pokerstars.it

WCOOP Evento #28: una maratona che si conclude con la vittoria di Big10

Ci sono volte in cui il poker è una sfida di astuzia, altre in cui è una gara di aggressività e altre ancora in cui è una prova di pazienza. Ci sono volte in cui è una logorante battaglia, una vera fatica, come una lotta estenuante immersi nel fango fino alle ginocchia, dove solo i giocatori con la maggior resistenza (e un pizzico di fortuna) possono arrivare in fondo. Queste sono le condizioni tipiche dei tornei split-pot e non a sorpresa l’Evento #28 - $530 Limit Omaha Hi/Lo, è stato una di queste prove di resistenza.

Il costo di iscrizione di $530 dell’Evento #28 non è stato un problema per gli 829 giocatori che si sono iscritti per giocarlo. I loro buy-in combinati hanno facilmente superato la cifra garantita di $400.000 e hanno generato un primo premio di $76.268. Non sarebbe stato facile arrivare in fondo comunque.

La struttura del torneo con uno stack di partenza da 5.000 chips, livelli che durano a lungo e incremento lento si è rivelata molto giocabile. L’unico problema, se così può essere definito, è che il tipo di gioco split-pot significava una vera e propria maratona per determinate il vincitore del braccialetto WCOOP. Il torneo è cominciato alle 16:30 ET di giovedì, ma il campione è stato proclamato solo venerdì alle 10 del mattino, più di diciassette ore da quando il torneo aveva avuto inizio.

Come è stato in tutti i tornei WCOOP, i Team PokerStars Pro erano presenti e numerosi. Ventidue di loro hanno preso parte al torneo per aggiudicarsi il titolo e il braccialetto WCOOP, tra loro, Greg Raymer, Gavin Griffin, Vanessa Rousso e Steve Paul-Ambrose. Una sorprendente eliminazione rapida è stata quella di Bertrand "ElkY" Grospellier, che ha già lasciato il segno in questo WCOOP. Ma nemmeno ElkY può sempre andare a premio e questa volta è stato eliminato al 789° posto.

Solo 126 giocatori sarebbero andati a premio, e la media delle chips ha subito indicato che la maggior parte dei Team PokerStars Pros non sarebbe stata tra loro. Katja Thater è andata più avanti tra tutti i pro che non hanno raggiunto i premi, ma non è riuscita ad entrare tra i premiati, eliminata a pochi posti dalla zona premio con Ah-Kh-Qh-3d quando uno dei due giocatori impegnati con lei nel piatto, kidpoker406 e JCastle, ha realizzato un colore al turn. A quel punto le restava solo il punto low che le avrebbe lasciato una parte del piatto, ma il river non le è stato di aiuto.

Dopo la sua eliminazione, tre dei Team PokerStars Pros sono arrivati a premio. Luca Pagano è arrivato 83° interrompendo la sua corsa contro il full di Rex5578. Lo Squalo, Humberto Brenes, lo ha seguito poco dopo, al 71° posto, perdendo contro gli assi double-suited di plumnelli che ha realizzato una doppia al river. Lee Nelson è andato più in fondo tra tutti i pro del Team PokerStars, con il suo 52° posto.

Nelson è stato eliminato quando l’orologio segnava le due del mattino e c’erano ancora tre ore e mezza da giocare prima di arrivare a determinare i nomi dei giocatori del tavolo finale.
Ecco i finalisti:

Posto 1: cpfactor (651.745 in chips)
Posto 2: DrParkinson (172.637 in chips)
Posto 3: hazardous88 (430.596 in chips)
Posto 4: flk&nit (226.969 in chips)
Posto 5: porcelet (323.411 in chips)
Posto 6: Big10 (475.854 in chips)
Posto 7: fabsoul (350.071 in chips)
Posto 8: Bonitaines (1.060.357 in chips)
Posto 9: lolovitch (453.360 in chips)

WCOOP Event 28 Final Table.jpg

Bonitaines è arrivato in finale largamente in testa, ma presto anche Big10 lo ha raggiunto, dopo che ha mostrato Ac-2s-3d-6s su un board 3s-2h-Jh-8s-5c, doppia coppia di tre e due, e miglior punto low, in un piatto da un quarto di milione di chips contro lolovitch. Questo colpo, insieme con altri piatti più piccoli lo ha portato a raccogliere più di 900.000 chips. Dopo essere risalito, ha mantenuto a lungo la sua posizione vantaggiosa di leader.

Il due volte finalista WCOOP porcelet è stato il primo ad essere eliminato da questo tavolo finale. Aveva progetto di colore nut al flop 2c-Th-9h e low draw con scala bilaterale al turn che è un 5c; porcelet sperava di migliorare il settimo posto ottenuto poco prima nell’Evento #27 - No-Limit Hold'em Triple Shootout, ma non è riuscito nell’impresa. Tre giocatori erano contro di lui in quel piatto e hanno fatto check fino al river, battendo facilmente la sua coppia di 5 dopo che non aveva chiuso il suo punto al river. porcelet è arrivato dunque nono in questo torneo, guadagnando $5.803. Due tavoli finali WCOOP in una sola note non sono comunque un cattivo risultato.

L’eliminazione di porcelet ha preceduto un lungo periodo di stallo al tavolo finale. Le chips sono state messe in gioco ma nessuno è riuscito a portarsi in vantaggio o eliminare avversari. I giocatori hanno perso piatti per poi vincere e riportarsi di nuovo al punto di partenza. È quello che è successo a Bonitaines per esempio, che dopo essere sceso a 300.000 in chips con due brutti colpi persi, è riuscito a risalire in tre mani. Ma non è stato il solo perché questa situazione è stata comune a tutti i finalisti rimasti in gioco.

Alla fine DrParkinson, un giocatore che era arrivato al tavolo finale tra gli short stacks, è rimasto a corto di chips al punto di trovarsi davvero in difficoltà. È andato tre volte all in dividendo tutte le volte il piatto al river, prima che lolovitch lo eliminasse, a quasi un’ora dall’uscita di porcelet. DrParkinson non aveva altra scelta che andare ai resti con 3h-Ac-Kc-Qc su un board 2c-3d-2h. si è trovato contro lolovitch con Js-6c-Jc-3s e la sua mano non è migliorata. Le sue fatiche nel tenersi a galla da short sono state premiate con $9.326,25.

fabsoul è stato il successivo giocatore a trovarsi a corto di chips fino a scivolare nella zona di pericolo. Anche lui è stato eliminato quando si è trovato costretto ad investire tutto in una coppia di due al flop contro hazardous88. hazardous88 aveva floppato solo una coppia di dieci ma quando il turn e il river si sono rivelati ininfluenti per entrambi i giocatori e non c’è stata possibilità di punto low, i due dieci si sono trasformati in una mano vincente. fabsoul è uscito al 7° posto, $13.471,25 più ricco di prima.

Alle sette del mattino rimanevano ancora sei giocatori in gara e i loro chip counts mostrano che in un’ora e mezzo di gioco al tavolo finale non è cambiato molto:

1. Bonitaines 1.154.428
2. Big10 1.069.854
3. lolovitch 663.337
4. hazardous88 622.667
5. flk&nit 419.969
6. cpfactor 214.745

La vera differenza è che cpfactor, che era arrivato al tavolo finale terzo in chips con più di 600.000, è adesso il giocatore con meno chips di tutti. Il limite è salito fino a 30.000 and 60.000, e cpfactor ha solo quello che gli serve per giocare un’unica mano fino al river. Ha resitito per mezz’ora, mentre flk&nit è salito a un milione in chips grazie ad un piatto vinto contro hazardous88 e Bonitaines, cpfactor ha tentato il raddoppio contro Big10 e ha pagato il prezzo, scendendo fino a 44.000 chips quando Big10 ha realizzato un colore al turn e un six-low al river, infine è uscito poche mani dopo andando all in preflop con Ad-3s-5c-7c, Big10 vede e il flop Th-9s-6h da a cpfactor poca speranza. Dopo un river 9d e un turn Tc, cpfactor è eliminato e il suo sesto posto gli fa guadagnare $17.616,25.

Due minuti dopo lolovitch ha deciso di prendere lezione da Big10 e ha inflitto un duro colpo ad hazardous88. lolovitch e Bonitaines hanno rilanciato per tre prima del flop e per due al flop. hazardous88 ha visto l’aal in al turn ed entrambi gli avversario lo hanno seguito fino al river. hazardous88 su un board che al turn mostrava 6d-7h-Kc-8c aveva Ac-Jd-9s-2d, buono per la miglior mano low, ma un asso al river gli ha dato un low 8-7. Non sufficiente a battere lolovitch che con 5s-Kh-4s-Tc aveva una scala all’otto e un low 7-6, che gli concede l’intero piatto. hazardous88 vince $21.761,25 per il suo quinto posto.

Bonitaines, era in testa al tavolo finale ed è rimasto a condurre il gioco per quasi due ore. Molte delle sue chips gli sono scivolate di mano nei successivi dieci minuti, dopo aver perso parecchie mani contro Big10. Nonostante un fortunato full al river contro flk&nit, sembrava che avesse I minuti contati. Stava perdendo le sue chips ad un ritmo allarmante, e non è riuscito ad avere buone mani nei piatti che più contavano. Alla fine è uscito dopo che i suoi due assi non sono migliorati in uno scontro preflop con lolovitch e Big10. La conclusione è Big10 che floppa un colore con nessun low possible. Bonitaines per il suo quarto posto vince $31.087,50.

Dato che Big10 è riuscito a prendere tutte le chips a Bonitaines in una singola mano, è arrivato allo scontro a tre giocatori con 2.751.676 in chips, quasi tre volte le chips di lolovitch e quasi sette volte quelle di flk&nit, che aveva pazientemente atteso al tavolo finale fino a scalare la lista dei premiati verso le posizioni più alte. Big10 e lolovitch si concentrano dunque su come eliminare flk&nit, in quel momento short stack. flk&nit è riuscito nell’impresa di risalire dopo che al river ha realizzato un doppio nut contro Big10 che è sceso di nuovo a un milione in chips, ma lolovitch e Big10 non lo mollano.

flk&nit riesce a resistere fino a che il livello sale a 50.000/100.000. alto per tutti e tre i giocatori ma soprattutto per flk&nit che aveva 379.120. flk&nit decide di investire la maggior parte delle sue chips in una mano in cui entra nel piatto con una scommessa per tre dal big blind. Annusando la possibilità di vittora sia Big10 che lolovitch vedono e lo seguono entrambi fino al river, quando flk&nit mette le sue ultime chips nel piatto. Ha una coppia di Q in mano che insieme ai due nove sul board gli danno una doppia, ma Big10 ha realizzato un colore al river. flk&nit riesce dunque a resistere fino al terzo posto e guadagna $41.450.

Rimangono quindi a scontrarsi solo due gladiatori -- Big10, con più di 3 milioni di chips e lolovitch, con circa 1.1 milioni. Dato il livello di gioco era possibile ribaltare la situazione rapidamente con grandi oscillazioni di stack. In cinque minuti lolovitch infatti vince tre grossi piatti su Big10 e pareggia i conti. Appena i due sono pari, lolovitch propone un accordo a Big10 per divider a metà il montepremi. Big10 accetta subito, ed entrambi si sono dunque garantiti $61.801,87 indipendentemente dalla conclusione del torneo. Resta da determinare chi porterà a casa i rimanenti $8.000 e il braccialetto WCOOP.

Non è ancora finita e non sarà semplice.

Big10 e lolovitch si sono affrontati in un testa a testa che potrebbe essere definito una battaglia epica. In un’ora e mezza di durata della partita la leadership è passata da uno all’altro parecchie volte ma nessuno è riuscito a portare a casa la vittoria. I piatti venivano spesso divisi e quando non lo erano passavano da un giocatore all’altro. Dopo sessanta minuti di gioco il conteggio delle chips è tornato come al punto di partenza. Ma anche col vantaggio iniziale di 3 a 1 per Big10 non era facile battere lolovitch. Nessuno sembrava perdere terreno ma nemmeno guadagnarlo.

Finalmente Big10 è riuscito a chiudere una scala al river con 3h-4d-5s-Jd dopo che al flop erano presenti Qh-2c-Ah. Il piatto vinto gli ha portato 1,5 milioni di chips mentre lolovitch frena la sua corsa.
Poche mani dopo, con meno di 700.000 chips lolovitch, che aveva rilanciato preflop, si trova di fronte un flop 3c-Qh-6c. L’azione prende una svolta definitiva al turn quando lolovitch conduce ancora scommettendo sulla Q di fiori che è arrivata sul board. Big10 rilancia istantaneamente e a questo punto tutte le chips di lolovitch sono coinvolte nel piatto quando decide di vedere l’all-in.

lolovitch: Ac-Td-4d-5c
Big10: 6s-6h-Jh-8c

Era la mano che entrambi I giocatori stavano aspettando ma lolovitch si trova in guai seri. Ha chiuso colore nut ma il suo avversario ha fatto set al flop e ha chiuso full al turn. lolovitch a questo punto ha bisogno di chiudere a suo vantaggio il punto low per poter dividere il piatto al river, ma non è quello che accade. Il river è un nove di quadri che determina il vincitore. Big10 è il campione dell’Evento #28 del WCOOP e il torneo è finalmente concluso.

Dal momento che i giocatori si erano accordati per dividere il montepremi a metà fin dall’inizio dell’heads-up finale la ricompensa per Big10 sono altri $8.000 da aggiungere alla cifra dell’accordo e soprattutto il prezioso braccialetto WCOOP. Entrambi i giocatori hanno condotto un torneo ammirevole, ma anche se entrambi si sono distinti in questa incredibile maratona, solo uno di loro può vantare il titolo di campione e questo giocatore è Big10.

WCOOP Evento #28 - $530 Omaha Hi/Lo Ordine di Arrivo
(basato su un accordo fra i due finalisti)

1. Big10 $69.801,88
2. lolovitch $61.801,87
3. flk&nit $41.450
4. Bonitaines $31.087,50
5. hazardous88 $21,761,25
6. cpfactor $17.616,25
7. fabsoul $13.471,25
8. DrParkinson $9.326,25
9. porcelet $5.803

Archivio