Dopo il KO contro il Napoli, la Juventus di Pirlo cerca il pronto riscatto contro il Porto nell’andata degli ottavi di finale di Champions League: l’obiettivo è ipotecare il passaggio del turno, in vista del ritorno. Andiamo ad analizzare l’andamento recente delle due squadre.

Vince Porto4.00Pareggio3.10Vince Juventus2.00

Informazioni sulla sfida

Quando si gioca? Mercoledì 17 febbraio 2021

Ora del calcio d’inizio? 21:00

Dove si gioca? Estadio Do Dragao (Oporto)

Canale TV? Sky Sport Uno

Porto-Juventus: presentazione della partita e pronostico

Il passo falso contro il Napoli ha leggermente complicato il cammino della Juventus in Serie A: la squadra di Pirlo, infatti, è quarta in classifica con 42 punti racimolati in 21 giornate di campionato, frutto di 12 vittorie, 6 pareggi e 3 KO. La rete di Insigne su calcio di rigore ha sbloccato un match sostanzialmente equilibrato e per questo deciso da un singolo episodio, risultato appunto decisivo ai fini del risultato. La Juventus ha ancora la partita da recuperare ma attualmente ha 8 punti di ritardo dall’Inter capolista e sette in meno del Milan secondo, a -1 anche dalla Roma che l’ha scavalcata in classifica. Ora i bianconeri si concentrano sulla Champions League, una delle note più liete della stagione della Vecchia Signora, capace di vincere il girone grazie ad un cammino quasi perfetto, impreziosito dal 3-0 rifilato al Barcellona al Camp Nou. Quella vittoria ha regalato alla Juve il primo posto che ha portato un sorteggio meno ostico del previsto perché i blaugrana sono capitati contro il PSG mentre i bianconeri affronteranno il Porto.

I lusitani non stanno andando benissimo in classifica perché, nonostante abbiano perso appena due partite in 19 incontri sin qui disputati, i tre pareggi consecutivi contro Belenenses, Braga e Boavista hanno allargato la forbice del divario dallo Sporting capolista, visto che i biancoverdi si trovano a 48 punti, a +7 rispetto ai Dragoes che devono guardarsi anche le spalle perché il Braga è più agguerrito che mai ed è distante solamente un punto, con il Benfica quarto a -3 dal Porto. La squadra di Sergio Conceicao, ex conoscenza del calcio italiano avendo vestito le maglie di Lazio, Parma e Inter, esprime un buon calcio, segna tanto (43 gol in 19 partite) ma ha una difesa ancora rivedibile, come testimoniano le 21 reti incassate contro le 10 dello Sporting capolista. Per questo motivo, la Juventus deve puntare a segnare e ottenere un buon risultato per provare a ipotecare il discorso qualificazione già dopo il match dell’andata in terra portoghese.

Ecco il nostro pronostico per le scommesse di questa sfida. Abbiamo anche molte altre opzioni su cui puntare.

Entrambe segnano1.90Goal Porto secondo tempo2.20Risultato esatto: 1-118.00

La partita nel dettaglio

In casa Juventus, Pirlo deve fare i conti con alcune situazioni che destano un filo di preoccupazione: il nome più pesante è quello di Paulo Dybala, ancora alle prese con il problema fisico che lo ha costretto a restare fuori a lungo ed è probabile che salti anche l’andata del match, anche se potrebbe tornare comunque tra i convocati. Dubbi anche su Juan Cuadrado: l’ex Fiorentina è stato sostituito contro il Napoli per un guaio muscolare alla coscia destra ed è ancora da monitorare così come Ramsey e Arthur, non al 100% e dunque sicuramente fuori dall’undici titolare. Pirlo ha bisogno di risposte concrete e decise e si affida a Cristiano Ronaldo e Morata in avanti, anche se quest’ultimo non sta trovando il gol con continuità come fatto invece nelle prime partite in bianconero. In difesa, invece, Cuadrado potrebbe stringere i denti mentre Danilo agirà sull’altra fascia, con Bonucci e De Ligt – o Chiellini – che comporranno il duo di difensori a protezione della porta difesa da Szczesny. A centrocampo, invece, Pirlo non rinuncia ad un giocatore come McKennie, utile a livello tecnico e tattico che accompagnerà Bentancur e Rabiot, mentre Chiesa tornerà protagonista, con Kulusevski pronto nel caso a subentrare.

Il Porto si affida al consueto 4-4-2 con Marchesin in porta, Manafà e Sarr sulle corsie laterali con l’ex Real Madrid Pepe (20 presenze in stagione) e Mbemba a comporre il duo di centrali. Ci si aspetta tanto dal centrocampo, perché Corona e Diaz sulle fasce costituiscono due spauracchi per i bianconeri, con Uribe e Oliveira a fare da diga ma con compiti offensivi e di equilibrio. L’obiettivo dei portoghesi è rendere la vita difficile alla Juve che parte oggettivamente favorita: per questo motivo Conceicao si affida in avanti a Marega – 9 gol in 28 partite stagionali – e soprattutto Mehdi Taremi, attaccante iraniano comprato in estate dal Rio Ave e autore di 14 reti in 28 partite, con 9 centri in campionato.

Author Image

Loading...