Il tilt è proibito! Gli errori più comuni quando sei in tilt

PokerStarsSchool | 6 mesi fa in Poker Mindset

Quando giochiamo a poker, il nostro peggior nemico siamo noi stessi. Se gli esseri umani potessero tenere lontane le proprie emozioni quando sono al tavolo da poker, il loro gioco ne otterrebbe un grande beneficio, ma solo in pochi riescono a farlo.

Una bad beat o un cooler possono influenzare il modo in cui giochiamo, e condizionare le nostre scelte soprattutto negli spot più difficili. Dopo un paio di colpi sfortunati è facile trovarsi faccia a faccia con il peggior nemico al tavolo: il tilt. Quando siamo in tilt viviamo uno stato di frustrazione, anche se non sempre è facile ammetterlo, ma il risultato nel lungo periodo sarà sempre un peggioramento del nostro gioco.

Diamo allora uno sguardo agli errori più comuni che i giocatori commettono quando sono in tilt.

Tilt

Giocare mani marginali

Una delle conseguenze più diffuse e riconoscibili del tilt nel poker è iniziare a giocare troppe mani, soprattutto quelle deboli. Di fatto stiamo cernando un confronto con i nostri avversari, forse di un riscatto, ma per farlo iniziamo a vedere troppi flop con mani marginali se non addirittura inutili.

Un giocatore in tilt, inoltre, tende a rilanciare troppo e a non lasciar andare mani che invece dovrebbe facilmente foldare. Il risultato è quello di trovarsi di fronte a decisioni difficili al flop. Un esempio “classico” è quando il giocatore in tilt decide di vedere il flop con un asso debole e poi centra la top pair (e kicker basso) sulle prime tre carte del board. A quel punto, però, è in difficoltà perché non è sicuro di essere in vantaggio e la situazione si ripete anche dopo il flop. Lo stesso tipo di problema si verifica anche quando inseguiamo con progetti marginali, second o addirittuta bottom pair. Quando siamo in tilt, queste situazioni rischiano di diventare la normalità.

Inseguire il risultato a tutti i costi

Un altro tipo di tilt è direttamente collegato all’idea di dover subito fare risultato. E’ una situazione in cui non ci ricordiamo nemmeno più cos’è successo, la causa del titl! Il ragionamento è semplice: stiamo perdendo troppo per smettere di giocare e allora continuiamo, aumentando le perdite e la frustrazione. Pochi giocatori sono in grado di dare il meglio per lunghe sessioni. La maggior parte non si rende che il loro gioco peggiora quanto più a lungo restano al tavolo.

Molti giocatori, inoltre, perdono il controllo del proprio bankroll management. Nel caso degli mtt, succede che i player tiltati si iscrivano a tornei con buy-in elevati e tanti turbo, mano a mano che la sessione si allunga nel tempo. Per i giocatoti di cash game la cosa si fa ancora più evidente quando salgono di livello per recuperare una sessione risultata perdente a quello inferiore, spesso mettendo a rischio l’intero bankroll.

Il tilt positivo

C’è anche una specie di tilt molto particolare, chiamata tilt positivo. Non significa che il giocatore in questione stia vincendo grazie al tilt, al contrario: seguendo una striscia positiva di risultati, il suo gioco entra in “modalità tilt”. Troppe mani, troppe chiamate loose e bluff troppo rischiosi. E’ l’euforia del successo. Anche il tilt positivo è dannoso ma molto difficile da riconoscere. E proprio perché arriva dopo una serie di risultati positivi, anche i danni che può causare sono più nascosti.

I giocatori affetti da tilt positivo di solito tornano alla realtà dopo una salutare batosta, ma questo a volte avviene quando le chips ormai sono già andate. Quando apriamo la lobby di un torneo con un field piuttosto grande, troveremo alcuni giocatori che hanno accumulato uno stack enorme in brevissimo tempo. Questi giocatori sono probabilmente già vittime del tilt positivo e staranno giocando in maniera sconsiderata supportati (per ora…) dalla good run.

Dire di evitare a tutti i costi il tilt è banale, anche perché individuarlo non è sempre facile. Nella seconda parte di questo articolo proveremo ad indicare quanto la frustrazione ci possa costare in ogni sessione di gioco. Oltre a questo, ci saranno alcuni consigli su come reagire quando sentiamo i primi segni di tilt e, al contrario, su come sfruttarli quando sono i nostri avversari ad esserne vittime.

Visita il nostro canale Discord. Vai su Discord.

Loading Comments

Loading more content...