pokerstars.it

Quale mano è favorita?

Quale di queste 3 mani è favorita: A, B o C? Provate a dare la vostra risposta, qui sotto trovate la soluzione del quiz.



La mano favorita è la C), vediamo subito il perché.


Nel caso della mano A) gli out sono: uno dei tre 6 che renderebbero la coppia di 5 battuta, uno dei quattro 3 che completerebbero una scala (colorata nel caso del 3 di quadri) e le otto carte di colore restanti, per un totale di 15 out. Le carte ancora disponibili sono 42, quindi la probabilità di chiudere il punto sarà del 35.7% (15/42). Gli 8 non di quadri danno alla mano B) una scala superiore, non vanno quindi contati.

La mano B) invece necessita per vincere di uno dei tre 8 'utili' (quello di quadri come abbiamo visto fa vincere la mano A) con i quali chiuderebbe scala, di una tra i due J e i due T non di quadri, che darebbero una coppia in grado di battere il punto già fatto della mano C), e di uno dei tre K non di quadri, per un totale di 3+2+2+3=10 out. La probabilità di vittoria della mano B) è quindi di 10/42=23.8%.

La mano C) vince in tutti gli altri casi (ha 17 carte 'buone'), ovvero il 40.5% (17/42) delle volte, è quindi la mano favorita.


Come sempre, anche da una mano semplice, possiamo trovare dei punti di riflessione. Secondo me qui il più importante è: se vi trovate in allin su questo turn con A5, avrete sì la mano migliore, ma sicuramente avete sbagliato qualcosa! E questo è anche il motivo per cui immagino in tanti abbiano risposto A), 6♣4♣ è infatti una mano fortissima su questo board, ma non riesce ad avere un'equity tale da essere avvantaggiata contro una coppia già fatta. Ovviamente, essendo il poker un gioco a informazione incompleta, la mano C), che è la favorita, sarà costretta a passare ben prima di potere consolidare il proprio 'vantaggio', questo perchè, al contrario delle altre due, gioca malissimo contro i range degli avversari e nel poker giocato possiamo, ovviamente, considerare solo i range stimati e non le carte effettivamente in mano ai nostri avversari. Questo è il motivo per cui non ci dobbiamo mai rammaricare se abbiamo fatto un fold assolutamente giusto di una mano che poi si riveli, a carte scoperte, in vantaggio contro le specifiche mani degli avversari!


In estrema sintesi: 6♦4♦ ha 15 out 'buone' (6c,6h,6s,3c,3h,3s,3d,Ad,Kd,Qd,Jd,Td,9d,8d,2d), e di conseguenza un'equity del 35.7% (15/42), J♠T♥ ha 10 out buone (Jc,Jh,Tc,Ts,8c,8h,8s,Kc,Kh,Ks) che danno alla mano un'equity del 23,8% (10/42), A♣5♣, per rimanere la mano migliore può contare sulle 17 carte restanti e quindi l'equity della mano è del 40.5% (17/42).

Archivio