pokerstars.it

ANZPT Adelaide: alla fine della giornata rimangono in gara 37 giocatori

Il primo giorno del Main Event ANZPT, il nuovo circuito sponsorizzato da PokerStars, ha avuto inizio allo SKYCITY casinò di Adelaide, con 104 giocatori iscritti. Alle 12:15 l'annuncio dello "shuffle up and deal" è stato fatto dal Team PokerStars Pro e Campione WSOP 2005 Joe Hachem.

La poker room del casinò di Adelaide ha 12 tavoli da poker che sono stati utilizzati interamente. I giocatori che hanno preso parte al torneo hanno pagato la quota di iscrizione di $3.000 AUD o hanno vinto il loro posto al torneo attraverso vari satelliti - 28 di loro si sono qualificati online su PokerStars. Il numero complessivo di iscritti sarà reso noto domani quando la seconda fase del day 1 avrà inizio - ma possiamo ipotizzare che saranno almeno 200.

A torneo appena iniziato è subito accaduto l'inevitabile - coppia di K under the gun ha trovato A-A al big blind, i due K non hanno trovato nessun aiuto dal board e c'è stata la prima eliminazione. Steve Tapakas è stato il giocatore che si è aggiudicato il piatto, guadagnando subito la testa della classifica. Ha infine concluso la sua prima giornata con 32.000 chips, perdendo terreno nel corso del torneo, dato che lo stack iniziale era 20.000.

Tra i giocatori sponsorizzati da PokerStars e Team PokerStars Pro - Stewart Scott, il campione 2009 dell'Aussie Millions, è uscito nelle prime fasi di gioco.

Stewart Scott-thumb-350x527-41151.jpg

Stewart Scott, campione del 2009 Aussie Millions

Il Team PokerStars Pro Lee Nelson aveva al suo stesso tavolo Garry Benson di Sydney e dopo diverse schermaglie tra i due è stato Garry a raccogliere le ultime chips di Lee con A-K, mano dominante rispetto ad A-T di Nelson.

Joe Hachem ha costruito lentamente il suo stack nel corso della giornata, concludendo in media con 43.700. Il giocatore sponsorizzato da PokerStars Emad Tahtouh ha passato anche lui il turno con 37.900.

Emad Tahtouh-thumb-350x527-41154.jpg

La faccia da poker di Emad Tahtouh

Eric Assadourian, altro giocatore sponsorizzato da PokerStars, ha resistito fino a 10 minuti dal termine del livello finale, vedendo un all in con A-8 su un board A-3-5. Il suo avversario ha scoperto la mano migliore, A-Q, ed Eric è stato eliminato.

Al termine della giornata sono state raccolte 37 buste di chips. Questi 37 giocatori si riposeranno per un giorno, in attesa che si concluda la seconda fase di gioco del primo giorno di gara, si uniranno poi agli altri sopravvissuti di domani per riprendere a giocare venerdì.

La busta che ha raccolto più chips è stata quella di James Broom che ha 183.500. Durante il corso della serata ha collezionato le chips dei giocatori abbastanza coraggiosi da affrontarlo. Spesso nei grandi tornei il secondo giorno di gara ribalta le cose ma James venerdì tornerà comunque con il miglior stack a meno che domani qualcuno non raccolga un bottino più ricco.

IMG_8443-thumb-350x527-41144.jpg

James Broom raccoglie le sue torri di chips

A seguirlo in numero di chips c'è Derren Bullock a 125.000, e quindi il popolarissimo Goodwin a 108.600.

IMG_8446-thumb-350x527-41157.jpg

James Goodwin sembra soddisfatto del suo chip count

A seguire ci sono due qualificati online su PokerStars, Karl Krautschneider che ha raccolto 107.100 e Michael Guzzardi con 105.300 in chips.

Michael Guzzardi-thumb-350x527-41160.jpg

Michael Guzzardi controlla le sue chips finali

La giornata di domani sarà altrettanto pericolosa per alcuni giocatori e fortunata per altri.

Per coloro che oggi hanno passato questo primo turno sarà difficile superare James Broom e Michael Guzzardi due giocatori che hanno le giuste credenziali e tra gli outsider che fanno parte della "vecchia guardia", David Gorr si darà da fare.

Per oggi è tutto....a domani.

Chris "The Barracuda" Newton

Archivio