller e i professionisti stavano cercando. Nel 1967, i casinò di Las Vegas erano frequentati da giocatori texani ormai famosi come Doyle Brunson, Crandell Addington e Amarillo Slim.

chips.jpg

Le WSOP hanno fissato lo standard per i moderni tornei di poker

La prima World Series of Poker (WSOP) si è tenuta nel 1970 e nel 1971 l'evento principale è stato il Texas Hold'em. Lo è tuttora. L'inizio delle WSOP e il suo successivo aumento di popolarità hanno stabilito lo standard per il moderno torneo di poker.

Negli anni '80, la popolarità del poker crebbe al di fuori del Nevada, specialmente in California, dove il Texas Hold'em fu legalizzato nel 1988. Il Texas Hold'em fu introdotto in Europa all'inizio degli anni '80, apparentemente da un paio di bookmaker di ritorno da un viaggio a Las Vegas. Romantico.

Anche la variante dell'Omaha, un altro gioco a carte comuni, si è dimostrata popolare nei casinò (sebbene mai così popolare come l'Hold'em). Le origini esatte del gioco sono sconosciute, ma il dirigente del casinò Robert Turner ha introdotto il formato al proprietario del Golden Nugget nel 1982.

L'H.O.R.S.E, una combinazione di Hold'em, Omaha, Razz, Stud e Eights or better Stud, ha fatto il suo debutto alle WSOP del 2002.

Molte persone giocano a Omaha, Stud, Razz, Draw e altre varianti del poker, ma il Texas Hold 'em è rimasto il gioco preferito dai giocatori di tutto il mondo fino ad oggi.

La storia del poker online e il "boom del poker"

All'inizio degli anni 2000, c'è stata un'enorme ondata di popolarità del poker in generale, e del Texas Hold'em in particolare.

Ciò è stato attribuito a cinque fattori correlati:

• L'invenzione del poker online

• Pubblicità di siti di poker online in TV

• L'apparizione del poker nella cultura popolare, come le serie TV e i film di Hollywood

• Utilizzo della "hole card cam" nel poker dal vivo per arricchire l'esperienza dello spettatore

• Chris Moneymaker vince le WSOP 2003 qualificandosi tramite satellite online.

Questi fattori si unirono per creare quello che divenne noto come il "boom del poker". Il poker online è davvero decollato. Il primo sito di poker su Internet era attivo e funzionante nel 1998 e l'industria era già in costante crescita. Nel 2004 (un anno dopo la vittoria di Moneymaker alle WSOP), i ricavi dell'industria del poker online sono triplicati.

online.jpg

Il poker online è cresciuto in popolarità dopo il boom del poker degli anni 2000

L'ascesa del poker online ha portato con sé un nuovo tipo di evoluzione. I giocatori possono ora godersi il poker comodamente da casa o fuori utilizzando i dispositivi mobili. I siti di poker online hanno ampliato la loro offerta con formati innovativi, come PKO e Spin N Go, rendendo il poker più veloce e più intenso. La partecipazione di centinaia di migliaia di giocatori internazionali ha aumentato i montepremi degli MTT, rendendo possibili tornei settimanali come il Sunday Million.

Non c'è dubbio che il boom online abbia segnato un nuovo capitolo nella storia del poker, che stiamo ancora vivendo.

Archivio