C’è grandissima attesa per il derby campano tra Salernitana e Napoli, il primo in Serie A dal 1948. Spalletti punta a mantenere la vetta della classifica ma Colantuono e i tifosi granata credono nell’impresa

Vince Salernitana8.50Pareggio5.00Vince Napoli1.28

Informazioni sulla sfida

Quando si gioca? Domenica 31 ottobre 2021

Ora del calcio d’inizio? 18:00

Dove si gioca? Stadio Arechi (Salerno)

Canale TV? Dazn

Salernitana-Napoli: presentazione della partita e pronostico

Nove vittorie, un solo pareggio (contro la Roma) e nessuna sconfitta: l’avvio di campionato del Napoli di Luciano Spalletti è ben oltre le più rosee aspettative tanto che non capitava dall’epoca di Sarri (2017/2018) di assistere ad una partenza così lanciata dei partenopei. Quel Napoli segnava di più (29 gol contro i 22 attuali) ma subiva anche più reti (7, contro le sole 3 attuali che rendono la retroguardia napoletana la migliore in Europa). Tra Ospina e Meret, sono ben sette i clean sheet collezionati dai portieri del Napoli, sintomo di una difesa granitica che vale anche il primato in Serie A, tanto che nella storia solamente la Roma 2013-2014 e il Cagliari 1966-1967 hanno fatto meglio (un gol subito entrambe) nelle prime dieci giornate di campionato. Numeri che evidenziano ancor di più la forza di questo Napoli, che punta sicuramente a tornare in Champions League anche se i tifosi iniziano a sognare in grande, visto l’andamento recente e le grandi partite giocate da Insigne e compagni. Proprio Insigne ha siglato una doppietta – su rigore – contro il Bologna, sconfitto 3-0 con tanto di gol di un Fabian Ruiz rigenerato dalla cura Spalletti.

Chi spera invece di uscire definitivamente dalle zone basse della classifica è la Salernitana che si affida a Colantuono, chiamato in causa e scelto dalla presidenza dopo l’esonero di Castori. L’ex tecnico, tra le altre, di Atalanta, Torino e Udinese, ha esordito perdendo 4-2 in casa contro l’Empoli ma poi ha potuto festeggiare la prima vittoria, arrivata al Penzo contro il Venezia in rimonta: il gol di Aramu ha permesso agli arancioneroverdi di chiudere il primo tempo in vantaggio ma Bonazzoli al 60′ ha ristabilito la parità prima della rete a tempo scaduto di Schiavone che ha portato ai granata la seconda vittoria in campionato (entrambe arrivate nelle ultime quattro) che vale l’aggancio al Genoa penultimo in classifica con 7 punti, a +1 sul Cagliari fanalino di coda e a -1 da Venezia e Spezia, con cui è lecito aspettarsi una battaglia fino alla fine per la salvezza. La Salernitana cerca la prima vittoria in Serie A contro il Napoli e la quarta nella storia, anche se lo score totale vede più pareggi (11) che successi del Napoli (10). L’Arechi sarà gremito per provare a spingere Djuric e compagni nell’impresa di fermare la capolista e di rivincere un derby dopo quasi 20 anni, visto che l’ultimo trionfo risale al novembre 2002 in Serie B con i gol di Eddy Baggio e Zoro.

Ecco il nostro pronostico per le scommesse di questa sfida. Abbiamo anche molte altre opzioni su cui puntare.

Entrambe segnano1.90Napoli primo tempo1.75Risultato esatto: 1-39.50

La partita nel dettaglio

Per quanto riguarda le probabili formazioni, partiamo dalla squadra di casa: Colantuono potrebbe riconfermare lo stesso modulo e anche gli stessi giocatori visti a Venezia. In porta c’è Belec mentre Zortea e Ranieri saranno i due esterni della difesa a 4 che vedrà al centro Stranberg e Gyomber. In mediana, invece, Obi, Di Tacchio e Kastanos sono praticamente certi di una maglia da titolare mentre là davanti i fari sono puntati su Ribery, che agirà da trequartista alle spalle delle due punte che dovrebbero essere Djuric e Bonazzoli, con Simy e Gondo che torneranno sicuramente utili anche a gara in corso.

Archiviata la vittoria contro il Bologna, Spalletti potrebbe propendere per il 4-3-3 nel derby: in porta Meret potrebbe anche prendere il posto di Ospina anche se il colombiano è leggermente favorito. In difesa, Mario Rui e Di Lorenzo sono confermati come terzini, mentre Koulibaly e Rrhamani sono i due centrali, vista anche l’assenza di Manolas per infortunio. A centrocampo, Ruiz ed Anguissa non riposano mentre c’è un dubbio tra Elmas e Demme, una scelta che cambierebbe e non poco l’assetto della mediana. Là davanti, invece, pochi dubbi: Politano, Osimhen e Insigne vanno verso la conferma, mentre Lozano, Mertens e Petagna.

Author Image

Prossimo articolo

Loading...