Con l’obiettivo di dimenticare il tonfo di martedì contro il Wolfsburg, il Bayer Leverkusen torna subito in campo nell’anticipo della 29° giornata e lo fa in casa del Friburgo. Andiamo ad analizzare il rendimento delle due compagini.

Informazioni sulla sfida

Quando si gioca? Venerdì 29 maggio 2020

Ora del calcio d’inizio? 20:30

Dove si gioca? Schwarzwald-Stadion (Friburgo)

Canale TV: Sky Sport Uno

Friburgo-Bayer Leverkusen: presentazione della partita e pronostico

Il Friburgo si trova, al momento, in ottava posizione in classifica con 38 punti, frutto di 10 vittorie, 8 pareggi e 10 sconfitte. La squadra di Streich ha ottenuto, dal rientro in campo, due punti in tre partite, risultato del KO interno contro il Werder Brema e di due pareggi con Lipsia e Eintracht: in entrambi i casi, il Friburgo era in vantaggio (da 1-0 a 1-1 a Lipsia, da 3-1 a 3-3 a Francoforte) ma si è fatto recuperare, perdendo punti importanti verso la rincorsa a quel sesto posto, appannaggio del Wolfsburg, distante ad oggi 4 lunghezze. Per provare ad ambire all’ultimo piazzamento utile per l’Europa League, occorre ritrovare il feeling con i tre punti, che mancano dal 3-1 di inizio settembre rifilato in casa all’Union Berlino.

Il Bayer Leverkusen, invece, sta lottando per confermarsi tra le prime quattro che varrebbe l’accesso alla prossima Champions League per il secondo anno di fila. Le Aspirine sono quarte in classifica con 53 punti, gli stessi del Borussia Monchengladbach, a -2 dal Lipsia terzo e a -4 dal Dortmund. Il Bayer, però, deve riscattarsi perché è uscito con le ossa rotte dal turno infrasettimanale: alla BayArena, i rossoneri hanno infatti perso 4-1 contro il Wolfsburg, interrompendo il magic moment della squadra – 11 vittorie ed un pareggio nelle ultime 12 – con un tonfo che ha fatto rumore ed alimentato dubbi sul valore della squadra di Bosz, che ora dovrà risistemare i cocci e ricaricare le pile nel giro di pochi giorni.

Ecco il nostro pronostico per le scommesse di questa sfida. Abbiamo anche molte altre opzioni su cui puntare.

La partita nel dettaglio

In casa Friburgo, il tecnico Christian Streich potrebbe optare qualche cambio di formazione rispetto al pareggio a Francoforte contro l’Eintracht: in porta ci sarà però ancora Schwolow, non esente da colpe soprattutto sulla rete dell’ex Milan André Silva. La linea difensiva sarà invece composta da Gunter e Schmid sulle corsie laterali, con Gulde e Koch – da matita rossa l’errore che ha portato al gol del 2-3 del Francoforte – a completare il quartetto difensivo. A centrocampo, invece, Streich potrebbe adottare un po’ di rotazioni con Franz che potrebbe prendere il posto di Abrashi, mentre Hofler e Grifo, quest’ultimo autore del gol del momentaneo vantaggio con l’Eintracht, praticamente certi di una maglia da titolare anche perché Haberer, altro elemento importante del centrocampo, non è al meglio. Streich ha qualche dubbio anche per quel che concerne il tridente d’attacco perché se Petersen – 9 reti in 28 partite di Bundesliga – è intoccabile, risulta ancora poco chiaro chi siano, alla fine, gli altri due elementi offensivi. Lucas Holer – a segno anche lui nel turno infrasettimanale – sembra in fiducia a differenza di Waldschmidt, ma non è da escludere che il tecnico tedesco possa optare per l’ungherese Sallai o il coreano Kwon.

Per quel che concerne il Bayer Leverkusen, il tecnico Peter Bosz deve fare a meno ancora una volta di Kevin Volland ma, oltre al centravanti, sarà pesante l’assenza di Lars Bender che ha saltato le ultime sette partite ufficiali per un infortunio al piede. L’allenatore olandese riproporrà il solito 4-2-3-1 che ha caratterizzato tutta la squadra del Bayer, con il finlandese Hradecky a presidiare la porta mentre in difesa ci sarà Sven Bender, fin qui unico, assieme al portiere, ad aver giocato tutte e 28 le partite di Bundesliga. Al suo fianco ci sarà Tapsoba, con Wendell ed uno tra Weiser e Dragovic a completare il pacchetto difensivo. Davanti alla difesa, sarà fondamentale il ruolo dei due interni di centrocampo e Bosz potrebbe far rifiatare uno tra Aranguiz e Demirbay – due tra i peggiori in campo – puntando sull’esperto Baumgarlinger, autore tra l’altro del gol della bandiera contro il Wolfsburg. In avanti, l’unico sicuro di una maglia da titolare è Kai Havertz che, dopo due doppiette di fila, si è inceppato contro i Lupi: alle sue spalle dovrebbe toccare, ancora una volta, al francese Moussa Diaby (22 presenze, 4 reti in Bundesliga) mentre c’è bagarre per gli altri due posti. Paulinho o Bailey potrebbero avere una chance di giocare dall’inizio ma non si può escludere una scelta forte di Bosz, con l’argentino Lucas Alario, prima punta da 6 reti in 20 presenze, al fianco di Havertz per una coppia d’attacco pesante, con Diaby alle loro spalle.

Author Image

Prossimo articolo

Loading...