Quattro sane abitudini per migliorare le vostre sessioni di poker nel 2022

giugno 23, 2022InNotizie PokerStars

In questo articolo, troverete quattro consigli sani, facili e veloci che potete sfruttare fin da subito per migliorare le vostre sessioni di poker. Non è una guida sulla salute: vogliamo solo ricordarvi che il poker è un gioco di concentrazione e resistenza, attraverso qualche dritta che possa aiutarvi a performare meglio.

 

Il poker richiede abilità, un po’ di fortuna e una concentrazione impenetrabile. Sapere in teoria come giocare una mano, come estrarre il massimo valore da uno spot particolare, è una cosa; riuscire a metterlo in pratica, è tutta un’altra storia. Specialmente dopo cinque o sei ore di torneo.

Ai massimi livelli, i professionisti del poker curano non solo la strategia, ma anche il benessere. Restare fisicamente attivi, riposare, mangiare bene: tutto contribuisce a migliorare la performance ai tavoli.

Immaginiamo per un momento di avere due giocatori dello stesso livello. Entrambi conoscono bene il poker. Uno però è ben idratato e ogni tanto consuma un mix nutriente di noci e frutti di bosco. L’altro si è appena “scofanato” un kebab. A parità di skill e conoscenza, chi dei due saprà concentrarsi meglio nelle prossime ore?

A prescindere dalla posta in palio, è molto importante curare il benessere prima, durante e dopo una sessione di poker. Oggi ci concentreremo sul “durante”. Ecco quattro modi veloci e facili attraverso i quali potrete migliorare la vostra salute, e perciò la vostra attenzione, durante un lungo torneo.

Eliminate gli zuccheri

Non sono un dietologo e, ad essere onesto, ci sono così tante soluzioni “miracolose” che c’è solo l’imbarazzo della scelta. Oppure potete provare con una dieta bilanciata. Ma un gruppo di nutrienti che potete tranquillamente eliminare, specialmente durante le sessioni di poker, è quello degli zuccheri raffinati.

Lo zucchero non è alleato della concentrazione. Uno studio della UCLA ha dimostrato che è in grado di formare radicali liberi nella membrana del cervello, i quali impattano sull’abilità di comunicare delle cellule nervose. In poche parole, annebbia il cervello.

Lo zucchero causa anche instabilità dell’umore. Questo è dovuto dal picco dei livelli di dopamina nel cervello, che porta ad una sorta di dipendenza per cui è il cervello stesso a chiedere di assumere altri zuccheri.

Inoltre, il consumo eccessivo di zuccheri riduce i livelli di una proteina chiamata BDNF, che ci aiuta ad apprendere. Oltre a rischiare di commettere più errori, sarà meno probabile trarne un insegnamento.

Gli snack per la mente

Ok, vi capiamo… non c’è niente di meglio di un pacchetto di caramelle gommose. E invece no. Esistono un sacco di snack salutari che potete portare ai tavoli da poker e che possono migliorare la vostra sessione, invece di peggiorarla.

Tra i cibi per la mente utili nel gioco possiamo citare nocciole e specialmente noci, che migliorano la capacità cognitiva. Anche le bacche sono ricche di antiossidanti e ottime per la memoria. Hanno pure un sapore dolce soddisfacente. È stato dimostrato come anche cibi ricchi di grassi acidi omega-3, quali avocado e semi di lino, aiutino l’apprendimento.

Se avete intenzione di fare un pasto complete durante una lunga sessione di poker, allora pesce e vegetali a foglia verde sono la scelta ideale, molto meglio di hamburger e patatine, pieni di grassi saturi che vi faranno sentire fiacchi.

La dieta influenza davvero attenzione e concentrazione durante le sessioni di poker, perciò migliorare le vostre abitudini a tavola non farà che aiutarvi.

L’umile noce... sembra pure un cervello

L’umile noce… sembra pure un cervello 

 

ESERCIZIO

I tornei di poker sono una maratona estenuante. Bisogna stare seduti su una sedia (si spera) comoda per molte ore. Sono un’attività molto sedentaria. Chiunque si trovi a giocare per tanti giorni di fila dovrebbe bilanciare i periodi in cui si resta seduti con molto esercizio fisico.

Ovviamente, tutti sanno che l’esercizio fisico fa bene. Un migliaio di passi qui. Diecimila lì. Ma sapevate che potete fare in modo che il sangue circoli bene anche durante una sessione di poker?

In questo articolo di Howard Swains, l’istruttrice di yoga Lauren Gasser offre cinque posizioni di yoga che potete assumere mentre siete seduti a giocare a poker. Aggiungetevi un po’ di stretching durante le pause e godetevi una maggiore concentrazione ai tavoli.

Trovare l’equilibrio giusto tra gioco e riposo

Chi gioca a poker online, da professionista o da giocatore amatoriale appassionato, punta a creare molto volume di gioco. Ok, a patto che la qualità delle vostre decisioni non cominci a scemare. A quel punto, aggiungere volume non farà che peggiorare la situazione.

Il punto è proprio il volume che riuscite a creare senza che la qualità del vostro gioco ne risenta. L’esperienza vi farà capire rapidamente quanto a lungo potete restare concentrati e giocare al meglio. Magari sono quattro ore, magari otto. Cercate di scegliere tornei che non durino più di voi!

Sentirsi ben riposati prima di cominciare a giocare, migliorerà la vostra attenzione più a lungo. Dormire permetterà al vostro corpo e alla vostra mente di recuperare per il prossimo assalto al vostro MTT preferito.

 

 

Caricamento...

Contenuto successivo

Caricamento...