Ultima giornata della Liga, con i verdetti principali già decisi. Il Real Madrid è campione di Spagna, con Barcellona, Atletico Madrid e Siviglia che sono le altre qualificate in Champions League. Al momento solo il Villarreal è sicuro di andare in Europa League, restano da assegnare gli altri due posti in attesa anche di capire quando si giocherà la finale di Coppa del Re tra Real Sociedad e Athletic Bilbao. Celta Vigo e Leganes si giocano invece l’ultimo posto salvezza, con i galiziani avanti di un punto.

Atletico Madrid-Real Sociedad

L’Atletico Madrid ha come obiettivo quello di terminare al terzo posto, la Real Sociedad si garantirsi la partecipazione alla prossima edizione dell’Europa League senza dover aspettare l’esito della finale di Coppa del Re contro i cugini dell’Athletic Bilbao. Un match che, stando alle ultime indiscrezioni, si giocherà dopo il 3 agosto con la speranza di poter aprire lo stadio almeno a una parte di pubblico. Intanto, i baschi devono cercare di fare risultato al Wanda Metropolitano per rimanere nelle prime 6 posizioni in classifica, mentre una sconfitta potrebbe fare scivolare anche oltre il settimo posto la formazione di Alguacil. L’Atletico invece con un pareggio dovrebbe essere sicuro del terzo posto, a meno di goleade poco probabili del Siviglia. La scelta di non farsi del male potrebbe apparire la più logica, ma noi ci aspettiamo comunque una partita vera e azzardiamo almeno un gol per parte.

Espanyol-Celta Vigo

L’Espanyol è da tempo retrocesso in Segunda Division e il Celta Vigo non vuole seguirlo. Per farlo, basta che i galiziani escano con i 3 punti dall’RCDE Stadium di Barcellona. Il Celta si è trascinato fino all’ultima giornata un discorso salvezza che poteva essere chiuso tranquillamente prima, ma le due sconfitte con Osasuna e Levante hanno dato modo al Leganes di continuare a sperare. Ora i biancoazzurri devono ricompattarsi per non fallire almeno l’ultima partita contro una squadra che non ha nulla da chiedere a un campionato fallimentare, per non rischiare un epilogo che avrebbe per certi versi del clamoroso.

Leganes-Real Madrid

Proprio il Leganes ha la possibilità di effettuare il sorpasso proprio all’ultima curva, ma per rimanere nella Liga ci vuole una combinazione di risultati che appare abbastanza improbabile. E’ vero che il Real Madrid ha appena vinto il suo 34° titolo e quindi potrebbe scendere in campo un po’ distratto, ma va comunque battuto. E poi ci vorrebbe che il Celta Vigo completasse l’harakiri non vincendo sul campo della peggiore formazione del campionato. Il Leganes comunque è giusto che ci provi, cercando in primis di approfittare di un Real in festa e poi eventualmente sperando in un regalo dell’Espanyol. Per alimentare le poche chances innanzitutto il Leganes deve cercare di sbloccare questa partita e quindi la scelta di puntare sul primo gol della squadra di Aguirre, che arriva carica a questo match avendo conquistato 10 punti nelle ultime 4 partite, appare se non altro logica.

Levante-Getafe

Prima di pensare al confronto europeo contro l’Inter del prossimo 5 agosto, il Getafe deve conquistarsi un posto anche per la prossima edizione di Europa League. E i risultati delle ultime partite sono tutt’altro che confortanti perchè la compagine della periferia di Madrid ha raccolto appena 2 punti in 5 partite, passando dal sogno di andare in Champions all’incubo di andare fuori dalle coppe. Arttualmente il Getafe occupa il settimo posto e se non vince almeno l’ultima partita sul campo del Levante, dodicesimo e assolutamente tranquillo, rischia di perdere pure quello. Se è questo il Getafe che si vedrà il prossimo agosto, l’Inter avrà un po’ meno di che preoccuparsi. Intanto, per i madrileni è fondamentale portare a casa questa partita, anche se magari senza brillare.

Siviglia-Valencia

Quello del Sanchez Pizjuan è uno degli incontri più attesi dell’ultima giornata della Liga, anche se conta veramente solo per gli ospiti. Il Siviglia è già sicuro di un posto in Champions League e al massimo può arrivare terzo, mentre il Valencia è ottavo e deve necessariamente vincere per sperare di chiudere in extremis tra le prime 7 e andare in Europa League. Cosa che peraltro è riuscita ai Pipistrelli in terra andalusa nelle ultime due stagioni. Il tris tuttavia non è così scontato anche se le motivazioni spingono più dalla parte valenciana. Il Siviglia, che comunque un obiettivo ce l’ha anche se difficile da raggiungere, può giocare più tranquillo e senza alcun tipo di pressione, e nel proprio stadio, con o senza pubblico, non regala proprio niente.

Author Image

Prossimo articolo

Loading...