Il “merging” (o “range merging”) è uno dei concetti avanzati più difficili da mettere in atto.

Si parla di merging quando si punta al river con una mano di media forza, in modo da far credere all’avversario che ci stiamo polarizzando su nuts o bluff.

Grazie a questa strategia, indurremo i nostri avversari ad effettuare dei bluffcatching con mani deboli, perché penseranno di poter battere la parte di bluff del nostro range. Tuttavia, la nostra mano di medio valore è più forte dei bluffcatcher dei nostri avversari; in questo modo, riusciremo ad estrapolare del valore da queste situazioni.

Quali sono i vantaggi del merging?

Per sapere perché il merging è profittevole, facciamo una scala della forza delle mani, distinguendo tra ciò che il nostro avversario pensa che abbiamo e cosa abbiamo realmente.

Aria –> Bluffcatcher –> Valore medio –> Nuts*

Aria e Nuts è cosa il nostro avversario pensa che abbiamo.
Il bluffcatcher è la mano del nostro avversario.
Il valore medio è ciò che abbiamo realmente

Cosa è un bluffcatcher?

Il bluffcatcher è una mano con la quale non vogliamo puntare perché non è abbastanza forte, ma con la quale siamo felici di chiamare se sospettiamo che il nostro avversario possa essere in bluff.

Ad esempio, siamo in HU, fuori posizione, con 10♦9♣, ed al flop ci sono A♠9♥7♠. Noi puntiamo, ed il nostro avversario chiama.

Al turn scende un A♣, decidiamo di checkare ed il nostro avversario checka dietro.

Al river scende una J♥, noi checkiamo ancora ed il nostro avversario decide di puntare 1/2 piatto.
Decidiamo di chiamare con il nostro 9, e l’avversario mucka il suo K♠10♠.

In questa situazione, il nostro 9 è un ottimo bluffcatcher, perché è molto improbabile che il nostro avversario decida di puntare al river con Jx o 9x, mentre difficilmente avrebbe checkato dietro un A al turn , considerando che il board era abbastanza connesso.

Tuttavia, questa è una situazione dalla quale possiamo estrarre valore grazie al merging, e nella prossima parte dell’articolo spiegheremo perché.

Nell’esempio che abbiamo visto nella prima parte dell’articolo, abbiamo visto cosa fosse un bluffcatcher e come utilizzarlo. Vediamo adesso, con un altro esempio molto simile, come utilizzare il merging per farci pagare dai bluffcatcher.

Questa volta è l’avversario ad avere 10♦9♣ su flop A♠9♥7♠, mentre noi abbiamo J♠10♠ e siamo in posizione. Il nostro avversario punta al flop, e noi chiamiamo.

Al turn scende un A♣, check to check.

Al river J♥, ed il nostro avversario checka ancora. Per i ragionamenti fatti in precedenza, difficilmente il nostro avversario avrà una mano forte, perché sicuramente avrebbe continuato a puntare. Lo stesso vale per i bluff, che probabilmente avrebbe bettato per vincere il piatto. È quindi probabile che il nostro avversario abbia una mano che vuole arrivare allo showdown.

Sicuramente, checkare dietro con la nostra doppia coppia di A e J sarebbe l’opzione più semplice: abbiamo medio valore e buone possibilità di vincere allo showdown. Tuttavia, puntando riusciremo spesso a massimizzare la nostra EV, perché il nostro avversario non si aspetterà una bet con una mano di medio valore come la nostra, e sarà spesso disposto a chiamarci da peggio.

In pratica, quando applichiamo la strategia del merging, puntiamo sul fatto che il nostro avversario si aspetti una nostra bet soltanto con nuts o bluff, ovvero che siamo polarizzati, e sarà quindi disposto a bluffcatcharci con mani che battiamo. La nostra bet, a questo punto, diventa una bet per puro valore.

Una cosa da tenere a mente riguardo il merging

Dobbiamo stare attenti a non utilizzare il merging troppo frequentemente, perché altrimenti diventeremo troppo prevedibili e facilmente exploitabili. Ad esempio, nella mano che abbiamo visto prima, il nostro avversario – conscio del fatto che punteremo spesso al river con medio valore – potrebbe slowplayare un A, aspettandosi una nostra puntata.

Oltre a questo problema di metagame, ovviamente, dobbiamo anche stare attenti all’avversario contro cui effettuiamo questa giocata. Il merging è un concetto avanzato che gioca sui livelli di pensiero, e per questo va evitato contro chi non gioca utilizzando i livelli di pensiero più alti.

Visita il nostro canale Discord. Vai su Discord.

Loading Comments

Loading more content...