pokerstars.it

WSOP news. L'Italia resta al palo: nel Double Stack vince Cheong, Andrea Buonocore è quarto per $235.099!

Il 10° braccialetto WSOP continua a mancare nella bacheca italiana del poker. Tre giorni fa l'occasione è sfuggita di pochissimo a Marco Bognanni, runner-up nel $800 No Limit Hold'em Deepstack; l'altra notte a fare "quasi gol" (per usare le parole di Nicolò Carosio) è stato Andrea Buonocore.

Il pro italiano, ma residente da qualche anno proprio a Las Vegas, era impegnato nell'evento #34, $1.000 Double Stack No Limit Hold'em. Avevamo fatto menzione a questo torneo alla fine del report sulla gara di Bognanni, ma per chi se lo fosse perso ricordiamo che Andrea Buonocore era riuscito ad entrare negli ultimi 6, con il 4° stack in classifica. Questo la griglia di partenza all'inizio del final day:

Schermata 2019-06-19 alle 17.42.19.jpg

Tra i pretendenti al braccialetto c'era Joseph Cheong il quale, oltre ad essere chipleader, era probabilmente anche il giocatore più temibile del sestetto.

E infatti è lui a realizzare la prima eliminazione, pochi mani dopo lo shuffle uo and deal. Ido Ashkenazi va all-in diretto con A♠J♠ e trova il call di Cheong che parte avanti grazie a una coppia di "ganci": J♣J♥. Il board è senza scossoni e il tavolo scende a quota 5 giocatori.

Passono poche orbite e arriva la seconda eliminazione. L'autore è David Ivers, giocatore piuttosto loose, che in maniera poco cavalleresca manda alle casse una sfortunata Arianna Son. Siamo in "guerra di bui" e l'americano pusha diretto da small blind con 9♦2♠ nel tentativo di rubare un doppio BB alla connazionale. La risposta invece è un call, con Q♥J♥. Il flop, però, porta subito avanti Ivers: A♣9♣6♦. Il turn 7♠ e il river 8♦ non modificano la situazione a Arianna Son è out al 5° posto.

b5989fd788e.jpgArianna Son. Foto PokerNews

Per Andrea Buonocore si tratta di due posizioni scalate senza necessità di fare molta action, anche perché il suo stack ridotto non glielo avrebbe consentito. Ma a questo punto, con il gioco divenuto 4-handed e la voglia di puntare al titolo, arriva la mano che decide il torneo del nostro portacolori. E' di nuovo David Ivers ha richiare tutto preflop mettendo in mezzo da bottone le ultime chips, non pochissime a dire il vero, ben 75 milioni. Andrea Buonocore, con solo 14,5 milioni dietro, decide di chiamare da big blind. Lo showdown rivela un 60-40 a favore di Ivers: Q♦T♣ per Buonocore, K♠J♦ per lo statunitense. Il flop regala la top pair a Ivers ma aggiunge anche un bel po' di outs per l'italiano: 3♣4♣J♣. Un A♠ ne porta altri due per la scala a incastro, ma quando un 5♠ completa il board, Andrea Buonocore è player out, 4° per $235.099.

b1c90e1a82a.jpgAndrea Buonocore. Foto PokerNews

Da questo momento in poi è "Cheong show". Il pro americano prima elimina Zinan Xu chiudendo doppia coppia al river vs la top pair del cinese. Poi, dopo una resistenza dura circa un'ora, smonta lo stack di Ivers e lo elimina al 2° posto con questa mano conclusiva: push diretto di Cheong per 224.000.000 con K♣J♠ e call per 24.000.000 di Ivers che mostra A♦3♥. Il board recita 5♠K♦T♠8♠9♥ e mette fine all'ultimo atto di questo torneo.

s5dc0bb37ab.jpgJoseph Cheong. Foto PokerNews

David Ivers è secondo. Joseph Cheong vince il suo primo titolo WSOP e porta a poco meno di 14 milioni di dollari il totale delle sue vincite in carriera.

Per l'Italia del poker il sogno targato World Series Of Poker 2019 è soltanto rimandato.

Schermata 2019-06-21 alle 10.45.42.jpg

Nel frattempo sono arrivati alcuni risultati "azzurri" per gli italiani impegnati a Las Vegas.

Dario Sammartino ha centrato un altro ITM, questa volta nel $25.000 Pot Limit Omaha High Roller (evento #45). Il player campano è stato l'ultimo player out del Day2, 40° per $37.365.

Precedentemente Walter Treccarichi ha concluso all'87° con un payout di $1.554 nel Mixed NLH/PLO (evento #42).

Infine altri 4 premi sono arrivati dal $.1500 No Limit Hold'em Bounty (evento #44), dove Vito Geruzzi è 4° per $5.301, seguito da Alessandro Sarro (81° - $2.752), Federico Butteroni (100° - $1.915) e Davide Suriano (245° - $1.414).

Per tutto il resto, l'appuntamento è per lunedì, sempre con il blog di PokerStars.it!

Archivio