Cinque modi per non preoccuparsi dei risultati a breve termine

PokerStarsSchool | 1 mese fa in Teoria del poker e concetti

L’ossessione per i tuoi risultati nel poker può essere distruttiva. Prendere a cuore qualcosa che è completamente fuori dal tuo controllo è una ricetta per lasciare prevalere le emozioni e farti tiltare. Ma come facciamo noi uomini, essendo creature orientate al risultato, a reprimere l’istinto di controllare il nostro grafico di una sessione, controllare costantemente il nostro bankroll, o rimproverarci per dei buoni bluff che non sono andati a buon fine? Ecco cinque consigli che do agli studenti ogni giorno.

1.      Nascondi il tuo Bankroll

In alto a destra nella lobby di PokerStars, puoi sempre visualizzare il tuo bankroll se necessario, ma farlo religiosamente durante o immediatamente dopo ogni sessione è un’abitudine terribile. Questo monitoraggio incessante allena la tua mente a dare la priorità ai risultati rispetto alle decisioni corrette. Perché giocare a poker basandosi sulla fortuna a breve termine, quando è l’abilità a lungo termine che fa davvero la differenza? Fai clic sul piccolo occhio accanto al tuo bankroll per nascondere la cifra e stabilisci una regola secondo cui puoi controllarla solo su base settimanale, o meglio ancora, una volta ogni due settimane. Ciò ti consentirà di dimenticare le oscillazioni a breve termine e ti aiuterà a concentrarti sul massimizzare il vantaggio di abilità a lungo termine.

2.      Non guardare ai profitti come una vittoria

La varianza dà e la varianza toglie. I giocatori che diventano eccessivamente euforici nel vincere 10 buy-in per al cash game sono devastati quando ne perdono nove la settimana successiva. I giocatori che non consentono ai periodi positivi di nutrire l’illusione del successo, affronteranno molto meglio il prossimo inevitabile periodo negativo. La fortuna nel poker è sempre maggiore di quanto sembri quando si vince e non è mai così estrema come sembra quando si perde. Evita la trappola di dare merito solo alla tua abilità per i periodi buoni e di attribuire la colpa dei periodi peggiori solo alla sfortuna. Quando vinci €70 giocando al 10NL, cerca di ricordare a te stesso che la tua paga oraria è solo di €3,50 (o qualunque tu pensi che sia) e che gli altri €66,50 saranno ripresi dalla dea fortuna in futuro.

3.      Non considerare le perdite una sconfitta

Se sei un giocatore vincente a lungo termine, le peggiori sessioni in passivo sono un’illusione tanto quanto le tue grandi sessioni vincenti. Prendiamo l’esempio di un professionista che si aspetta di vincere €55 l’ora giocando ai tornei. Naturalmente, queste vincite non vengono distribuite in regolari pagamenti orari, ma in lunghi peridi di constanti perdite di denaro seguite da improvvise grandi entrate per recuperare le perdite e anche di più. Quando il tuo grafico sta tendendo ribasso, cerca di ricordare che tutti i piccoli premi che guadagni entrando solamente in the money ti manterranno a galla a lungo termine. Quando perdi €300 per tre giorni di seguito, stai semplicemente pagando la tua quota per poi vincere all’improvviso, ad esempio, €5000. Il prossimo grande risultato potrebbe essere dietro l’angolo, ma solo se riuscirai a restare concentrato e giocare al meglio. Vedere i giorni di sconfitta come intermezzi necessari tra le grandi vittorie, ti manterrà motivato e a sua volta disciplinato.

4.      Analizza le mani solamente nel punto in cui stavi prendendo una decisione

Una delle principali trappole orientate a guardare ai risultati che affligge molti aspiranti giocatori di poker è l’impulso di utilizzare le informazioni acquisite allo showdown per criticare o sostenere una decisione presa prima dello showdown.

“Se avessi puntato più forte al turn, avrebbe potuto lasciare quella mano e non aver chiuso al river il set.”

“Aha aveva un bluff. Ciò significa che la mia chiamata di impulso è andata bene, dopotutto.

“Era così ovvio. Certo che aveva scala. Che stupida chiamata.”

Questi processi di pensiero utilizzano tutti informazioni non pertinenti per valutare la qualità del processo decisionale.

Vuoi che Villain chiami una puntata al turn con una underpair rispetto alla tua top pair. Se a volte trova un set al river, beh, peccato, ma a lungo termine non accadrà quasi mai.

Fare chiamate istintive a causa di un momento di rabbia non è giustificabile dal fatto che questa volta ti sei imbattuto in un bluff. Se perdi più spesso di quanto consentano le tue probabilità del piatto, chiamare significa bruciare denaro e devi lavorare sul tuo mental game.

Se fosse stato così ovvio che avesse la scala, non avresti chiamato. Quali erano le prove che avevi in quel momento e la tua mano avrebbe dovuto foldare contro il giocatore medio del pool?

È fondamentale che ci accorgiamo di questi processi mentali ossessionati dai risultati e li correggiamo prima che ci facciano diventare giocatori volubili e assetati di risultati.

5.      Fai pace con le tue scelte prima di premere il pulsante

Prima di premere il pulsante del mouse, prova a credere che la scelta che stai per fare sia quella che deriva dall’utilizzo delle tue abilità attuali al massimo delle sue potenzialità. Potresti perdere, ma ciò non svaluta la decisione di chiamare. Potresti commettere un errore chiamando, ma non è colpa tua se hai applicato le tue capacità tecniche al meglio delle tue capacità. È molto più facile non lasciare che i risultati influenzino il tuo gioco, se ti senti sicuro e agisci con convinzione. Se sei pieno di preoccupazioni e dubbi mentre vai a fare una puntata, sarà molto naturale rimproverarti per la tua scelta se questa puntata non andasse a buon fine. Anche se ti senti perso o insicuro, prova ad affermare: “questa è la mia ipotesi migliore su cosa fare in questa situazione. Posso analizzare a fondo la mano più tardi “.

È tutta una questione mentale: la capacità di andare avanti con orgoglio anche quando la varianza ti dà una pillola amara da ingoiare. Questo è il modo in cui superiamo la tentazione di lasciare che i risultati influiscano nel nostro viaggio nel poker.

Visita il nostro canale Discord. Vai su Discord.

Loading Comments

Loading more content...