pokerstars.it

Angelini chiude in testa il Day3 dell'IPO by PokerStars. Domani l'ultimo atto, con la diretta streaming del final table!

MICH2641_preview.jpeg

Clicca qui per aggiornare la pagina e visualizzare le news

Ore 14:05. Lo "shuffle up and deal" è appena arrivato. Inizia il Day3 dell'Italian Poker Open by PokerStars. Si parte con 75 giocatori disposti su 9 tavoli e si proseguirà fino a 9 left o per un massimo di 8 livelli. La top ten della classifica è questa (per il chipcount completo clicca qui):

POSIZIONENOMECHIPS
1SPERANZA SIMONE3100000
2HEINSDORZ TOBIAS2175000
3RIOS DORIAN2160000
4RADICCHI ANDREA2097000
5BERNARDINI GIANLUCA2036000
6BONANNI GIANLUCA1983000
7ALILOVIC MIROSLAV1870000
8WINSKY LUCASZ1631000
9PULICARI PASQUALE1500000
10LONGHITANO LUCIANO1495000

Siamo a metà del livello 24, bui 15.000/30.000 ante 3.000. C'è un tavolo particolarmente attivo e interessante che riunisce Giuseppe Ruocco, il sempre solissimo Carmelo Vasta, l'imprevedibile "nasty boy" Andrea Radicchi (4° nel chipcount), Nicola Angelini e Giulio Asterita. Arriviamo quando Radicchi e Angelini stanno giocando su questo board: 4♠7♥Q♣A♥J♠. Radicchi da mid punta 305.000 su un pot di circa 600k. Angelini va in the tank per qualche minuto, fino a che gli viene chiamato il time. Quasi allo scadere, decide di chiamare. Radicchi mucka diretto e Angelini si limita a mostrare un 3♦.

Una mano dopo è di nuovo Angelini in azione. Questa volta è lui che overbetta all-in su un board connesso e ottiene il fold dell'avversario che gli chiede di mostare il bluff. Di nuovo Angelini gira una carta che non lega in nessun modo il board. Con questo piatto Angelini sale a circa 1.900.000.

Mancano 14 minuti alla fine del livello. Altro tavolo e scontro di reg tra Simone Speranza e Alessio Astone. Apre Speranza da utg+1 per 65k, ma trova il reraise diell'avversario che dal bottone ne mette 220k. Call di Speranza. Flop: Q♣T♣2♣, Astone c-betta 190k e Speranza chiama ancora. Il dealer gira un K♥ al turn, sul quale è check per due. Il river è un: J♦. Astone checka ancora, il chipleader va all-in in overbet e l'avversario chiama. Lo showdown è di quelli che fanno male: Astone ha AK, scala chiusa al river, ma Speranza ha full nuts con A♣J♣. Astone è out, mentre Speranza arriva a quota 5 milioni, sempre più da solo al comando. Il field scende a 59 left.

Siamo nel nuovo livello 25, bui 20k/40k ante 4k e 48 players left. Non sappiamo bene cosa sia successo, ma Speranza è un po' meno solo: Angelini deve aver eliminato un paio di avversari, perché il suo stack ora è di 5.100.000. Speranza è a quota 5.300.000.

Sempre al tavolo più "caldo" del momento, quello con Angelini, Radicchi e Miniucchi. Proprio quest'ultimo chiama da SB l'apertura da hijack di Luigi Curreli per 88.000. Si va al flop: 4♣9♦4♠, check-check. Al turn arriva un 6♦ e Miniucchi check-call le 95.000 chips di Curreli. Il river è un 2♥, e di nuovo i due optano per il check. Miniucchi mostra AQ, Currelli AJ. Piattino per Miniucchi che si porta a circa 2,4 milioni.

33 left quando siamo a metà del 26° livello, con bui 25k/50k e ante 5k. Al tavolo dove Simone Speranza continua a macinare chips (7,8 milioni), assistiamo ad uno scontro tra due "pesi medio-massimi". Apre un giocatore da mid 2,5x, chiamano Pasquale Pulicari da bottone e Gianluca Bonanni in posizione di BB. Sul flop che recita 8♠2♥7♥ si scatena l'azione: esce Bonanni in donk bet per metà piatto, call dell'original raiser ma Pulicari non ci sta e rilancia a 380k. Call solo di Bonanni. Turn: 9♥ sul quale arriva il doppio check. Il river è un 5♠: Bonanni prende in mano l'azione mettendo 375k in mezzo. Pulicari ci pensa un po' e alla fine chiama. Allo showdown il suo avversario gira 6♥8♦, scala chiusa al river. Pulicari scuote la testa e mucka. Bonanni sale a quota 4,3 milioni, Pulicari scende a 3.

All'inizio del livello 27 (30.000/60.000 ante 6.000) ci sono 28 giocatori e 4 tavoli. Su uno di questi, forse il più "prudente", siedono Marino Ferrara, Gianluca Bernardini e il bosniaco Raus Nenad, con uno stack di 5,4 milioni.

Aggiornamento stack: Marcello Miniucchi 2.400.000, Marino Ferrara 4.275.000, Gianluca Bernardini 2.470.000. Azione che coinvolge proprio questi ultimi due. Apre Bernardini da mid e trova il call di Marino "PROJECTone" Ferrara da bottone. Flop: 8♥7♣T♦, Bernardini punta 100k, instant-callato dall'avversario. Il turn è un A♠, Bernardini continua l'attacco con altre 220k chips e Ferrara si appoggia nuovamente. Quando al river scende un K♦ Bernardini va subito in all-in, ottenendo il fold dell'avversario. Ferrara, giocatore di mtt e di cash, è reduce da una spedizione positiva al PokerStars and Monte-Carlo©Casino EPT.

Monica Poggi, ultima donna ancora in gara, è shortstack con 1 milione di chips. In questo momento, i giocatori in gara stanno giocando per una prima moneta da €150.000.

Aggiornamento chipcount al termine del livello 28 (40k/80k ante 10k), average 2.650.000:

NomeChips
Simone Speranza12.000.000
Raus Nenad5.900.000
Gianluca Bonanni5.300.000
Amihai Neeman4.500.000
Nicola Angelini3.445.000
Pasquale Pulicari3.200.000
Lakasz Winski2.500.000
Marino Ferrara2.465.000
Rocco Pandiscia2.415.000
Marcello Miniucchi2.400.000
Luciano Longhitano2.350.000
Gianluca Bernardini2.320.000
Luca Selmi2.300.000
Calogero Giordano1.500.000
Guido Presti1.445.000
Ladislav Cerveny1.300.000
Luigi Curelli1.250.000
Mario Menicanin1.250.000
Andrea Radicchi1.100.000
Gianni Celli1.000.000
Giorgio Pienarosa975.000
Monica Poggi830.000
Fiorenzo Donati700.000
Martin Komprda400.000

Dopo la pausa cena, il livello 29 si apre subito con 4 eliminazioni. Al 24° posto esce Gianni Celii, al 23° Luigi Curveli, al 22° Giorgio Pienarosa. A tutti loro va un premio di €5.500. La quarta eliminazione è opera di Simone Speranza che apre da bottone a 180.000 e trova il call di Calogero Giordano. Il flop si presenta così: K♦Q♠T♣, sul quale Giordano mette i resti con un check-raise. Snap call di Speranza. Allo showdown Giordano si presenta con Q♥T♦, doppia coppia floppata, mentre Speranza parte sotto con K♣9♦. Un K♠ al turn ribalta subito la situazione a favore del chipleader, che non cambia quando al river scende un 6♣. Giordano out 21°, anche per lui ci sono €5.500.

Pochi minuti e arriva un'altra eliminazione. L'azione è tutta preflop: Miniucchi e Radicchi finiscono ai resti, con "Cavendramin" che ha KK vs 99 del giovane grinder. Board liscio e Radicchi è out in 20a posizione (€6.900). Miniucchi sale a 4,65 milioni.

Perdiamo al 19° posto (€6.900) l'ultima quota rosa rimasta in gara. Nicola Angelini open-raisa da cutoff per 220k. All fold fino a Monica Poggi che, optando per uno "stop and go", si limita a chiamare. Il flop sembra favorevole alla sua giocata: 3♦6♣6♠, all-in instantaneo della Poggi e call di Angelini. Showdown:

Angelini: A♣K♦

Poggi: 4♠4♣

La coppia regge al turn T♠, ma il river è un beffardo T♦ che bina le coppie sul board e consegna il piatto ad Angelini grazie all'asso kicker.

MICH2730_preview.jpegNicola Angelini, chipleader al termine del Day3

Almeno due generazioni separano Fiorenzo Donati, il giocatore "più senior" di questo torneo, persona caparbia e gentile al tempo stesso, e Gianluca Bernardini, grinder della nuova generazione. Ormai molto corto, Donati va all-in preflop con AQ e trova il call di Donati che mostra coppia di 9. Il board è liscio e Donati è player out (€6.900). Il field ora è di 17 giocatori.

Bernardini parte seconda. Apre con QQ, trova il call di Lakasz Winski con AQ. Board senza scossoni e Winski è eliminato al 17° posto per €8.500.

Arriva la mano che dà uno scossone al torneo. Livello 31 (60k/120k ante 10k), Simone Speranza e Marcello Miniucchi finiscono ai resti preflop. Miniucchi è a rischio eliminazione con A♣K♦ contrapposto alla coppia di K di Speranza, ma un A♥ al turn lo salva. Miniucchi ora ha circa 7,4 milioni, Speranza scende a 11. Contemporaneamente sull'altro tavolo esce lo shortstack Martin Komprda. Si continua con 15 left.

Sta per finire il penultimo livello di questo Day3, ma sui due tavoli l'azione è molto rallentata, se si eccettua un raddoppia di Mario Menicanin su Bernardini: all-in e call, tutto preflop, con la coppia di 5 di Menicanin che resiste a A♦J♠ di Bernardini. Nel frattempo l'organizzazione ci comunica che dei 15 giocatori in gioco, ben 12 sono quelli che posso ancora sperare di vincere il Platinum Pass.

Rocco Pandiscia dà la sveglia: con un 1-2 mette fuori gioco prima Luca Selmi (15°) e poi Mario Menicanin (14°) che si consolano con €8.500 di payout. Pandiscia porta il proprio stack a quota 5.250.000.

Inizia l'ultimo livello di giornata, il 32° con bui 80.000/160.000 ante 20.000. Si giocano ancora 75 minuti o, in alternativa, fino a 9 left.

Si scontrano i primi due del chipcount, Simone Speranza e Nicola Angelini. Apre quest'ultimo da cutoff per 350k e Speranza difende il suo SB. In due vedono questo flop: 8♦A♥6♣. Speranza va in check-call sulla bet a 380k di Angelini. Il river porta un K♦, e anche un doppio check. Un T♠ completa il board: qui Speranza esce puntando 1,4 milioni. Angelini ci pensa, studia un po' l'avversario, ma alla fine decide di lasciar andare. Speranza si trova ora con 8.200.000 chips, Angelini invece è chipleader con oltre 12 milioni.

12 left. Ancora un'azione tutta preflop: finiscono ai resti Rocco Pandiscia con coppia di 10 e Ladislav Cerveny che ha A♣7♣. Il flop regala un 10 che fa settare Pandiscia, al turn si apre la possibilità di gutshot per una scala a incastro che tuttavia non si concretizza al river. Cerveny va a monetizzare il suo 13° posto (€10.000), mentre Pandiscia supera quota 7 milioni ed entra nella top 3 del chipcount.

Arriva la mano che mette fine al Day3. Inizia Simone Speranza che da utg+1 rilancia a 320.000. L'azione arriva a Raus Nenad che dal bottone decide di pushare all-in per 3.585.000 chips. Speranza ci pensa pochissimo e chiama.

Nenad: 6♠6♥

Speranza: A♦Q♦

Il flop 7♣T♦J♥ aumenta gli out di Speranza. Il turn 5♠ non è uno di questi, ma il river Q♣ sì e sancisce l'eliminazione del bosniaco al 12° posto (€10.000).

Termina così la giornata, con 11 giocatori che tornano domani alle ore 13:00 per dare la caccia a €150.000 di prima moneta e al Platinum Pass. Il tavolo finale sarà trasmesso interamente in streaming (con un'ora di ritardo per consentire la visione con "cards up") sulla pagina Facebook di PokerStars.it. Vi aspettiamo numerosi!

Questo il chipcount finale:

NomeChips
Nicola Angelini12.800.000
Simone Speranza10.200.000
Gianluca Bernardini6.704.000
Rocco Pandiscia6.580.000
Luciano Longhitano5.730.000
Gianluca Bonanni5.380.000
Marcello Miniucchi4.645.000
Pasquale Pulicari4.200.000
Guido Presti3.285.000
Amihai Neeman2.670.000
Marino Ferrara2.120.000

Archivio