Home / Calcio / Svezia-Belgio Pronostici calcio: torna Ibra e trova Lukaku

Svezia-Belgio Pronostici calcio: torna Ibra e trova Lukaku

March 23, 2023 by Fabio Casati
4 min read

A Stoccolma si affrontano Svezia e Belgio nella prima giornata di qualificazione a Euro 2024, con il ritorno in nazionale dopo circa un anno di Ibrahimovic, che sfida Lukaku in una sorta di “derby”. 

Vince Svezia

3.15

[Quote aggiornate al momento della pubblicazione dell'articolo]

Pareggio

3.15

[Quote aggiornate al momento della pubblicazione dell'articolo]

Vince Belgio

2.10

[Quote aggiornate al momento della pubblicazione dell'articolo]

Informazioni sulla sfida

Quando si gioca? Venerdì 24/03/2023

Ora del calcio d’inizio? 20:45

Dove si gioca? Friends Arena (Stoccolma)

Canale TV: Sky Sport Football

Svezia-Belgio: presentazione della partita e pronostico

Passato, presente e futuro. Zlatan Ibrahimovic si è ripreso ancora una volta la Svezia e ha intenzione di farlo ancora per un po’. Nonostante i 41 anni suonati e tre operazioni al ginocchio, Ibra non vuole saperne di appendere le scarpe al chiodo e vuole essere ancora utile non solo al Milan ma anche per la sua nazionale, che cercherà di guidare ai prossimi Europei, che potrebbero essere l’ultima grande manifestazione internazionale a cui potrebbe partecipare. Il condizionale è d’obbligo, perchè con Ibra davvero non si può mai sapere. Dopo essere diventato il più anziano marcatore in Serie A, con il rigore trasformato alla Dacia Arena che però non è servito a evitare la sconfitta al Milan contro l’Udinese, il genio di Malmoe ha trovato la convocazione in nazionale a un anno esatto dalla sua ultima apparizione, che risale al match di Nations League con la Polonia del 29 marzo del 2022.

Di fronte troverà uno degli avversari con cui va meno d’accordo, per usare un eufemismo, vale a dire Romelu Lukaku. Indimenticabile il testa contro testa durante il derby di Coppa Italia di un paio di anni fa, che è diventato anche un murales a pochi passi da San Siro. Proprio il bomber nerazzurro, autore di una stagione finora decisamente sottotono anche per colpa dai vari infortuni che l’hanno tormentato per tutta la prima parte, dovrà riscattare gli imperdonabili errori sottoporta contro la Croazia ai Mondiali, che hanno condannato il Belgio all’eliminazione già alla fase a gironi. Il nuovo ct Domenico Tedesco punterà su di lui al centro dell’attacco per il nuovo corso di una nazionale, quella dei Diavoli Rossi, che ha sempre raccolto meno di quanto potesse esprimere l’enorme potenzialità a disposizione e che ora volta nuovamente pagina. Svezia e Belgio non si affrontano da 7 anni, dagli Europei del 2016, con rete decisiva di Radja Nainggolan, ex di Roma e Inter e attualmente alla SPAL, ma da tempo fuori dal giro della nazionale.

Ecco il nostro pronostico per le scommesse di questa sfida. Abbiamo anche molte altre opzioni su cui puntare.

Entrambe a segno

1.83

[Quote aggiornate al momento della pubblicazione dell'articolo]

Doppia chance 1X

1.55

[Quote aggiornate al momento della pubblicazione dell'articolo]

Risultato esatto: 1-1

6.50

[Quote aggiornate al momento della pubblicazione dell'articolo]

La partita nel dettaglio

Il ct Janne Andersson deve valutare se fare partire Ibrahimovic dal primo minuto, affiancando Kulusevski a sostegno, oppure se farlo iniziare dalla panchina per poi utilizzarlo a partita in corso, preferendogli inizialmente Isak. Gli altri tre “italiani” sono Hien del Verona e i due dello Spezia, Holm e Albin Ekdal, tutti difensori, ma solo il primo dovrebbe giocare dal primo minuto, al centro del reparto arretrato in coppia con Lindelof, con Andersson e Augustinsson sulle fasce a completare il quartetto a protezione della porta difesa da Olsen. Anche il centrocampo è a quattro, con Claesson a destra e Forsberg a sinistra, mentre al centro ci sono l’ex bolognese Svanberg e Olsson.

Schema differente per Tedesco, che si affida a un 3-4-2-1, con Lukaku che appunto è il terminale offensivo, con la speranza che la nazionale risvegli dal torpore Big Rom, che da quando è rientrato a gennaio con l’Inter ha segnato un solo gol su azione, anche se decisivo con il Porto in Champions League, più un paio di centri su rigore con Udinese e Spezia. Troppo poco per un bomber delle sue indiscutibili capacità realizzative. Alle sue spalle agiranno Trossard e uno dei due milanisti, Saelemaekers e De Ketelaere, con De Bruyne più arretrato a centrocampo, affiancato da Onana, con Meunier a destra e Carrasco a sinistra che saranno i due uomini a tutta fascia. Un altro ex bolognese, Theate, nella difesa a tre comandata da Vertonghen e che comprende anche Faes, con Courtois pronto a difendere i pali.

expand_less