pokerstars.it

ANZPT Adelaide: trionfa un qualificato online

IMG_8542-thumb-350x232-41322-thumb-450x298-41323.jpg

Karl Krautschneider col suo trofeo


Karl Krautschneider di Melbourne ha vinto il titolo dell'evento inaugurale del PokerStars.net ANZPT allo SKYCITY Casinò di Adelaide. Karl non ha mai smesso di condurre il gioco durante tutto il tavolo finale, cedendo difficilmente le sue chips ed eliminando da solo la maggior parte degli avversari. La sua ricompensa per aver superato gli altri otto di oggi - e i 214 partecipanti al torneo - è stata il premio da $170.215.

Al termine della giornata di ieri, dopo che i giocatori avevano finito di impacchettare le loro chips, i conteggi apparivano così:

Posto 1...... Bruno Portaro - 552,000
Posto 2...... Mike Stecker - 390,000
Posto 3...... Karl Krautschneider - 662,000
Posto 4...... James Broom - 443,000
Posto 5.......Julius Colman - 596,000
Posto 6.......Tony Dunst - 635,000
Posto 7.......Dean Nyberg - 439,000
Posto 8.......Daniel Noja - 304,000
Posto 9.......Celina Lin - 261,000

Nella prima mano della giornata James Broom si è trovato a decidere se vedere un raise investendo tutte le proprie chips con A-K. Difficile passare a quel punto e James ha deciso di mettere nel piatto le sue 443.000 chips. La coppia di 7 di Bruno Portaro era in vantaggio contro James pre-flop e ha mantenuto il vantaggio fino al river. Abbiamo perso così il primo finalista che per il suo nono posto si è aggiudicato $11.740.

Il gioco si è stabilizzato poi per circa 90 minuti. La sola mano significativa è stata quella in cui Daniel Noja ha raddoppiato le sue 230.000 chips floppando doppia con Q-J contro Tony Dunst con 7-7.

Poco dopo questa mano è stato ancora Bruno ad andare all-in con A-K. Tutte le chips hanno raggiunto il piatto su un flop 9-K-3 e quando Karl, che ha visto l'all-in con lo stack maggiore, ha scoperto le proprie carte era dietro con Q-Q. Un 10 al turn ha migliorato le possibilità di Karl concedendogli altre quattro outs ma alla fine è riuscito a chiudere il punto nella maniera più incredibile, prendendo una Q al river che gli ha concesso il set. Bruno Portaro ha dovuto invece accontentarsi dell'8° posto e $17.610.

A questa elimnazione è seguita una pausa di 50-minuti nell'azione, ma è stato un periodo cui sono seguite eliminazioni a cascata.

Celina Lin, giocatrice sponsorizzata da PokerStars, che aveva giocato bene fin dal day 2 del torneo si è trovata ancora una volta a corto di chips. Dopo che Dean Nyberg aveva fatto un rilancio standard, Celina ha deciso di andare all-in. Tutti gli altri hanno passato fino a Dean. Con A-K ha provato a interrompere la catena sfortunata di questa mano (gli ultimi due giocatori erano stati eliminati proprio con questa mano) e ha visto.

Celina aveva 6-6 e ha perso il vantaggio già al flop A-3-Q. Nessun 6 al turn o al river è arrivato a ribaltare la situazione e l'ultima giocatrice ha lasciato il torneo e dovrà attendere un'altra occasione per la vittoria. Il settimo posto ha fatto guadagnare a Celina $23.475.

IMG_8518-thumb-450x677-41325-thumb-350x526-41326.jpg

Celina Lin al tavolo finale


Poco dopo il tavolo perde anche lo short-stack Julius Colman. Per Julius non è stata una buona giornata e quando ha visto il flop J-4-5 è andato all-in con Q-J. Tony Dunst che aveva rilanciato preflop non concede speranze a Julius quando gli mostra J-J. Julius Colman lascia quindi il torneo al 6° posto e porta a casa $29.345.

Nemmeno il tempo di respirare e abbiamo ancora un all-in e un call. Il giocatore locale di poker online Dean Nyberg aveva probabilmente pensato di avere la mano migliore, e invece le sue possibilità di portare a casa il piatto erano molto poche rispetto a quelle di perdere tutto. Un flop Ah-Ad-8d è stato la causa dei suoi guai. Dean aveva Qd-Jd, ma dopo aver deciso di puntare su quel flop ha trovato il call di Karl Krautschneider.

Dean prosegue la mano con un check-raise al turn. Ancora una volta Karl vede soltanto. Un 7h arriva al river e Dean decide di andare all-in e questa volta Karl non può che vedere ancora con il suo nut flush realizzato con Kd-Td. Dean Nyberg esce al 5° posto e si aggiudica $41.085.

Ancora qualche mano e il giocatore statunitense Mike Stecker, rimasto short, sente l'esigenza di cercare di recuperare un pò di chips. Appena vede A-4 punta tutto quello che gli rimane preflop, e cioè 230.000. A vedere è ancora una volta Karl Krautschneider che ha A-Q. Il flop è da incubo per Mike A-Q-3, che gli lascia solo la speranza di due 4 consecutivi o di un 5 e un 2 per sopravvivere. Davvero troppo da chiedere e Mike Stecker conclude al 4° posto e si aggiudica $52.825.

A questo punto le chips sono così suddivise:
Karl Krautschneider, Australia, qualificato PokerStars, 2.240.000
Tony Dunst, USA, giocatore PokerStars, 1.240.000
Daniel Noja, Australia, 400.000

Krautschneider ha la chip lead mentre Daniel Noja è lo short stack.
Daniel riesce a guadagnare un pò di terreno nella successiva mezz'ora, vincendo chips sia contro Tony che Karl. Daniel viene messo alle corde da Tony nella seguente mano. Aveva realizzato top pair con un Kicker medio (una buona mano in una fase di gioco a tre) contro una over card di Tony e un progetto di colore. I due avevano giocato diverse grosse mani in precedenza ed anche questa non fa eccezione, tutte le chips dei due raggiungono infatti il centro del tavolo. Daniel ha una coppia con il suo J ma la carta che cade al turn, ancora un J, è del seme che cerca Tony per il suo colore. Daniel ha bisogno che il board raddoppi al river o della sua altra carta ma nessuno dei due casi si presenta e Daniel è quasi fuori.
La sua ultima mano arriva poco dopo, quando va all-in con Kc-Jc ma Tony Dunst scopre Ac-Qc. Sul board arrivano tre carte di fiori e il nut flush di Tony tiene fino al river. Daniel Noja conclude dunque al 3° posto e vince $64.565.

Karl e Tony sono ora uno di fronte all'altro, Tony con il suo completo grigio e Karl con una più rilassante polo. Entrambi i giocatori però indossano qualcosa in comune, il logo PokerStars.net. Karl ha infatti vinto il suo posto al torneo dopo aver giocato un satellite rebuy su PokerStars. Tony invece ha comprato il suo posto attraverso PokerStars. Era piuttosto difficile indovinare quanto sarebbe durato il loro confronto dal momento che i due sono stati i migliori giocatori del torneo e hanno costruito i propri stack con un gioco aggressivo.
Tony era riuscito a portarsi in vantaggio fino a che Karl ha realizzato una scala runner runner, con parecchie chips anche se non tutte investite al turn.

I due si sono scambiati le chips per parecchio fino a che un flush draw, che ha deciso molte mani negli ultimi due tavoli del torneo, ha decretato anche il vincitore.
Poco prima delle 17 con i blinds a 12.000-24.000, Karl rilancia a 60.000 e ottiene il call. Dopo aver visto un flop 4-2-K con due carte di fiori, Tony passa la parola a Karl che scommette ancora 60.000. Tony rilancia quindi aggiungendo ancora 140.000 e Karl ci mette un pò di tempo prima di decidere di andare all in con 8-9 di fiori.
Tony ha in mano una doppia con Kd-2d, che significa un call obbligato in situazione di heads-up.
Al turn arriva un 3d e con la folla che si accalca per seguire l'azione si conclude questo main event quando il 7 di fiori arriva al river a completare il colore di Karl.

Tony Dunst conclude al 2° posto nel primo main event ANZPT e vince $111.520


Karl Krautschneider è il giocatore che ha tutte le chips del torneo davanti ed è il vincitore del torneo inaugurale del PokerStars Australia and New Zealand Poker Tour e il fortunato che si aggudica il primo premio di $170.215!

Congratulazioni Karl!
IMG_8552-thumb-450x298-41330.jpg

La mano vincente

Archivio