La C-bet nel 2020. Seconda parte: la C-bet polarizzata

PokerStarsSchool | 1 mese fa in Teoria del poker e concetti

Nell’ultimo articolo abbiamo cominciato ad esplorare le sfumature della moderna C-bet e appreso a massimizzare il vantaggio di range con puntate molto frequenti. Oggi partiremo dalla stesso presupposto, un grosso vantaggio al pre-flop, ma rivolgeremo la nostra attenzione verso i flop che neutralizzano tale vantaggio aggiungendo alcune mani molto forti al range del giocatore che ha visto al pre-flop. In casi del genere, la nostra C-bet dovrebbe essere più selettiva, o polarizzata.

Un approccio polarizzato in questo caso significa puntare solo con due tipologie di mani:

· mani forti, abbastanza buone da giustificare puntate per il valore

e

· bluff, troppo deboli per fare check e sperare nello showdown, ma non completamente senza speranza.

Ne consegue che il nostro range di check comprenderà le due tipologie rimaste: mani di forza media e spazzatura senza valore.

Quando adottare l’approccio polarizzato alla C-bet

La C-bet polarizzata è una risposta normale a un flop che nega il tuo vantaggio di aggressore al pre-flop. Come abbiamo visto l’ultima volta, molti flop preservano tale vantaggio, permettendoci di puntare con decisione e costringere il nemico a passare più spesso di quanto suggerirebbe la matematica se i range fossero uguali.

Alcuni flop danneggiano invece le nostre mani: quelle con cui il nemico avrebbe rilanciato invece di vedere al pre-flop (JJ-AA, AK, ecc). In questi casi, il vantaggio di equity del nostro range scende di nuovo verso il 50%. Raramente un giocatore che ha rilanciato al pre-flop avrà meno del 50% di equity contro il grande buio in un piatto heads-up, perché il range di call del grande buio è estremamente debole.

Se ci troviamo costretti a polarizzare la C-bet, di solito possiamo incolpare un flop “wet” di carte consecutive o che contribuiscono a potenziali progetti, in particolare quando le carte del board sono medie o basse. Vorrei sottolineare in particolare la parola “costretti”: se la C-bet ad alta frequenza è un lusso, la C-bet polarizzata è una triste necessità.

Range uguali: un esperimento mentale

Immagina di poter piegare le regole a tuo vantaggio e rifiutarti di mettere un grande buio, mentre tutti gli altri sono costretti a farlo. Sarebbe redditizio? Puoi scommetterci! Chiuderesti in attivo quasi tutte le partite.

Scegliere di mettere un grande buio quando non sei costretto a farlo è l’equivalente della puntata ad alta frequenza quando i range sono uguali. Dopotutto, quando le carte scendono per la prima volta, prima di qualsiasi rilancio o fold, tutti i giocatori hanno lo stesso range di mani. Il grande buio quindi viene costretto a puntare al pre-flop indipendentemente dal range e in maniera non selettiva.

Le puntate non selettive non sono una buona strategia quando i range sono uguali.

È il momento di un flop

Al flop quindi è preferibile evitare di puntare con tutto il nostro range quando il nostro vantaggio precedente è stato riequilibrato. Diciamo che apriamo da cut-off, veniamo visti dal grande buio e al flop scendono 10♠7♠6♦. Una wet board di medio livello che si connette particolarmente bene a una buona parte del range del nemico. Le nostre overpair passano in secondo piano per via di possibili mani nuts e progetti dalla equity elevata. Le nostre carte alte non valgono così tanto ora.

Ci rimane solo un piccolo vantaggio, il nostro range ha una equity del 51-52%. Quindi, puntare con A♥K♥ o altre mani che in questa situazione sono spazzatura sarebbe criminale, tanto quanto mettere un grande buio quando non si è costretti a metterlo.

Meglio essere selettivi!

Selezionare mani di valore

Una mano di valore si comporta bene dopo essere stata vista. Con il flop 10♠7♠6♦ alcuni esempi di mani di valore sono QQ, 66, 98 e AT. Non devi necessariamente puntare per il valore con tutte le mani che lo permettono. Può essere prudente inserire alcune overpair nel nostro range di check, per proteggerci da puntate improvvise al turn (il cosiddetto “probe betting”). Mani forti come tris e scale dovrebbero sempre puntare in posizione quando il piatto può ancora crescere in relazione allo stack effettivo. In queste situazioni, permettere la stagnazione del piatto è un errore imperdonabile.

Bluff selettivi

Bluffare non significa puntare con carte orribili. Il nostro range di bluff sul flop di oggi dovrebbe seguire determinati standard! Meglio non puntare con A♣2♣, in nessun caso, mentre una mano come J♦9♦ o K♠4♠ potrebbe facilmente portare a una puntata. Di nuovo, alcuni di questi progetti interessanti dovrebbero essere inseriti nel range dei check per ragioni di equilibrio, e così pure mani di secondo livello come QQ.

Costruire il range dei check

Un range di puntata polarizzato sul flop 10♠7♠6♦ fa sì che il nostro range di check behind diventi limitato (perché non possiamo avere la mano nuts al flop) e condensato (perché non possiamo più avere tutte le mani potenziali che avevamo al flop). Ricorda: al flop bluffiamo spesso con mani non formate che mostrano potenzialità. Il range di check includerà prima di tutto mani che offrono valore allo showdown, come overpair, coppie alte e coppie più deboli, con o senza progetti. Può comprendere anche alcuni progetti di colore con valore allo showdown, come A♠K♠ e 6♠5♠.

In secondo luogo, è opportuno fare check con alcune mani spazzatura, con l’idea di passare in caso di futura aggressione o tentare un bluff in ritardo al turn o al river.

Riepilogo

·         I flop “wet”, di carte medie e che potenzialmente si connettono con molte mani, ci impediscono di puntare con frequenza.

·         Quando puntiamo selettivamente, polarizziamo il nostro range di puntata.

·         Polarizzare significa puntare con mani di valore e con mani dalle buone potenzialità, fare check con mani che potrebbero avere valore allo showdown e con mani spazzatura.

·         Meglio evitare di lasciare il nostro range di check senza protezione, ma allo stesso tempo meglio non giocare troppo lentamente la mano nuts in posizione, o il piatto finirà per ristagnare.

Galactic Series – Oltre €1.000 in ticket in palio con la PokerStars School
Visita il nostro canale Discord. Vai su Discord.

Loading Comments

Loading more content...