Affascinante test in pre-campionato per i giallorossi, finora sempre vincenti. José Mourinho torna nello stadio in cui è esplosa la sua carriera da allenatore, contro un Porto carico per l’imminente inizio di campionato. Ci si aspetta spettacolo tra la Lupa e i Dragoes, sempre con un occhio rivolto al mercato.

Vince Porto2.80Pareggio3.20Vince Roma2.25

Informazioni sulla sfida

Quando si gioca? Mercoledì 28 luglio 2021

Ora del calcio d’inizio? 21:00

Dove si gioca? Estadio do Dragao (Porto)

Porto-Roma: presentazione della partita e pronostico

L’ambiente, nella Roma giallorossa, è decisamente caldo. L’arrivo di Mourinho sulla panchina dei capitolini è stato un colpo da maestro dei Friedkin, che ora però devono affondare il colpo per regalare al tecnico portoghese dei rinforzi di livello. Di fatto, l’unico acquisto della Roma in questa sessione di mercato è il portiere Rui Patricio, giunto dal Wolverhampton per una cifra di poco superiore ai dieci milioni di euro, fedelissimo del Mou e titolare in Nazionale. Per fargli posto è partito l’ex titolare Pau Lopez, così come la stellina, mai sbocciata, di Justin Kluivert, mentre per puntellare la difesa si punta al roccioso Vina del Palmeiras, un affare che sembra ormai prossimo alla conclusione. In ogni caso, la Roma si prepara alzando sempre più il livello a un campionato che deve vederla protagonista, dopo il settimo posto dell’anno scorso. Negli ultimi incontri sono arrivate sole vittorie: 2-0 alla Ternana, 1-0 alla Triestina e 5-2 agli ungheresi del Debrecen. Dopo il Porto, l’ultima avversaria prima dell’inizio del campionato sarà il Real Betis il 7 agosto.

Il Porto, secondo dietro allo Sporting Lisbona nella stagione precedente, punta alla vittoria del campionato. Per farlo ha dovuto sacrificare una pedina importante come il mediano Danilo Pereira, accasatosi al Paris Saint-Germain, ma ha compensato con degli acquisti di livello: Bruno Costa e Fabio Cardoso sono giunti entrambi dalla Primeira Liga, l’attaccante Pepe del Gremio, costato 15 milioni, è il fiore all’occhiello della campagna acquisti dei dragoni. Per il Porto è la penultima amichevole prima dell’inizio della nuova stagione, fissato per l’8 agosto contro il Belenenses, e nelle precedenti sfide si è imposto 3-2 sull’Academico de Viseu e 2-0 sul Lille campione di Francia in carica, una bella soddisfazione. A caratterizzare il gioco arioso dei portoghesi è l’elevato livello di occasioni da gol create, tant’è che nella scorsa Primeira Liga sono stati il miglior attacco del campionato, ma anche una difesa che sa serrarsi quando ce n’è bisogno, come ricorda bene la Juventus, eliminata dalla Champions proprio dai Dragoes grazie all’ormai defunta regola dei gol in trasferta.

Ecco il nostro pronostico per le scommesse di questa sfida. Abbiamo anche molte altre opzioni su cui puntare.

Entrambe segnano1.72Over 2.51.95Risultato esatto: 1-29.00

La partita nel dettaglio

Passando alle probabili formazioni, partiamo con la Roma, messa in campo da Mourinho con un 4-2-3-1. In porta c’è ovviamente il nuovo arrivato Rui Patricio, la linea difensiva è composta dal riscattato Roger Ibanez e dal giovane Marash Kumbulla al centro, due ragazzi su cui Mou sembra puntare molto. L’olandese Rick Karsdorp in fascia destra, dall’altra parte dovrebbe esserci posto per Filippo Tripi, difensore della Primavera sempre titolare in queste amichevoli. Un altro calciatore delle giovanili, Edoardo Bove, dovrebbe essere confermato in centro insieme al tosto spagnolo Villar, mentre sulla trequarti di campo troviamo il capitano Lorenzo Pellegrini, ripresosi dopo l’infortunio che gli è costato l’Europeo. Sulle fasce altre due sicurezze come Henrikh Mkhitaryan e Carles Perez, mentre la punta di diamante è Edin Dzeko: un altro anno in cui per lui si respirava aria d’addio, invece il bomber bosniaco pare pronto ad affrontare la sua settima stagione con la maglia della Roma, sempre all’insegna del gol, come i due che ha rifilato al Debrecen pochi giorni fa.

Sergio Conçeicao disegna in campo il suo Porto con un 4-4-2. In porta c’è Diogo Costa, a comandare la difesa il già citato Fabio Cardoso, giunto dal Santa Clara, e Diogo Leite, mentre sulle fasce troviamo il veloce Wilson Manafà e Joao Mario, solo omonimo dell’ex giocatore dell’Inter per cui si è scatenata una querelle tra i nerazzurri e lo Sporting Lisbona. A fare legna a centrocampo il portoghese Carraça e Bruno Costa, il neo-acquisto dalla Portimonense già decisivo con un suo gol nella vittoria sul Lille. Ad agire sugli esterni il “vecchio” Otavio, dal 2015 in biancoblu, e il giovane Francisco Conçeicao, quarto figlio del tecnico nato nel 2002, già definito da molti come uno dei prospetti più interessanti del calcio lusitano. L’attacco è composto da Toni Martinez, ariete di origini spagnole, e Pepe, la guizzante seconda punta arrivata dal Brasile per garantire giocate di classe e imprevedibilità sottoporta.

Author Image

Prossimo articolo

Loading...