Comprendere ed accettare le meccaniche del poker

PokerStarsSchool | 11 mesi fa in Le basi del Poker

Il nostro mondo è regolato da leggi fisiche e chimiche che hanno influenza su tutti gli uomini allo stesso modo (ad esempio, la legge di gravità). Allo stesso modo, anche nel poker ci sono leggi che valgono per tutti quanti. Non importa che siate professionisti o giocatori amatoriali. In questo articolo vi forniremo un modo per comprendere ed accettare le meccaniche del poker.

Tutti ricevono le stesse carte

Dopo aver giocato un numero abbastanza grande di mani, qualsiasi altro giocatore al mondo avrà ricevuto AA o KK (o 94o) tante volte quante l’avete ricevuto voi. Questo a causa della natura statistica del gioco. La differenza tra un giocatore forte ed un giocatore scarso sta nel come vengono giocate le proprie mani. Un giocatore forte riuscirà a vincere di più con le mani forti, ed a perdere di meno con le mani deboli – rispetto ad un giocatore amatoriale. Per vincere a poker, dovete riuscire a comprendere questo dato di fatto e ad accettare le conseguenze che ne derivano. Allora, non preoccupatevi se per mezz’ora non ricevete mani giocabili durante un torneo: a tutti, prima o poi, capiterà la stessa cosa.

Ci sono cose su cui avete qualche influenza, altre su cui non ne avete nessuna

Nella vita, tutti abbiamo influenza su scelte come: cosa comprare in un negozio, che libro leggere o che musica ascoltare; al contrario non abbiamo influenza, ad esempio, sulle condizioni meteorologiche dell’indomani. Anche nel poker ci sono aspetti su cui possiamo prendere decisioni, ed altri che invece non sono assolutamente sotto la nostra influenza.

Esempi di cose su cui abbiamo influenza

– Decisione – cosa fare con le carte che riceviamo
– Cosa giocare (Sit’n’go, tornei, cash game, omaha, ecc.)
– Il modo di giocare (aggressivo, passivo, tight, loose)
– Analisi e preparazione al gioco
– Selezione dei tavoli
– Bankroll management
– Prendere note ed utilizzare l’HUD
– Cosa fare mentre giochiamo (guardare la TV, ascoltare musica, chattare, non fare nient’altro)
– Mindset (la preparazione mentale al gioco)

Esempi di cose su cui non abbiamo influenza

– Bad beat
– Cooler
– La differenza tra i nostri risultati ed il nostro valore atteso
– Le carte che riceviamo e quelle che scenderanno sul board
– Quando aumentano i bui

Cercate di non pensare alle cose su cui non avete influenza, perché non potrete controllarle in alcun modo. Concentratevi, invece, su ciò che potete influenzare. Sviluppate le vostre abilità tecniche, la disciplina ed il mindset. Non esiste alcun allenamento al mondo che vi renda migliori nel vincere i coin flip.

Non conta il risultato, contano le decisioni

Non dovete essere result oriented, perché nel poker ciò che conta sono le decisioni. Quando andate all-in al flop, non importa cosa scenderà al turn o al river, semplicemente perché non avete nessuna influenza sulle carte che scenderanno. Cercate solamente di capire se la vostra decisione al flop fosse corretta. Se al flop partivate con il 90% di possibilità di vittoria, ma nonostante ciò avete perso, assicuratevi che la mossa che avete fatto al flop fosse profittevole nel lungo periodo. Statisticamente, in casi come questi, 1 volta su 10 siete destinati a perdere, ed evidentemente è successo.

Accettate il fattore casuale

Come abbiamo già detto, nel poker ci sono alcune cose che non possiamo controllare, ed il fattore casuale è uno di questi. Tuttavia, si può riuscire a minimizzarne le conseguenze se si riesce a comprenderlo approfonditamente. Ad esempio, non potete decidere cosa scenderà al river, ma potete decidere come agire in base alla carta che scenderà ed all’azione dell’avversario. Non preoccupatevi di vincere o perdere diversi showdown di fila, perché saranno solamente una goccia nell’oceano di mani che giocherete. La varianza, gli swing (sia positivi che negativi) e la casualità fanno parte del poker. Se volete giocare seriamente, dovete comprendere ed accettare quanto detto, e cercare di non tiltare quando siete sfortunati. Ricordate che è proprio grazie all’elemento casuale che molti giocatori occasionali continuano a giocare, credendo di poter vincere.

Tutto ha dei pro e dei contro

Il vantaggio di comprare una macchina, ad esempio, è quello di potersi muovere velocemente da un posto a un altro, ma lo svantaggio è quello di dover spendere molti soldi per la sua manutenzione (assicurazione, benzina ecc.). Giocare a poker, se siete arrivati ad un certo livello, vi farà sicuramente guadagnare soldi, ma ci sono anche dei rischi. Grazie al poker, potrete inseguire la vostra passione, guadagnare soldi e, eventualmente, persino diventare famosi; tuttavia, ci sono anche lati negativi, come i downswing, la bancarotta (se avete una pessima gestione del bankroll), e addirittura lo stress derivante da diverse ore di gioco al giorno.
Comprendere le meccaniche del poker vi aiuterà a minimizzare i periodi negativi ed a massimizzare quelli positivi.

Se non riuscite ad accettare di perdere, non riuscirete a guadagnare la vittoria

La maggior parte dei giocatori accetta gli upswing ed i periodi di break even, ma non i downswing. Non sono pronti per “il peggio”. Se volete essere dei giocatori vincenti, dovete essere preparati anche a queste situazioni. Non andate nel panico quando accade, ma piuttosto concentratevi nell’analizzare il vostro gioco per migliorarlo.

Visita il nostro canale Discord. Vai su Discord.

Loading Comments

Loading more content...