pokerstars.it

EPT Kiev: Lykov in testa al termine del day 3

L'obiettivo dei 68 giocatori rimasti in gioco oggi era quello di raggiungere la zona premio e quindi il day 4. Questa è una fase di gioco dal ritmo intenso in cui il livello di stress si alza e la tensione rimane alta fino al momento in cui i 40 premiati potranno tirare un sospiro di sollievo.

Il gioco si è fatto quindi più rilassato fino al momento in cui i 32 giocatori rimasti in gara hanno impacchettato le loro chips per il day 4.

_MG_5858_EPT6Kyiv_Neil_Stoddart.jpg

Ci sono voluti tre livelli di gioco per raggiungere la zona bolla in cui i giocatori si guardavano in giro in attesa che la sfortuna colpisse i propri avversari. Al termine di questo periodo in cui bisognava avewre nervi saldi lo sfortunato bubble boy di Kiev eliminato fuori dalla zona premio è stao Serguei Pomerantsev, mentre i 40 rimasti hanno festeggiato i premi.

_MG_6868_EPT6Kyiv_Neil_Stoddart.jpg
il Bubble boy Serguei Pomerantsev

Pomerantsev era andato all in per 84.500 sul rilancio pre-flop di Jonas Kronwitter. Il tedesco non ha fatto attendere il proprio call e ha mostrato J-J mentre il russo aveva in mano A-Q. Un J al flop mette subito fine alle speranze di Pomerantsev che è l'ultimo giocatore a lasciare il torneo senza premio.

Con l'eliminazione del giocatore russo, l'effetto relax creato dai premi già raggiunti fa in modo che le eliminazioni si susseguano più rapide.

Adesso è il momento per i big stack di rafforzare la propria supremazia e per gli short di tentare il raddoppio. La lotta per la leadership vede impegnati due russi Maxim Lykov e il leader del day 2 Vitaly Tolokonnikov e solo il tedesco Jonas Kronwitter ha abbastanza chips da provare ad insediare la loro posizione.

_MG_6644_EPT6Kyiv_Neil_Stoddart.jpg
Chip leader Maxim Lykov

Alla fine della giornata è Lykov a raggiungere il gradino più alto del podio, raccogliendo 636.000 chips contro le 613.000 di Tolokonnikov e le 550.000 di Jonas Kronwitter

_MG_6944_EPT6Kyiv_Neil_Stoddart.jpg
Jonas Kronwitter

Tra gli altri giocatori che possono vantare alte piramidi di chips ci sono Joram Voelkein (520.000), Adrian Schaap (520.000) e Igor Dubinsky (517.000), passano il turno anche i qualificati PokerStars Michael Naletov (257.000), Michael Meyburg (240.000), Andrew Malott (183.000) ed Alex Fitzgerald (185.000).

_MG_6627_EPT6Kyiv_Neil_Stoddart.jpg
Andrew Malott

Si conclude invece il sogno del qualificato del Kazakhstan Aleksandr Ivanchenko, che aveva vinto il suo posto in un freeroll e tra i nomi illustri oggi lasciano il campo Arnaud Mattern e Lika Gerasimova.

Per l'Italia raggiunge la zona premio Luca Falaschi che porta a casa €7.610 per il suo 35° posto, lasciando le nostre speranze nelle mani di Michele Limongi che ha chiuso la sua giornata a quota 300.000 chips dopo essere salito fino quasi a 700k.

Conclude invece fuori dai premi il giornalista della Gazzetta dello Sport Fabio Bianchi e il finalista di Prga Francesco Cirianni che investite le sue chips con A-K, subisce lo scoppio da parte di un avversario con A-Q.

Oggi è stata la giornata più breve nella storia dell'EPT ma i giocatori non sembrano affatto scontenti di avere la serata libera e torneranno con maggiori energie per il loro day 4.

_MG_6086_EPT6Kyiv_Neil_Stoddart.jpg

Domani la corsa al tavolo finale comincerà a mezzogiorno con la cronaca in diretta EPT Live

Per oggi da Kiev è tutto...seguiteci domani in diretta!

Archivio