Occasione d’oro per il Real Madrid perché il pareggio del Barcellona contro il Celta Vigo rappresenta un assist ai blancos, impegnati in casa dell’Espanyol ultimo in classifica che però non va sottovalutato. Andiamo a vedere l’andamento recente delle due squadre.

Informazioni sulla sfida

Quando si gioca? Domenica 28 giugno 2020

Ora del calcio d’inizio? 22:00

Dove si gioca? RCDE Stadium (Barcellona)

Canale TV: Dazn

Espanyol-Real Madrid: presentazione della partita e pronostico

L’Espanyol, come detto, si ritrova all’ultimo posto in classifica con 24 punti, 4 dei quali però sono arrivati nelle ultime quattro giornate. La squadra allenata da Abelardo, infatti, ha sconfitto l’Alaves nel primo match post Coronavirus, salvo poi pareggiare contro il Getafe, una delle squadre in lotta per la Champions. Le due sconfitte maturate contro Levante e Betis hanno peggiorato la situazione e ora l’Espanyol si ritrova a 24 punti, all’ultimo posto e con la salvezza distante 8 lunghezze, alla luce dell’importante vittoria dell’Eibar contro il Valencia. Per sognare la salvezza occorre un mezzo miracolo ma che, in caso di risultato positivo con il Real Madrid, potrebbe anche realizzarsi, tenendo in considerazione che, da qui alla fine, il calendario presenta degli scontri diretti.

Real Madrid che, come già anticipato, ha un’occasione più che ghiotta da sfruttare: l’incredibile pareggio di Vigo contro il Celta, ha impedito al Barcellona di tenere il ritmo dei blancos. La doppietta di Suarez, infatti, non è bastata ai catalani che ora hanno un punto in più del Real Madrid, che però deve ancora disputare appunto il match contro l’Espanyol. In caso di vittoria, le merengues volerebbero a +2 che in realtà sarebbe +3, visto che il Madrid ha il vantaggio dello scontro diretto a favore. Vincendo all’RCDE Stadium di Barcellona, la squadra di Zidane, reduce intanto da quattro vittorie di fila su quattro match dopo la ripresa del campionato, metterebbe una serie ipoteca sulla Liga, senza dimenticare che nel prossimo turno di campionato ci sarà Barcellona-Atletico Madrid.

Ecco il nostro pronostico per le scommesse di questa sfida. Abbiamo anche molte altre opzioni su cui puntare.

La partita nel dettaglio

Per quel che riguarda le possibili scelte di formazione, il tecnico dell’Espanyol Abelardo dovrà rinunciare all’infortunato Corchia, mentre è in dubbio anche il difensore Didac Vilà. In porta ci sarà un altro ex rossonero, quel Diego Lopez che ha vestito anche la maglia del Real Madrid. In difesa, toccherà invece a Javi Lopez, Espinosa, Cabrera ed uno tra Pipa e Pedrosa, qualora Vilà dovesse dare forfait. A centrocampo, Abelardo ha un po’ più di scelta ma dovrebbe puntare, come al solito, su Marc Roca e sull’ex Napoli David Lopez, con Embarba e Melendo sulle corsie laterali del centrocampo, con ampie licenze di offendere. In avanti, le speranze dell’Espanyol sono riposte sulla coppia de Tomas-Wu Lei: il primo, ex prodotto della cantera del Real Madrid, ha segnato ben 4 gol in 8 presenze, risultando tra i migliori da gennaio fino allo stop per il Coronavirus. Il cinese, invece, ha dato il suo contributo nel match contro l’Alaves, siglando il quarto gol in Liga e migliorando il suo score dell’anno scorso, quando si era fermato a quota 3. Facundo Ferreyra (1 gol in 16 partite) e Calleri (1 gol in 23 gettoni) sono solamente delle alternative a gara in corso.

In casa Real Madrid, invece, Zinedine Zidane avrà qualche gatta da pelare per quel che concerne la formazione: non saranno a disposizione, infatti, gli infortunati Jovic e Vazquez ma anche Mendy e Modric, entrambi squalificati perché ammoniti, da diffidati, contro il Maiorca. Anche Nacho, sempre alle prese con un infortunio, è in dubbio e per questo il tecnico francese potrebbe essere costretto a mandare in campo i titolarissimi. In porta ci sarà Courtois, mentre la retroguardia a quattro sarà composta, da destra a sinistra, da Carvajal, Varane, Ramos – contro il Maiorca è arrivato l’ottavo gol in campionato che lo pone come secondo cannoniere della squadra dietro solo a Benzema – e Marcelo. A centrocampo, l’assenza di Modric indurrà Zizou a dare una chance ad Isco che comporrà il trio di centrocampo con Kroos e Casemiro, due pedine delle quali il Real non può proprio farne a meno. E il discorso vale anche per l’attacco perché l’assenza di Jovic e Vazquez porta Zidane a schierare nuovamente il tridente classico con Hazard, Benzema – il francese, con 17 gol, è il secondo capocannoniere della Liga alle spalle solamente di Messi – e Vinicius, con Rodrygo e Bale come possibili soluzioni alternative in corso d’opera.

GUARDA IL PRONOSTICO DI MILAN-ROMA

Author Image

Prossimo articolo

Loading...