pokerstars.it

Prendere decisioni nel poker in base all'istinto

Home Page

Nella prima parte di questo articolo abbiamo parlato del ruolo dell'intuizione nelle decisioni che vengono prese durante una sessione di poker. Abbiamo fatto alcuni esempi che indicano come a volte non ci sia abbastanza tempo o informazioni a nostra disposizione per usare il ragionamento. In questi casi è necessario basare le decisioni sull'istinto. Ora spendiamo un paio di parole su ciò che può aiutare queste intuizioni e su come affinare questa capacità.

Splash.jpg

Abilità o conoscenza?

È probabile che l'intuizione nel poker sia più vicina a una conoscenza che si può apprendere, piuttosto che a una sorta di potere speciale innato. Lo abbiamo già detto nella prima parte, ma ripetiamolo ancora una volta: ci possono essere intuizioni solo in merito a cose che in parte conosciamo già. In una situazione reale che comporta una decisione, ogni situazione simile già vissuta in precedenza conta come informazione utile. Ciò significa che i giocatori che hanno un buon istinto possono attingere molto dal loro passato. Quando questo processo avviene senza che vi sia un ragionamento, possiamo chiamarlo istinto. Più mani un giocatore ha nel suo bagaglio esperienziale, meglio può reagire a situazioni inaspettate.

Come si può sviluppare l'intuizione?

Secondo studi professionali, si può diventare sempre più... intuitivi. Se si accetta che l'intuizione non sia diversa da un recupero inconsapevole di informazioni archiviate inconsciamente, allora si accetta che questa "biblioteca" possa essere ampliata. Questo migliora ulteriormente la capacità di intuire. Il cervello umano è una sorta di spugna che raccoglie e memorizza informazioni. In pratica, questo significa che più mani un giocatore gioca, analizza o vede durante la sua carriera, migliore sarà il suo istinto. L'atteggiamento professionale, l'apprendimento e il lavoro di base hanno un ruolo enorme nella nostra carriera nel poker. Anche le capacità personali e il talento sono determinanti, ma con la giusta dose di forza di volontà e di pratica tutti possano raggiungere un livello elevato.

PokerStars Hand Replayer

Ovviamente non c'è mai abbastanza tempo per analizzare le mani mentre stiamo multitablando - l'analisi è un processo che deve essere fatto al di fuori del gioco. C'è sempre però qualche secondo per rivedere rapidamente le mani giocate. Il PokerStars Hand Replayer è perfetto per questo scopo: basta un solo clic su ogni tavolo aperto. Il consiglio è di usarlo spesso, soprattutto per prendere informazioni chiave attraverso la size delle puntate dell'avversario.

Sviluppare l'intuizione

Quando abbiamo un po' più di tempo durante la sessione, sarebbe opportuno controllare alcune mani in cui non siamo stati coinvolti. Con ancora un po' più di tempo, bisognerebbe rivedere anche tutte le mani in cui abbiamo giocato un grosso piatto, per analizzarle con calma. Ancora più interessanti sono gli showdown. In queste situazioni, è meglio bloccare il replayer per provare a indovinare quali mani avessero i giocatori coinvolti. Sforziamoci anche di pensare a quale possa essere stato il loro ragionamento e perché abbiano scelto di fare quella specifica azione. Con questo replay "interattivo" possiamo raccogliere informazioni sulle tendenze degli avversari e anche sui loro errori. Queste ci torneranno utili in due modi. Innanzitutto, possiamo usarle contro l'avversario anche nella stessa sessione di gioco, quando commetterà di nuovo lo stesso errore o userà lo stesso schema di puntate. In sostanza, ci fornisce un'idea sulla forza della sua mano. D'altra parte, come già accennato, il cervello umano è una spugna che assorbe informazioni e tiene traccia inconsciamente delle statistiche. Quando vediamo situazioni simili a quelle che abbiamo già sperimentato, il nostro cervello trova le risposte giuste in maniera più facile.

Per ogni domanda scrivi nel nostro canale Discord .

Torna agli articoli »

Archivio