Momento davvero delicato per la Juventus di Massimiliano Allegri, chiamata a riscattarsi dopo il tonfo con l’Atalanta. La sfida dell’Arechi contro la Salernitana è l’occasione giusta per non perdere altro terreno nei confronti delle altre, a patto che i bianconeri cambino marcia davvero.

Vince Salernitana7.50Pareggio4.50Vince Juventus1.35

Informazioni sulla sfida

Quando si gioca? Martedì 30 novembre 2021

Ora del calcio d’inizio? 20:45

Dove si gioca? Stadio Arechi (Salerno)

Canale TV? Dazn

Salernitana-Juventus: presentazione della partita e pronostico

Nonostante, nel complesso, abbia giocato una buona partita, costruendo palle gol a profusione e trovando anche una traversa nel finale con Dybala, la Juventus è caduta nuovamente in casa contro l’Atalanta nell’ultimo turno di campionato. Si tratta della quinta sconfitta su 14 partite per i bianconeri, fermi al sesto posto – al pari di Fiorentina, Lazio e Bologna – con 21 punti, a -14 dal Napoli capolista e addirittura a -7 dalla quarta posizione occupata proprio dall’Atalanta, che invece, sta volando con 4 vittorie e un pareggio nelle ultime cinque. Non è davvero un periodo felice per la Juve, reduce dalla batosta di Champions contro il Chelsea (4-0) che si è fatta sentire nelle gambe e nella testa dei giocatori. Allegri predica calma ma ora deve fare i conti con altri infortuni perché Danilo e Chiesa non saranno a disposizione per le prossime partite. A livello di calendario, il dicembre della Vecchia Signora non è così impegnativo ma Dybala e compagni non devono perdere altri punti se non vogliono dire addio all’obiettivo Champions, già ora distante sette lunghezze.

Il primo step per la Juventus è all’Arechi di Salerno contro una Salernitana che sta mostrando voglia, carattere e determinazione ma finora con scarsi risultati: i granata sono reduci dal pareggio di Cagliari, arrivato allo scadere grazie al gol di Bonazzoli, che ha portato in dote il secondo pareggio stagionale. Nelle altre dodici partite, la Salernitana ha ottenuto due vittorie e ben 10 sconfitte che valgono l’ultimo posto in classifica con 8 punti al pari proprio dei sardi, anche se la salvezza, ad oggi, dista appena tre lunghezze. Per sperare di rimanere in Serie A, in attesa di qualche innesto che arriverà a gennaio, Colantuono dovrà fare di necessità virtù e provare ad infrangere il tabù Arechi, viste le tre sconfitte di fila dopo l’unica vittoria conseguita il 2 ottobre da Castori contro il Genoa. E ai tifosi tornerà sicuramente in mente il successo dei granata contro la Juventus in casa per 1-0 nel maggio 1999 con gol di Di Vaio, che riaccese le speranze salvezza a quattro giornate dalla fine anche se a fine stagione arrivò comunque la retrocessione in B.

Ecco il nostro pronostico per le scommesse di questa sfida. Abbiamo anche molte altre opzioni su cui puntare.

Over 2.51.65Parziale/Finale Juventus/Juventus2.00Risultato esatto: 1-310.00

La partita nel dettaglio

Massimiliano Allegri deve fare i conti con gli infortunati perché non saranno della partita Chiesa, McKennie e Danilo, oltre a Ramsey e De Sciglio. In porta c’è Szczesny, con Cuadrado – diffidato – e Alex Sandro terzini mentre Bonucci e De Ligt dovrebbero essere i due centrali. In mezzo al campo, il tecnico livornese potrebbe proporre Bernardeschi e Rabiot come laterali, mentre Bentancur e Locatelli sono favoriti per una maglia da titolare, con Arthur pronto a subentrare nella ripresa. Il duo in avanti è pressoché forzato perché Kean non è ancora al 100% e Chiesa non è disponibile: per questo, spazio a Dybala e Morata, sui quali è riposta la speranza dei tifosi bianconeri. Serve però ritrovare la via del gol, che a Dybala (3 gol in Serie A) manca da sei partite mentre Morata (2 gol in 13 partite) non segna dalla quarta giornata contro il Milan.

Se Atene piange, Sparta non ride. Potrebbe essere definito così l’umore di Colantuono: il tecnico della Salernitana ha la rosa contata ai minimi termini perché non saranno della partita Ruggeri, Ribery, Kastanos, Schiavone, Strandberg, Coulibaly e, ultimo in ordine temporale, anche Gondo, uscito anzitempo contro il Cagliari per un problema fisico. L’ex tecnico di Palermo e Atalanta opterà per il consueto 4-4-2 con Belec in porta, Zortea e Veseli ai lati della difesa che vede in mezzo Gyomber e Gagliolo. Kechrida e Ranieri sono i due esterni titolari di centrocampo, mentre Lassana Coulibaly e Di Tacchio agiranno in mediana. Là davanti, Bonazzoli ha trovato il gol contro il Cagliari ed è in fiducia mentre Djuric dovrebbe vincere il ballottaggio con Simy, che finora ha dato meno di quanto si potesse aspettare, dopo i 20 gol segnati un anno fa con il Crotone.

Author Image

Prossimo articolo

Loading...