Come poker e vita vanno a braccetto

luglio 18, 2022InNotizie PokerStars

Nel poker esistono molti detti famosi che si applicano anche al modo in cui viviamo lontano dai tavoli. Da “più giochi bene e più sarai fortunato” di Mark Pilarki, fino ad arrivare a “se perdi la testa, perdi tutte le chip” di William J. Florence. Persino Kenny Rogers ispira le decisioni che prendiamo quotidianamente con il suo “devi sapere quando passare e quando giocare, quando è il momento di andare via”.

E come dimenticare la famosa frase: “Tutto ciò che serve è una chip e una sedia”, coniata dal nostro Joe Stapleton di PokerStars nel 2014 (non andate a controllare, per favore). Il messaggio? Non arrendersi mai. Non è finita finché non è finita.

Il poker e la vita spesso viaggiano di pari passo. Ecco come.

“Tutto ciò che vi serve è una chip e una sedia”

“La fortuna è ciò che succede quando la preparazione incontra l’opportunità”

Questa famosa frase del filosofo romano Seneca è vera sia nella vita sia nel poker.

Un esempio di buona sorte nella vita può essere l’incontro con uno sconosciuto, che porta ad un’offerta di lavoro. Ma quell’offerta non sarebbe mai arrivata, se la persona non si fosse rivelata pronta grazie alle sue qualità e alla sua esperienza. Quell’individuo potrebbe prepararsi per tutta la vita, senza però mai avere l’opportunità. Perciò, quando questa si presenta, è pronto a coglierla al volo.

Lo stesso capita nel poker online. Non sapete mai quale sarà il torneo in cui le carte vi sorrideranno e le stelle si allineeranno. Ma potete farvi trovare pronti per quell’opportunità, studiando la strategia del poker ed esercitandovi il più possibile.

Non c’è niente come il duro lavoro per “chiamare” la fortuna. Se studiate il poker e lavorate duro sul vostro gioco, allora quando arriverà la ghiotta opportunità – per esempio il Sunday Million Anniversary – potrebbe essere la fortuna a cercare voi, e non viceversa.

Non sono molti i giocatori che studiano quanto il fenomeno degli high stakes Ben ‘bencb789’ Rolle

Gestione del bankroll

Vivere rispettando i propri limiti è la chiave per una vita tranquilla. Se accendete un mutuo che non potete permettervi, o acquistate un’auto fuori dal vostro budget, molto probabilmente avrete difficoltà economiche e alla fine rischierete uno squadoosh (un’espressione coniata da Norman Chad che, non sappiamo perché, non è ancora entrata nella quotidianità).

Se vi attenete a ciò che potete permettervi, invece, non solo riuscirete a pagare tutte le bollette, ma potreste ritrovarvi con una riserva economica da parte, da usare alla bisogna.

La gestione del bankroll è fondamentale per avere successo

La gestione del bankroll dei giocatori di poker è molto simile. Se partecipate a tornei o cash game con buy-in troppo alti per il vostro bankroll, inevitabilmente vi capiteranno dei downswing: non avendo una strategia di gestione del bankroll accurata, finirete al verde. Seguire alcune regole di gestione non solo vi permette di giocare più a lungo e avere più chance di successo in un periodo di tempo adeguato, ma vi permetterà anche di giocare al massimo delle vostre capacità, perché non avrete mai la sensazione che un singolo torneo o una singola sessione possano mettervi al tappeto.

Inoltre, se riuscite a mantenere un bankroll solido, avrete l’opportunità di tentare la sorte in eventi speciali che normalmente non potreste giocare, come un Sunday Million Anniversary, uno SCOOP o un WCOOP.

Rischio e recompense

Dopo il suo ruolo in Rounders, nei panni del furbo ma sempre losco Verme, Edward Norton condivise questa gemma in un’intervista: “La vita, come il poker, ha un elemento di rischio. Non andrebbe evitato. Andrebbe affrontato”.

Edward Norton (sinistra) e Matt Damon in ‘Rounders’

Tutti noi siamo chiamati ad affrontare decisioni difficili, e dobbiamo prenderle senza essere sicuri del risultato. Che sia un cambio di carriera o un impegno familiare, sta a noi valutare i pro e i contro e trarre le conclusioni che crediamo ci diano i maggiori benefici.

Quando un giocatore di poker valuta di fare un grosso bluff o un hero call, lo fa in base alla situazione e all’esperienza, non per puro intuito. Cosa importante, il giocatore di poker cerca sempre dei modi per avvantaggiarsi, senza aspettare semplicemente di ricevere le carte migliori. Non potete semplicemente aspettare che le cose capitino. Siete voi a doverle far capitare.

A volte, nella vita, si presentano delle opportunità. Ma solo chi è risposto a rischiare, viene ricompensato.

 

 

Caricamento...

Contenuto successivo

Caricamento...