I migliori posti dove giocare a poker a Las Vegas

giugno 20, 2022InNotizie PokerStars

Partiamo con una brutta notizia, se visitate Las Vegas: non potrete giocare a poker online su PokerStars. Ma ecco l’ottima notizia, invece: potrete giocare ai tornei di poker letteralmente in decine di posti, faccia a faccia contro altre persone reali. Perché Las Vegas è la casa del poker, punto.

Che siate giocatori di Texas Hold’em, o vi piaccia cambiare un po’ con l’Omaha o lo Stud; che giochiate limit, no limit, tornei o cash, questo è il posto migliore al mondo per il poker.

A Las Vegas e nei suoi dintorni ci sono più di 50 casinò, molti dei quali hanno una poker room che organizza tornei sette giorni a settimana. Ci sono anche studi televisivi che ospitano le stelle del gioco, trasmettendo i tornei. E ovviamente ogni anno ci sono le World Series of Poker (WSOP), che si giocano lì sin dagli anni Settanta. Ecco dove potrete trovare i migliori tornei di poker a Las Vegas.

LE PARTITE PIÙ IMPORTANTI
World Series of Poker (WSOP) – Bally’s e Paris

Ogni anno, i giocatori di poker più forti del mondo e migliaia di speranzosi giocatori amatoriali affollano Las Vegas per le World Series of Poker (WSOP), ancora oggi l’evento live più bello e famoso. Ma non è solo un evento: la serie prevede infatti più di 80 tornei, spalmati su un periodo di otto settimane.

Negli ultimi 17 anni (praticamente tutta l’era post-Moneymaker), le WSOP si sono disputate al Rio All Suites Casino & Hotel. Ma nel 2022 tutto cambierà. Verso la fine delle WSOP 2021 è arrivato un grande annuncio: la serie si sposta verso la Strip di Las Vegas. I vicini Paris e Bally’s ospiteranno i tornei nel 2022, promettendo più spazio, un profilo più alto e una location di gran lunga preferibile, proprio nel cuore dell’azione di Las Vegas.

Ovviamente è ancora presto per darvi qualche consiglio. Nessuno sa come saranno le WSOP al Paris e al Bally’s. Ma possiamo presumere che tante cose non cambieranno: field enormi, una varietà di giochi e di buy-in e montepremi giganteschi. Si giocherà dal 31 maggio al 19 luglio: segnatevi le date sul calendario.

SPALLA A SPALLA CON GLI HIGH ROLLER
Gli studi di PokerGO – Aria Casino

Nel corso degli anni, a Las Vegas tante location hanno ospitato partite di poker trasmesse in tv, incluse proprietà lontane dalla Strip come il South Point e il Palms, per non parlare delle tappe dei tour principali al Bellagio e al Venetian. Tuttavia, negli ultimi anni l’Aria Casino è diventato il centro di gravità dei tornei televisivi, grazie ai PokerGO Studios, l’unico studio televisivo in città dedicato appositamente al poker.

Stephen Chidwick è tra gli squali che troverete negli studi di PokerGO

Stephen Chidwick è tra gli squali che troverete negli studi di PokerGO

Di solito i tornei di PokerGO hanno i buy-in più grandi in circolazione: l’High U.S. Poker Open, il Super High Roller Bowl, gli eventi targati Aria High Roller, tanto per citarne alcuni. Per sedervi al tavolo vi occorrono almeno $10k, e dovrete giocare da campioni. Ma il poker è un fonte d’ispirazione e, se puntate al top, dovete provare a giocare da queste parti almeno una volta in carriera. Farete parte dell’elite del poker.

L’Aria ospita anche altri tornei, grazie alla sua poker room moderna e ben fornita, nel casinò principale. Nel momento in cui scriviamo questo articolo, ogni giorno della settimana si gioca un torneo alle 13, con un buy-in da $140 dalla domenica al giovedì e da $240 il venerdì e il sabato.

UN PO’ DI LUSSO SULLA STRIP
Wynn/Encore, Venetian, Caesar’s Palace, Bellagio

Quattro delle poker room più affollate della Strip si trovano in quattro dei casinò più lussuosi, tutti vicini (per gli standard di Las Vegas), tra la Flamingo Road e la Desert Inn Road. Troverete azione ai tavoli cash high-stakes a tutte le ore del giorno, più a rotazione vari tornei popolari, nei vari Wynn/Encore, Venetian, Caesars Palace e Bellagio. Ogni location vi offrirà un esempio della tipica azione di Vegas, dove la composizione dei tavoli è fatta in parte dai pro player, in parte dai turisti, in parte dai ricchi uomini d’affari e in parte da persone di qualsiasi tipo che conoscono le regole del poker. La proporzione dipende dallo stake.

Il Venetian vanta una delle poker room più trafficate di Las Vegas

Il Venetian vanta una delle poker room più trafficate di Las Vegas

La programmazione dei tornei a volte può variare, in particolare in caso di eventi importanti, perciò vale sempre la pena dare un’occhiata ad un’app dei tornei di poker aggiornata o a un sito (come Bravo Poker o Poker Atlas) per scoprire cosa succede quando siete in città. Ma è difficile che non troviate almeno un torneo di no limit hold’em da $200 ogni giorno della settimana.

Tra le altre proprietà sulla Strip che posseggono una poker room, possiamo citare MGM Grand, Resorts World e Mandalay Bay, che ha riaperto recentemente dopo un anno di chiusura (nota: le poker room hanno chiuso con frequenza allarmante negli ultimo anni, in gran parte a causa della pandemia da Covid-19. Controllate sempre se una sala ad poker è aperta, prima di mettervi in viaggio).

UN BEL MIX
I tornei quotidiani di mixed games all’Orleans

Se i turisti a Las Vegas tendono a gravitare intorno alla Strip, i residenti spesso si allontanano a caccia della migliore azione ai tavoli da poker, e si fermano all’Orleans. Questo casinò, situato sulla West Tropicana Avenua, vanta una delle migliori e più grandi poker room di Las Vegas, in particolare se volete giocare a qualcosa di diverso dall’hold’em.

Di questi tempi, ogni settimana all’Orleans abbiamo un torneo di HORSE da $125 e uno di Omaha/Stud 8 dello stesso buy-in, oltre ovviamente a tornei di hold’em. La poker room, con più di 30 tavoli a disposizione, è quasi sempre affollata e durante la settimana sono attivi anche numerosi tavoli cash.

Forse non è alla moda come le grosse proprietà sulla Strip, ma l’Orleans è una location eccellente per il poker, molto rispettata da chi ne sa.

DOWNTOWN, DOVE TUTTO È INIZIATO
Horseshoe e Golden Nugget

Le World Series of Poker (WSOP) sono nate nel 1970 in quello che, all’epoca, si chiamava Horseshoe Casino, di proprietà di Benny Binion, posizionato sulla Fremont Street nel centro (downtown) di Las Vegas. La kermesse è tornata ogni anno nella stessa proprietà, che poi è diventata Binion’s Horseshoe e infine solo Binion’s, fino a quando nel 2004 si trasferì al Rio per capacità massima raggiunta. Il casinò ha tenuto aperto la poker room, organizzando cash game e tornei, fino alla chiusura per la pandemia. Se dovesse riaprire, potreste ancora avere l’occasione di giocare a poker dove tutto è cominciato a Las Vegas.

 

Il Golden Gate, nel centro di Las Vegas, nel 2010 (photo by Laslovarga)

Il Golden Gate, nel centro di Las Vegas, nel 2010 (photo by Laslovarga)

Anche se il poker non dovesse tornare al Binion’s, potrete assaggiare un po’ di “downtown action” al Golden Nugget, vicino a Fremont Street. Anche il Nugget fa parte della storia del poker, e va ancora per la maggiore: durante la settimana ci sono sempre tornei e tavoli cash. Molte persone visitano il Downtown nella speranza di trovare un po’ della vecchia Vegas, ma l’area si è modernizzata molto nell’ultimo decennio e la poker room del Nugget ne è un esempio. È pulita, comoda e ben arredata.

 

Caricamento...

Contenuto successivo

Caricamento...