Applicare ed evitare la pressione con deep stack

PokerStarsSchool | 3 settimane fa

Per spiegare come un deep stack influisce sulla quantità di pressione che il tuo range dovrebbe applicare o evitare, esamineremo due board texture molto diverse.

Mano 1: applicare pressione

In questa mano di 100NL Zoom sono al piccolo buio con K♥Q♥ e il giocatore under the gun apre con $2,50. Rispondo con una 3-bet per $11 e lui vede. Gli stack iniziali si aggirano sui $160. Siamo molto più deep del normale.
Al flop scendono 9♣7♥2♥ e l’avversario fa check. Su questo board intendo costruire un range di puntata polarizzato. In teoria, un deep stack spinge il mio range verso puntate di dimensioni più piccole. Questo perché il mio avversario ha più 77 di me, e forse qualche 22. I suoi tris funzionano un po’ meglio con uno stack da 160 grandi bui, e le mie overpair funzionano un po’ peggio. Detto questo, non è un board così brutto e non sarebbe sbagliato puntare forte con KK o simili. Credo che fare check, puntare il 33% del piatto e puntare il 70% del piatto siano tutte strategie sensate, ma scelgo l’ultima per una semplice ragione.


La gente tende a passare troppo spesso al river in piatti 3-bettati quando gli stack sono deep.

Quando ti capita di scegliere fra più opzioni tutte ragionevoli, cerca di anticipare cosa potrebbe succedere. Dove è più probabile che l’avversario medio sbagli a giocare il proprio range, e in che modo? In questo caso mi aspetto che Villain passi troppo spesso al river. Se il board non produce nient’altro di significativo, per esempio, dovrà continuare a vedere per il resto della mano con quasi tutti i JJ e di tanto in tanto con alcune mani più deboli come AK e TT, per azzerare il valore atteso dei miei bluff. Dato che la maggior parte dei giocatori eviterà call spericolati con AK, posso ottenere valore atteso favorendo le opzioni del flop che mi portano ad arricchire il piatto.

Tecnicamente, le mie mani non sono l’ideale per una puntata al river con una carta blank, perché bloccano i progetti più forti del nemico e di conseguenza il suo range di fold. Ma si tratta di un fattore trascurabile quando il pool di giocatori si tiene lontano dalla teoria e passa così spesso. L’avversario qui passa e porto a casa il piatto, il mio piano ha funzionato.

Il deep stack ti richiede di giocare senza paura con quei 60 grandi bui in più, come faresti con i primi 100; ma il giocatore abituale medio in questo pool non applica una frequenza di difesa ottimale contro un’aggressione su più street. Potrebbe passarla liscia contro un giocatore timido che non bluffa a sufficienza, ma la nostra missione è essere il giocatore aggressivo, che lo punisce per il suo eccesso di fold.

Mano 2: evitare la pressione

Nell’ultima mano, la minaccia rappresentata dalle nostre mani nut nei confronti dell’avversario è stata amplificata dal deep stack: abbiamo applicato pressione per aumentare il nostro valore atteso e la fold equity, a causa della sua propensione a passare troppo spesso. Allo stesso modo, quando gli stack sono deep e il board non favorisce il nostro range in caso di 3-bet, dovremo prendere delle contromisure per evitare di ritrovarci in piatti giganteschi con una semplice overpair o top pair. Questo implica check frequenti su board sfavorevoli alla 3-bet, in particolare flop che offrono all’avversario molte mani con cui distruggere le nostre overpair.

Un buon esempio di un flop del genere: 8♣7♦6♣. Se fossero scese queste carte alla mano precedente, il nostro range sarebbe finito nei guai. Su un flop del genere con questa profondità di stack, il valore atteso del range del giocatore che vede è molto più alto di quello del range del giocatore che effettua una 3-bet.

Che cosa suggerisce la teoria del gioco quando il tuo range ha un pessimo valore atteso? Il check. Ci viene naturale quando siamo il grande buio e abbiamo visto un rilancio da under the gun; ma per molti giocatori risulta più difficile quando hanno rilanciato alla street precedente. Questo flop con deep stack ci mette in una posizione peggiore di un grande buio che vede un range under the gun, perciò dovremmo iniziare con un check.

Se effettuiamo una 3-bet da piccolo buio con una mano come QQ, un rilancio ci rende la vita davvero difficile. Il piatto cresce al punto che tutti i 160 grandi bui entrano in gioco: il contrario di quello che vogliamo che accada con una mano di questo tipo.
Il nostro range è svantaggiato in termini di mani nut. È una conseguenza dei deep stack: in questi casi, le mani nut diventano più importanti, quindi uno svantaggio del genere diventa un vero problema, e il valore atteso del nostro range si abbassa significativamente.

Riepilogo

Quando il board è favorevole al tuo range e gli stack sono deep, il tuo valore atteso e il vantaggio in termini di mani nut aumentano.
Cerca quindi di applicare più pressione del normale in situazioni che risultano vantaggiose per il tuo range.

Quando il board è sfavorevole al tuo range e gli stack sono deep, il tuo valore atteso e il vantaggio in termini di mani nut diminuiscono. Cerca quindi di limitare più del solito le dimensioni del piatto in situazioni che risultano svantaggiose per il tuo range.

Visita il nostro canale Discord. Vai su Discord.

Loading Comments

Loading more content...