pokerstars.it

EPT Praga ME: Livshitz domina il Day5, ma Pobal cerca la seconda "picca". Oggi alle 12:30 il Final Table in streaming!

E' questione di poche ore prima che l'ultimo atto dell'EPT Main Event di Praga, stagione 2019, abbia inizio. Il Day5, al termine di 4 livelli da 90 minuti ciascuno, ha infatti consegnato i nomi dei 5 finalisti che oggi, a partire dalle 12:00 ora locale, si contenderanno la prima moneta da €1.005.600.

bfc7e7fde63.jpgGaby Livshitz

In testa c'è l'israeliano Gaby Livshitz, un nome forse non tra i più noti nonostante i 420.000 dollari vinti in carriera oltre ad essere un Maestro Internazionale di scacchi, che ha impilato una montagna di gettoni: ben 11.205.000. Il primo degli inseguitori, il 26enne brasiliano Ricardo Da Rocha, grinder online alla sua prima apparizione in un torneo europeo, è distanziato di oltre tre milioni di chip, avendone accumulate 7.925.000.

b5c0ae7a581.jpgRicardo Da Rocha

Terzo posto per il chipleader del Day4, l'ungherese Norbert Szecsi, con 7.350.000. Szecsi è senza dubbio uno dei due giocatori di maggiore esperienza di questo FT, potendo vantare oltre 3 milioni di dollari accumulati in eventi live e ben due braccialetti WSOP nel suo palmares. L'altro è Mikalai Pobal, 4° nel chipcount grazie a un'imbustata finale di 4.740.000 chip. Il bielorusso (1,36 milioni di dollari vinti finora dal vivo) è l'unico a poter realizzare una doppietta e raggiungere Victoria Coren Mitchell nell'olimpo dei due-volte campioni EPT: il primo titolo, infatti, Pobal lo vinse a Barcellona nel lontano 2012, davanti 1.082 giocatori e per una moneta di €1.007.550.

b06b577090e.jpgMikalai Pobal

La griglia di partenza è completata dal portoghese Tomas Paiva, giocatore di chiara "matrice online" ma non per questo meno temibile al tavolo reale, che ha concluso il Day5 con 3.380.000.

b3e38e45de2.jpgTomas Paiva

Queste le posizioni attorno al dealer:

Seat 1: Mikalai Pobal, Belarus, PokerStars qualifier - 4.740.000
Seat 2: Ricardo Da Rocha, Brazil - 7.925.000
Seat 3: Tomas Paiva, Portugal - 3.380.000
Seat 4: Norbert Szecsi, Hungary - 7.350.000
Seat 5: Gaby Livshitz, Israel - 11.205.000

E questi sono i premi in palio:

1° - €1.005.600

2° - €598.880

3° - €412.450

4° - €316.780

5° - €241.230

Avrebbero dovute essere sei, ma la velocità delle eliminazioni ha fatto sì che il tournament director Toby Stone consentissime di proseguire fino al termine del livello 28 (bui 40K/80K bb ante 80K). Un tempo sufficiente per assistere all'eliminazione al 6° posto del forte inglese Luke Marsh, per mano di Da Rocha. E' il brasiliano ad iniziare l'azione con un raise a 180K da utg e A♠T♠ come hole cards. Mikalai Pobal decide di chiamare da SB con J♠J♣, offrendo così a Marsh le odds per il call. Il flop K♦6♠3♠ porta la top pair per quest'ultimo ma anche il nut flush draw per Da Rocha, che ha anche una overcard. Dopo il doppio check dei bui, il brasiliano punta altre 180.000 chip, chiamate sia da Pobal che da Marsh. Il turn è un 9♠ che completa il colore nut di Da Rocha: il brasiliano punta 425.000, Pobal questa volta butta via le carte, mentre Marsh, dopo un time bank, sceglie di chiamare lasciandosi dietro 1.460.000 chip. L'ultima carta è un 6♥: Da Rocha mette ai resti Marsh il quale usa due time bank e alla fine chiama, solo per doversi alzare dal tavolo e andare ad incassare €177.420.

b7942f8e66a.jpgLuke Marsh

Tra le prime eliminazioni del Day5 c'è quella, senza dubbio illustre, di Dominik Panka: il vincitore del PCA Main Event 2014 finisce ai resti con A♦T♠ ma trova il call di Da Rocha che lo domina con A♠K♦. Nessuna sorpresa dal board e il pro polacco è l'uomo bolla del final table a 9, per €62.070 di ricompensa.

bb87f6ffddd.jpgDominik Panka

La altre posizioni a premio del Day5 sono: Vlastimil Pustina (12° per €55.690), Erdal Gulseven (11° - €62.070), Gab Yong Kim (9° - €74.770), Dietrich Fast (8° - €96.100), Laurent Michot (7° - €134.610).

Il Day6 inizia a brevissimo. Per seguirlo è sufficiente collegarsi al canale Twitch di PokerStars, dove l'azione verrà trasmessa in streaming (e commento in inglese) con 30 minuti di differita per consentire la visione a carte scoperte.

Buona final table a tutti!

Archivio