pokerstars.it

Combattere il Tilt

Eccoci finalmente all'ultima parte della trattazione sul Tilt nel poker: come combatterlo!

Abbiamo iniziato con una forma particolare, il Tilt FPS, quindi abbiamo passato in rassegna tutte le forme diverse di Tilt e oggi concluderemo parlando del come fare per uscire dal Tilt. Cash Game Tra poco sarà possibile giocare in modalità Cash Game sui siti italiani autorizzati dai Monopoli di Stato. Essere in tilt in una partita cash può davvero farci perdere molto denaro, nei casi più estremi può addirittura farci perdere l'intero bankroll. Il giocatore in preda ad un attacco da Tilt da bad beat può ricaricare poste all'infinito o, come più spesso accade, passare di colpo ad un livello più alto nella speranza di recuperare le perdite subite.

Tranquilli c'è anche una buona notizia: se pensate di essere in tilt sarà sufficiente alzarsi dal tavolo o spegnere il computer. In effetti combattere il tilt nel cash game è abbastanza semplice se si ha un minimo di disciplina. Prendetevi una pausa. Quanto lunga? Ancora più semplice: tornare a giocare quando avete sbollito e siete certi di poter tornare a giocare al meglio. 

Può servire un giorno, due o anche solo il tempo di una pausa caffè. In effetti quando mi capita di tiltare giocando cash nei casinò non me ne faccio una gran colpa, lo individuo quasi subito e recupero in fretta la calma. So che giocare a poker significa anche prendere bad beat o magari inanellare una serie da 4-5 colpi a sfavore e non me ne faccio più di tanto un problema. Se qualcuno che mi infastidisce al tavolo mi alzo e me ne trovo un altro perché voglio tagliare il problema alla radice e non voglio che la mia mente si fissi sul tentare di recuperare i soldi da chi me li ha presi con una botta di fattore Q.


combattere-tilt-grandealba.jpg

Me ne vado ad un altro tavolo e ricomincio a giocare come so fare, in fondo i soldi non hanno colore e non mi interessa affatto a chi li prendo. Dimenticate la vendetta, nel poker non funziona proprio. Tornei Qui il discorso si fa più difficile. Se vi accorgete che non state giocando al meglio non potete alzarvi dal tavolo e andarvene a fare una passeggiata rilassante sulla spiaggia. E non potete di certo cambiare tavolo, qui dovete davvero imparare a convivere con la vostra situazione e soprattutto dovete rassegnarvi ad avere al tavolo il giocatore che vi ha mandato in tilt per tutto il resto del torneo, o almeno fin quando non ci sia uno spostamento di tavolo. Anche qui però abbiamo una buona notizia: a meno che non siate impazziti e abbiate investito l'intero bankroll nel 50.000$ Horse delle WSOP nessun tilt potrà mai farvi perdere più di quello che avete investito nel buy-in, che mi auguro ormai abbiate capito non deve mai essere una percentuale tale da compromettere il vostro bankroll. Se vi ripuliscono siete fuori, nessuna possibilità di rientrare in gioco e perdere altre somme. Il tempo che vi separa dal prossimo evento dovrebbe essere sufficiente a lenire le ferite e a far passare il tilt.

Ma come combatto il tilt mentre sono in un torneo? Avete perso un piatto enorme con un colpo nel quale eravate favoriti per il 90% e contro un avversario che ha fatto una giocata senza alcun senso. Vi ritrovate sotto la media o addirittura in short stack dopo che avete giocato un torneo perfetto ed eravate tra i chipleader. Vi arrabbiate con l'avversario, subito dopo vi scusate con lui e iniziate a prendervela con la malasorte. "Sempre la stessa storia! Li trovo sempre io questi imbecilli!". Siete totalmente in tilt. Ma siete in un torneo e dovete comunque continuare a giocare. Il problema del tilt è che vi allontana dal prendere le giuste decisioni, in parole povere iniziate a giocare da perdente.

Prima fase: fate una piccola pausa di riflessione Quando ero agli inizi mi capitava spesso di accorgermi di non essere più concentrato al meglio e non necessariamente perchè avevo preso delle bad beat. Mi alzavo dal tavolo, andavo in bagno e mi sciacquavo la faccia guardandomi dritto nello specchio e mi dicevo "Che cosa stai facendo? Tu non giochi così, tu sai giocare molto meglio di così. Ora basta, ricominciamo a fare sul serio". Mi ha salvato dal disastro davvero molte volte. Alla fin fine siete ancora nel torneo e questo è quello che conta. A chip and a chair, ricordatevelo sempre. 

Seconda fase: giocate un poker elementare Il modo migliore per tornare in partita e riprendere pian piano coscienza di quello che succede al tavolo è far seguire alla pausa una fase transitoria in cui tornate al tavolo e giocate un poker elementare. Non cercate assolutamente di entrare con J7s per tentare di recuperare con un colpo di coda, magari mandando i resti al primo progetto che vi capita al flop nella speranza di pareggiare i conti con la sorte. Semplicemente non funziona, mi dispiace. Lasciate da parte ogni forma di giocata creativa o di ossessione di rifarsi in fretta. Giocate un poker elementare!

Selezione accurata delle mani di partenza, giocare in posizione, non bluffare o inseguire progetti, solo semplice poker come lo giocherebbe vostro nonno dopo che gli avete insegnato le regole di base (se siete i nipoti di Doyle Brunson lasciate perdere l'ultima riga). Oltre all'effetto "ripristino calma e concentrazione" godrete anche di un particolare periodo finestra dove i giocatori al tavolo credendovi in tilt saranno più propensi a regalarvi chips. Insomma da un male potrebbe addirittura venirne fuori un bene (non vi illudete, la maggior parte delle volte non capita).

Concludo questa rassegna sul tilt con una considerazione finale: quando vi scoppiano in un torneo e venite eliminati l'ultima cosa da fare è sedersi ad un tavolo cash. L'effetto "voglio subito rifarmi il buy-in" ha solitamente dei risvolti disastrosi. Piuttosto andate voi a cercare questo genere di tavoli quando magari siete all'estero in un casino dove si giocano sia tornei che cash games. Sono proprio questi i tavoli cash più profittevoli del pianeta e conosco decine di giocatori che vanno a Las Vegas nel periodo WSOP solo per questo motivo :)

Alberto "grandealba" Russo

Riconoscere il Tilt

Tilt FPS

Archivio