A Zagabria, la Croazia deve vincere per scavalcare la Danimarca in testa al Gruppo 1 e avvicinarsi alla Final Four di Nations League. A due giornate dal termine, Eriksen e compagni comandano il girone con 2 punti di vantaggio sui vice campioni del mondo. 

Vince Croazia2.30Pareggio2.88Vince Danimarca2.80

Informazioni sulla sfida

Quando si gioca? Giovedì 22 settembre 2022

Ora del calcio d’inizio? 20:45

Dove si gioca? Stadion Maksimir (Zagreb)

Croazia-Danimarca: presentazione della partita e pronostico

Grazie ai due successi esterni in Danimarca e in Francia, avvenuti entrambi per 1-0, la Croazia è riuscita a raddrizzare un girone nato malissimo con la disfatta interna con l’Austria e proseguito con il pareggio, sempre a domicilio, con i transalpini. Adesso la nazionale allenata da Zlatko Dalic ha anche la possibilità di balzare al comando del Gruppo 1 di Nations League e di avvicinarsi alla Final Four quando mancherebbero solo gli ultimi 90 minuti da disputare, domenica prossima in Austria. Ma per farlo dovrà bissare il successo ottenuto lo scorso 10 giugno a Copenhagen per effetto della rete decisiva realizzata dall’atalantino Marko Pasalic, perchè la Danimarca si presenta a Zagabria da prima del girone con 9 punti, avendo vinto tutte le altre 3 partite disputate in precedenza.

Sarà un testa a testa tra croati e danesi per accedere tra le magnifiche quattro che si contenderanno poi la vittoria finale in Nations League tra il 14 e il 18 giugno dell’anno prossimo. La Francia, campione del mondo e campione uscente della manifestazione, è stata la più grossa delusione di questo raggruppamento e deve lottare addirittura per evitare la retrocessione nella seconda lega e dunque per le due rappresentative di Dalic e Hjulmand si presenta un’occasione davvero ghiotta. La Danimarca, con il rientro di Eriksen dopo il grosso spavento agli Europei dell’anno scorso, è diventata ancora più pericolosa e vuole portare a termine un traguardo, quello di andare alla Final Four, che sarebbe fantastico. Dello stesso avviso è però la Croazia, che dopo la finale conquistata ai Mondiali del 2018 non ha particolarmente brillato in questi 4 anni e ha bisogno di ottenere un grosso risultato per confermarsi tra le grandi d’Europa.

Ecco il nostro pronostico per le scommesse di questa sfida. Abbiamo anche molte altre opzioni su cui puntare.

Under 2.51.57No Goal1.75Risultato esatto: 0-07.50

La partita nel dettaglio

Dalic ha tante frecce nel proprio arco per provare a trafiggere la retroguardia abbastanza solida della Danimarca. Da Perisic, che era assente per infortunio lo scorso giugno, a Orsic, in forma smagliante e autore di un gran gol, anche se inutile, di recente contro il Milan in Champions League con la maglia della Dinamo Zagabria, dopo avere steso il Chelsea alla prima giornata. Oppure lo stesso Pasalic, match winner dell’andata. Difficilmente giocheranno tutti e tre assieme, perchè nel 4-3-3 di partenza al centro dell’attacco dovrebbe partire Kramaric, togliendo di fatto il posto a uno di loro. Il centrocampo tutto qualità prevede in contemporanea Modric, l’interista Brozovic, che è squalificato contro la Roma e dunque può concentrarsi senza troppi pensieri sul rush finale di Nations League, e l’ex nerazzurro Kovacic, ora al Chelsea. Senza dimenticare il granata Vlasic, che partirà dalla panchina. In difesa, davanti a Livakovic, c’è la coppia difensiva composta da Erlic del Sassuolo e Josip Sutalo, con Vrsaljko e Juranovic terzini.

Nella Danimarca ci sono da segnalare il ritorno tra i convocati di Simon Kjaer e la new entry rappresentata dal giovane attaccante dell’Atalanta Rasmus Hojlund, alla sua prima chiamata in nazionale maggiore. Il rossonero è pronto a indossare la fascia da capitano e a comandare la difesa, con al suo fianco Christensen in caso di difesa a 4 oppure anche Andersen se Hjulmand decidesse di affrontare la Croazia con la difesa a cinque, togliendo un centrocampista e proponendo un 5-3-2 con Hojberg, Eriksen e Delaney in mezzo, uno tra Wass e Stryger Larsen a destra, l’altro orobico Maehle a sinistra e Cornelius in attacco, con uno tra Skov Olsen e Braithwaite a fungere da spalla.

Author Image

Prossimo articolo

Loading...