pokerstars.it

EPT Kiev: sei nazioni europee al tavolo finale

Il tavolo finale dell'EPT di Kiev sarà uno dei più cosmopoliti dell'European Poker Tour -- a testimoniare il fascino internazionale che ha ormai raggiunto questo gioco.
Dei 296 giocatori iscritti a questo evento sono rimasti in gioco solo otto che provengono da sei differenti paesi d'Europa: Russia, Bielorussia. Ucraina, Germania, Polonia e Olanda.

Domani questi otto giocatori si sfideranno al Palace of Sports di Kiev per aggiudicarsi il primo titolo di campione EPT della sesta stagione e un primo premio di €330.000.

_MG_7071_EPT6Kyiv_Neil_Stoddart.jpg

Ecco i loro nomi completi di conteggio:

Maxim Lykov, Russia, 2.597.000
Vadim Markushevski, Bielorussia, 1.662.000
Alexander Dovzhenko, Ucraina, 1.590.000
Vitaly Tolokonnikov, Russia, 1.019.000
Lucasz Plichta, Polonia, 731.000
Arthur Simonyan, Russia, 531.000
Adrian Schaap, Olanda, 520.000
Torsten Tent, Germania, 264.000

I tifosi locali sono probabilmente soddisfatti di vedere un giocatore ucraino tra i primi tre. Alexander Dovzhenko, appoggiato da un nutrito gruppo di sostenitori è stato protagonista questo pomeriggio, mantenendo la leadership a lungo.

Dovzhenko ha raddoppiato inizialmente a spese di Joram Voelklein poi con coppia di assi ha giustiziato Nikita Nikolaev. Nessuno di loro è sopravvissuto all'attacco di Dovzhenko che ha così raggiunto indisturbato il tavolo finale.

_MG_7226_EPT6Kyiv_Neil_Stoddart.jpg

Alexander Dovzhenko


Vadim Markushevski e Maxim Lykov sono molto simili, entrambi sono giovani e aggressivi e per tutto il giorno hanno puntato agli short stacks tenendosi alla larga l'uno dall'altro. Lykov è stato al tavolo televisivo per tutto il giorno e tra alti e bassi ha conquistato il maggior numero di chips tra i finalisti mentre Markushevski è stato un po' vittima del sorteggio ed ha rimbalzato da un tavolo all'altro, anche se il suo stack non ne ha risentito.

_MG_7182_EPT6Kyiv_Neil_Stoddart.jpg

Maxim Lykov



_MG_7068_EPT6Kyiv_Neil_Stoddart.jpg

Vadim Markushevski


Torsten Tent e Lucasz Plichta hanno raggiunto il tavolo finale investendo pochissimo, entrambi si sono infatti qualificati su PokerStars. Tent ha avuto moltissime chips prima di cederne buona parte a Lykov, e aprirà il suo tavolo finale da short stack ma ha ancora buone speranze di raggiungere lo stesso risultato dei suoi compatrioti Moritz Kranich, Sebastian Ruthenberg e Sandra Naujoks, tutti campioni EPT nella scorsa stagione.

Il percorso di Plichta è forse il più interessante, è l'unico giocatore che a Kiev rappresenta la Polonia e ha vinto la qualificazione in un satellite FPP su PokerStars. Fino ad ora non ha investito nulla e sta per portare a casa un ricco bottino!

_MG_7281_Lucasz_Plichta_EPT6Kyiv_Neil_Stoddart.jpg

Lucasz Plichta


Naturalmente oggi sono stati molti anche gli eliminati, tra loro Andrew Malott, Alex Fitzgerald, Grigory Zima, Iliya Gorodetskiy, Bernard Boutboul, Jonas Kronwitter e molti altri.

A difendere le speranze italiane era in gioco Michele Limongi che rimasto short stack è andato all in per 31.500, seguito da Nikita Lebedev in late position e Artem Litvinov che è andato a sua volta all in per 21.500. Limongi aveva in mano A♦6♠, Lebedev A♥8♥ mentre Litvinov T♥T♦. Ecco il board che ha giustiziato nelle prime fasi di gioco Michele Limongi 5♥J♥7♠K♠9♥ regalando il colore al giocatore con lo stack maggiore.

Buona notte a tutti, l'appuntamento con l'EPT di Kiev è per domani con la diretta EPT LIVE.


_MG_6891_EPT6Kyiv_Neil_Stoddart.jpg

_MG_6978_EPT6Kyiv_Neil_Stoddart.jpg

_MG_7018_EPT6Kyiv_Neil_Stoddart.jpg

Archivio