Entrare nei cash game con un buy-in inferiore

PokerStarsSchool | 6 mesi fa in Cash Games

Per quanto riguarda il buy-in nei cash game, l’approccio generalmente considerato migliore è accedere pagando l’importo massimo possibile. Spesso, il limite per una partita online è pari a 100 grandi bui; nei casinò varia di solito fra i 100 e i 200 grandi bui. A volte, in partite “big stack”, viene fissato un limite più alto, o addirittura si gioca “uncapped”, senza limite. In una partita big stack, il buy-in (o rebuy) massimo durante il gioco è pari allo stack maggiore al tavolo in quel momento. Nelle partite uncapped, è possibile effettuare il buy-in per qualsiasi importo.

Ora, l’approccio di cui sopra in genere funziona. Per un buon pokerista in cerca di un vantaggio sui propri avversari, uno stack maggiore vuol dire una posizione di forza e piatti più sostanziosi al turn e al river, quando l’abilità dei giocatori conta di più e gli errori costano più cari. Detto questo, in certi casi può essere opportuno entrare con uno stack più piccolo del normale. Vediamo tre esempi interessanti.

PokerStars chips

Transizione dai tornei ai cash game

Se sei un giocatore da torneo o Sit & Go che sta iniziando una transizione ai cash game, un buy-in più modesto può costituire una scelta logica. Il minimo di solito è compreso tra i 20 e i 50 grandi bui. Di frequente, una ragione per cui i giocatori da torneo faticano nei cash game è la profondità dello stack: questi giocatori non hanno esperienza di gioco a 100 grandi bui e più, perché stack di questo genere si vedono solo nelle fasi iniziali dei tornei. Inoltre non hanno molta esperienza di gioco al turn e al river, perché le mani in torneo tendono a concludersi o ad andare all-in prima di queste street; in particolare nelle fasi avanzate, quando gli stack diventano sempre più piccoli. Anche per i migliori giocatori da torneo, l’aspetto della profondità dello stack nei cash game rappresenta spesso una debolezza. Quindi è una scelta sensata iniziare la transizione giocando in condizioni più simili a quelle tipiche di un torneo, con uno stack di dimensioni più maneggevoli. Man mano che accumuli esperienza osservando e partecipando al gioco deep stack, diventerai più preparato ad affrontare le grandi decisioni al turn e al river che questo comporta, e ti orienterai naturalmente verso buy-in più alti.

Partite a stake più alti del solito

Hai la possibilità di partecipare a una partita in corso che sembra davvero interessante, ma gli stake sono due livelli più alti rispetto al tuo solito. Meglio rischiare e partecipare comunque, sperando che gli stake alti non ti rendano nervoso e non influenzino il tuo gioco? O meglio evitare di entrare in una partita per cui sei probabilmente impreparato? In realtà hai una terza opzione: il buy-in basso. L’importo che rischi non è molto diverso da quello che metti sul tavolo in una partita normale, ma in questo caso partecipi e guadagni utile esperienza in una partita di livello più alto, con le opportunità di guadagno che questo comporta. Quando entri in una partita di categoria superiore, o passi in generale a un livello di stake più alto, iniziare con un buy-in inferiore è di nuovo una scelta logica.

Partite con stack importanti contro sconosciuti

Un casinò dalle mie parti qualche tempo fa organizzava cash game big stack con bui da $1-$3. Nel corso della serata, tra rebuy e nuovi giocatori che entravano, gli stack tendevano a raggiungere dimensioni importanti. In questa situazione, il mio approccio generale era un buy-in da $300, pari a 100 grandi bui. Per quale motivo, quando gli stack al tavolo andavano da 50 a 500 grandi bui, con la maggioranza al di sopra dei 200? Molto semplicemente, perché quando gioco con sconosciuti mi sento più a mio agio con uno stack di dimensioni simili a quelle a cui sono abituato per via del gioco online. Conosco già le dimensioni delle puntate e le strategie generali intorno ai 100 grandi bui. Una volta identificati giocatori forti e giocatori deboli, posso comunque effettuare rebuy in qualsiasi momento. Il tizio alla mia destra con uno stack da mille dollari sta giocando come una balena pronta ad esplodere? Posso aggiungere immediatamente del denaro per aumentare il mio vantaggio in questa posizione. Oppure, al contrario, ho due buoni giocatori alla mia sinistra, entrambi con più di 300 grandi bui, mentre gli altri hanno tutti 100 grandi bui o meno? Non c’è bisogno di aggiungere altro denaro: i giocatori deboli sono già coperti e uno stack maggiore non farebbe che offrire più opportunità di rendermi la vita difficile ai due giocatori forti che si trovano in vantaggio posizionale.

Quest’ultimo esempio (partita big stack, due buoni giocatori con significativo vantaggio di chip seduti alla mia sinistra) è una situazione in cui mi sono effettivamente trovato: il buy-in da 100 grandi bui si è rivelata la mossa giusta e non ho effettuato rebuy in seguito quella sera. Se i due alla mia sinistra non fossero stati buoni giocatori o avessero avuto meno chip, forse un rebuy sarebbe stato opportuno… Il punto di tutti questi scenari, in ogni caso, è questo: un rebuy è sempre possibile tra una mano e l’altra. Mi è capitato di entrare in quella partita big stack, osservare la prima orbita ed effettuare immediatamente un rebuy. Questo approccio non sarà popolare, ma per me funziona.

Entrare con un buy-in inferiore al massimo non va certamente di moda. Molti giocatori non approvano una mossa del genere, ma credo si tratti di un problema di ego, che impedisce loro di vedere i vantaggi di questa scelta o le ragioni per cui risulta valida in determinate circostanze. Non dar retta a questi giocatori e metti da parte il tuo ego: fai la scelta migliore per la tua situazione e il tuo bankroll, in modo da avere più possibilità di successo. Spesso questo significa effettuare buy-in per il massimo consentito. Ma spesso non equivale a sempre: non precluderti questa opzione, se ha senso per la situazione specifica in cui ti trovi.

Visita il nostro canale Discord. Vai su Discord.

Loading Comments

Loading more content...