pokerstars.it

Francesco "ilmessia84" Favia: "Un compleanno da €14.000"

Vive tra Bari e Malta, ama la buona cucina e lo sport, ma non deve a questo la sua fama tra i player online italiani. Francesco Favia è infatti un noto grinder MTT, molto attivo nel palinsesto PokerStars.it. La sua ultima impresa? La conquista dell'evento #14 nello SCOOP 2016. Questa l'occasione per la nostra intervista, che oltre a raccontare il torneo dal punto di vista del vincitore, vi farà scoprire il vero volto de "ilmessia84".

francesco-favia-scoop2016.jpg

Anche se molti dei nostri lettori ti conoscono, cominciamo con le presentazioni...

Sono Francesco Favia, ho 31 anni e sono un barese doc, ma vivo tra Bari e Malta.

Oltre al poker cosa ti piace?

I miei hobby principali sono la palestra, il tennis e soprattutto sono un grande amante della buona cucina!

Quando è iniziata la tua avventura al tavolo verde?

Ho imparato a giocare poker quando avevo all'incirca 18 anni con l'ormai datato poker a cinque carte. All'età di 21 ho scoperto il Texas Hold'em, ovviamente in maniera amatoriale con la classica partitina tra amici del fine settimana. Con il passare del tempo mi sono accorto di avere una vera propria passione per questo gioco (all'inizio solo in modalità cash game). Ho preso lezioni da professionisti per creare basi tecniche più solide su consiglio di alcuni miei amici che erano già grinder, uno fra tutti Enrico Tau.

E la passione per gli MTT...

L'amore per la variante MTT è nato solo dopo qualche anno grazie a Jacopo Delle Foglie e Gianluca Mattia, ai quali devo molto per la formazione che mi hanno dato nei primi anni.

Adesso il poker è un impegno full time?

Attualmente dedico al poker 4 sere a settimana, con una media di otto ore al giorno. Di giorno pratico principalmente sport o mi rilasso. Nel tardo pomeriggio inizio con gli MTT. Il mercoledì invece è la giornata dedicata allo studio con amici/colleghi: facciamo hand review, guardiamo video di professionisti o semplicemente parliamo di spot cenando assieme. In questa maniera sono riuscito a creare un buon equilibro psico-fisico.

Passiamo alla tua esperienza di player. Dalla tua vittoria nell'ICOOP 4-max del 2012 si è evoluto il field degli MTT su PokerStars.it?

Negli ultimi cinque anni l'average del field italiano si è sicuramente alzato e non mi riferisco solo ai "reg" ma anche ai giocatori amatoriali.

Restando in tema di tornei, com'è andato lo SCOOP 2016?

Ho giocato all'incirca il 70% del palinsesto SCOOP con diversi ITM e con la vittoria dell'evento 14 nel giorno del mio compleanno. Questa è stata la ciliegina sulla torta. Mi ritengo quindi soddisfatto per l'operato. Venivo tra l'altro da tre secondi posti: uno nel NOS la sera prima, uno nel The Bigger ed un altro nel Sunday High Roller.

Parliamo allora del torneo che hai vinto...

Ho effettuato sin da subito il rebuy e l'add-on quando mi è stato permesso. Credo di aver espresso un buon poker nel Day 1 chiudendo 19esimo su 120. Il Day 2 non è iniziato benissimo visto che avevo perso metà stack nelle prime mani con un bluff. Non mi sono scoraggiato, mi sono armato di pazienza e piano piano ho iniziato a incrementare nuovamente il mio stack.

Ma quando hai capito che sarebbe stato il tuo torneo?

Mano dopo mano, giunti a dieci left, ho eliminato il terzo in stack: AA contro QQ, chiamando la sua 4-bet out of position da SB contro Button. Fortunatamente i miei assi hanno retto. È stato quello il momento in cui ho capito che avevo buone chance di aggiudicarmi il titolo.

Al tavolo finale com'è andata?

Visto che partivo con uno stack che era esattamente il doppio del secondo, il final table è stato abbastanza agevole. Sono riuscito a vincere molti pot uncontested, fino ad arrivare a 3 left. Lì la partita è diventata più aggra, data anche la presenza di Liwei "HOOMAGOO" Sun con il quale avevo già history e che ritengo sia stato il miglior avversario nel final table.

Cos'hai provato quando hai vinto l'ultimo showdown?

Nel momento della vittoria ero molto contento per aver portato a casa il risultato, per giunta nel giorno del mio compleanno. Chiaramente essendo un evento SCOOP aveva un sapore diverso.

Cosa rappresenta allora la vittoria?

Questa vincita è servita ad incrementare il mio bankroll e mi invoglia a voler fare sempre meglio.

Sogni nel cassetto?

Il mio sogno nel cassetto "pokeristicamente parlando" è quello di vincere un grande evento live, per questo motivo a fine mese ho deciso di farmi un bel regalo di compleanno...

Ovvero?

Giocherò l'EPT Gran Final di Montecarlo.

Hai perso l'occasione di giocare lo SCOOP? Diventa protagonista dei prossimi tornei domenicali!

Archivio