Come creare e mantenere una poker face

giugno 20, 2022InStrategia

Anche chi non conosce molto del poker ha presente l’importanza di una poker face. È uno di quei termini che trascende il gioco e che fa ormai parte della quotidianità. Politici, uomini d’affari, celebrità, persino genitori, cercano di mantenere una poker face durante le loro attività di tutti i giorni.

Il segreto della poker face è la concentrazione. Si tratta di nascondere le espressioni, di evitare di far trapelare informazioni tramite il linguaggio del corpo. Di mantenere sotto controllo le emozioni e non lasciarsi influenzare da nulla.

Si tratta di non scoprire le carte (un’altra espressione che dal poker si è diffusa in molti altri ambiti). Nel poker, naturalmente, le carte restano sempre sul tavolo, ma la poker face ci aiuta a mantenere la promessa.

Non c’è un modo sicuro e garantito per creare una poker face che funzioni per chiunque giochi a poker live. Ma possiamo darvi alcuni consigli che dovrebbero aiutarvi a trovare qualcosa di adatto a voi.

E se non doveste farcela, c’è sempre il poker online. Trovate un avatar, caricatelo sul vostro account PokerStars e sarà per sempre la vostra poker face imperscrutabile.

DECIDETE DOVE GUARDARE E NON DITE NULLA!

L’ideale sarebbe non muovere assolutamente la faccia mentre giocate una mano di poker. Ma la biologia umana non funziona così. Sfortunatamente, dovrete sempre sbattere le palpebre e magari anche deglutire. E non c’è niente che possiate fare per alterare le altre meccaniche del vostro corpo. Il sangue continuerà a pompare nelle vostre vene.

Ecco perché dovete fare del vostro meglio per gestire le cose che sono sotto il vostro controllo: gli occhi e la bocca su tutti.

Se leggete qualsiasi articolo o libro sui tell nel poker, tra gli esempi più gettonati si parla di dove guarda un giocatore o cosa dice. Alcuni ritengono di essere in grado di interpretare la mano di un giocatore dal modo in cui quella persona fissa il flop, o lo stack, o dal suo volto. Oppure, c’è chi pensa di riuscire a stabilire i livelli di comfort dell’avversario dall’espressione della sua voce, da una risata, o dal fatto che questi stia parlando o meno.

Per questo motivo, è buona norma trovare un posto dove fissare il vostro sguardo, durante una mano. Potete fissare un logo sul tavolo, o le vostre carte, che dovrete sistemare ogni volta allo stesso modo. La cosa importante è non distogliere mai lo sguardo da quel punto scelto, sia che facciate check sia che puntiate forte; sia che abbiate una mano debole, sia che abbiate una monster. Solo quando cambiate qualcosa, vi esponente alla lettura di quei giocatori in grado di analizzare questo genere di sottigliezze. Mantenete la vostra poker face fissa in una direzione.

E, cosa ovvia ma è bene ribadirla, restate in silenzio! A meno che non siate giocatori che fanno delle chiacchiere al tavolo un loro punto di forza (ma ricordate che parlare troppo non è quasi mai ben visto), la cosa migliore da fare mentre siete impegnati in un piatto è stare zitti. La vostra poker face dipende dal silenzio.

PUNTATE ALLA COERENZA

Come accennato, i giocatori bravi a individuare i tell per prima cosa osservano gli schemi, e notano quando qualcuno devia dal solito percorso. C’è un giocatore che di solito mette una carta sopra l’altra, ma le affianca quando vuole rilanciare? C’è un giocatore che guarda il dealer quando ha una mano forte, ma fissa l’avversario quando ne ha una debole?

Rimanere concentrati, alla Timothy Adams

Rimanere concentrati, alla Timothy Adams

Sembrano cose ovvie, ma sono proprio dettagli sui quali i giocatori amatoriali cascano ogni volta.

La chiave per evitare questi errori è restare coerenti in tutto ciò che fate. Puntate, chiamate o rilanciate sempre allo stesso modo (evitate per esempio di lanciare le chip una volta e farle scivolare un’altra); trovate un punto fisso dove guardare durante le mani; annunciate tutte le puntate o proprio nessuna; mettete sempre le mani sul tavolo o sulle cosce.

A mano a mano che migliorerete nel mantenere questo genere di coerenza, potete estendere il concetto anche alla vostra faccia. Scoprite l’espressione più comoda e rilassante per voi e mantenetela sempre.

ABBIATE FIDUCIA NEL VOSTRO GIOCO

Il momento in cui la vostra poker face rischia di crollare maggiormente è durante un grosso bluff. L’intensità della situazione – il fatto che abbiate investito un sacco di chip che potrebbero non tornare nel vostro stack – può aumentare il battito cardiaco anche nel più glaciale dei giocatori.

Sam Grafton: se avete fiducia in voi stessi, potete guardare dove vi pare

Sam Grafton: se avete fiducia in voi stessi, potete guardare dove vi pare

Ecco perché dovete ricordare la regola più importante del bluff: deve avere senso. Tutti i bravi giocatori di poker concordano nel dire che un bluff deve essere credibile: dovete raccontare una storia che fili. Se iniziate a buttare chip nel piatto a caso, nonostante abbiate mostrato scarso interesse nella mano fino a lì, un avversario potrebbe insospettirsi. Potrebbe voler riflettere un attimo sul corso dell’azione, magari scrutando la vostra poker face per vedere se riesce a raccogliere qualche altra informazione.

Ed è qui che la vostra poker face potrebbe disintegrarsi.

Ad ogni modo, se avete fiducia nel vostro gioco, se sapete che ciò che state facendo non solo è credibile ma è anche la giocata giusta da fare in quel momento, avrete maggiori probabilità di successo. A livello empatico, ci crederete ancor di più.

Quando sapete di aver ragione, la vostra poker face reggerà.

INDOSSATE ABITI COMODI (E NASCONDETE I VOSTRI TELL)

Anche se qualcuno, negli anni, ha provato a lanciare appelli per bandire dal tavolo di poker oggetti quali occhiali da sole, felpe e sciarpe, ancora oggi indossare queste cose non crea grossi problemi (durante la pandemia da Covid-19, in alcune occasioni indossare mascherine era obbligatorio).

Ecco uno dei migliori al mondo, ma Mikita Badziakouski usa comunque strumenti per mantenere la sua poker face

Ecco uno dei migliori al mondo, ma Mikita Badziakouski usa comunque strumenti per mantenere la sua poker face

Perciò, se siete quel genere di giocatori a cui tremano le labbra, le cui pupille si dilatano o il cui collo comincia a pulsare in caso di emozioni forti, è meglio trovare un modo per nascondere parti del corpo tramite indumenti o accessori.

E non dovete assolutamente vergognarvi di farlo.

Anche se ovviamente sarebbe meglio riuscire a mantenere un’espressione imperscrutabile in qualsiasi circostanza, spesso è impossibile farcela. Perciò, investite in qualsiasi cosa vi aiuti a mantenere la vostra poker face, se pensate che sia ciò di cui avete bisogno.

 

 

Caricamento...

Contenuto successivo

Caricamento...