Con l’Inter già qualificata e il Bayern Monaco sicuro del primo posto, la partita dell’Allianz Arena non conta nulla ai fini del girone. Per Simone Inzaghi, concentrato sulla rimonta in campionato, può essere l’occasione per dare spazio a chi ha giocato di meno e di provare nuove soluzioni. 

Vince Bayern Monaco1.40Pareggio4.60Vince Inter5.75

Informazioni sulla sfida

Quando si gioca? Martedì 1 novembre 2022

Ora del calcio d’inizio? 21:00

Dove si gioca? Allianz Arena (Monaco di Baviera)

Canale TV? Canale 5

Bayern Monaco-Inter: presentazione della partita e pronostico

La partita tra Bayern Monaco e Inter, che poteva essere decisiva ai fini della qualificazione una volta effettuato il sorteggio, si è ridotta a una semplice amichevole di lusso. Tutti i verdetti del Gruppo C infatti sono stati delineati con una giornata di anticipo. L’Inter si è presa con pieno merito la qualificazione agli ottavi di finale travolgendo a San Siro il Viktoria Plzen 4-0, mentre il Bayern, che era già agli ottavi, si è garantito anche il primo posto del girone passeggiando al Camp Nou su un Barcellona sceso in campo senza motivazioni una volta appreso che la retrocessione in Europa League sarebbe stata il suo destino. La partita dell’Allianz Arena sarà dunque l’occasione ideale per i due tecnici Nagelsmann e Inzaghi di far tirare il fiato a un po’ di titolari e tenerli più freschi per il rush finale dei rispettivi campionati prima della lunga pausa per i Mondiali.

Analizzando i precedenti, si nota come l’Inter abbia una tradizione positiva in Germania. L’esatto contrario di quanto accaduto a San Siro, dove si è sempre imposto il Bayern. A Monaco di Baviera l’Inter non ha mai perso, vincendo due volte, nel 1988 con la memorabile galoppata di Nicola Berti che ha fissato il 2-0, poi ribaltato dai bavaresi con il 3-1 del Meazza. Nel 2011 in Champions League i nerazzurri hanno restituito il favore, rimontando lo 0-1 dell’andata con il 3-2 ottenuto in terra bavarese (all’epoca i gol in trasferta valevano doppio) decretato dal sinistro velenoso di Goran Pandev, uno degli eroi del triplete certificato con il trionfo in Champions League del 2010 proprio con il Bayern nella magica notte di Madrid. Nella fase a gironi della massima competizione europea, oltre al precedente dell’andata, ci sono i due del 206, con altro successo per 2-0 a Milano dei tedeschi e un pareggio per 1-1 a Monaco.

Ecco il nostro pronostico per le scommesse di questa sfida. Abbiamo anche molte altre opzioni su cui puntare.

Under 3.51.75Inter handicap +21.70Risultato esatto: 1-110.00

La partita nel dettaglio

E’ prevedibile che venga dato, da una parte e dell’altra, ampio spazio alle cosiddette seconde linee. Partiamo dal Bayern, con Nagelsmann che opererà diversi cambi rispetto alla formazione che ha rifilato un tennistico 6-2 al Magonza nell’ultimo turno di Bundesliga. In porta c’è Ulreich, mentre in difesa è previsto un turno di riposo per De Ligt e Davies, rimpiazzati da Pavard, che potrebbe agire da centrale, e Stanisic, che completano il quartetto con Mazraoui e Upamecano. A centrocampo Sabitzer fa rifiatare uno tra Kimmich e Goretzka, anche l’attacco è profondamente rinnovato con il solo Gnabry confermato. Musiala e Mané lasciano il posto a Gravenberch e Coman, mentre il 17enne Mathys Tel si candida per il ruolo di centravanti e insidia Choupo Moting.

Nell’Inter si è fermato nuovamente Lukaku, per una nuova distrazione ai flessori della coscia sinistra. Niente Bayern e niente Juve per il belga. Uno tra Dzeko e Lautaro Martinez sarà chiamato agli straordinari per affiancare in attacco Correa, che è ritornato al gol contro la Sampdoria e lo ha fatto alla sua maniera. A centrocampo c’è una chance da titolare per Asllani, che rileva Calhanoglu in cabina di regia. Possibile anche il riposo di uno tra Barella e Mkhitaryan a vantaggio di Gagliardini. Dumfries, uscito per infortunio con i blucerchiati, non dovrebbe nemmeno partire con la squadra. A destra c’è il ballottaggio tra Darmian e Bellanova, con Gosens che ha la sua occasione a sinistra al posto di Dimarco, anche lui destinato a tirare il fiato. Stesso discorso per Skriniar e probabilmente Bastoni in difesa, dove rientra D’Ambrosio che va ad affiancare De Vrij e Acerbi. In porta potrebbe rivedersi Handanovic.

Author Image

Prossimo articolo

Loading...