pokerstars.it

Alessandro "sguaratovic" De Leo: "Non avevo mai giocato coinflip così!"

Alessandro "sguaratovic" De Leo, agente dicommercio messinese, è il campione in carica del Sunday Special in programma alle 21.00anche questa domenica con i suoi €200.000 garantiti:" Vincere è stato veramente emozionante, non avevo mai giocatocoinflip che spostassero cosi tanto, questo Sunday è stato un camminocolmo di gioie e dolori, tra un imprecazione e un grido di gioiacercavo ancora di capire cosa stavo facendo e soprattutto perché ero altavolo finale del Sunday".


non-e-un-paese-per-vecchi.jpg
Il volto di Javier Bardem, protagonista di "Non è un paese per vecchi", è l'avatar di Alessandro

Che cosa hai pensato una volta arrivato lì?
Perché io? Conosco gente molto più capace di me che non ha maiprovato quest'emozione, per qualche secondo nella mia mente è passatoil pensiero di non meritarlo, ma poi ho cominciato a pensare a tuttiquegli pseudoregular e gente meno brava che a questo giochino hannovinto tanto e mi sono detto "Me lo merito, e ora cominciamo adaspettare gli assi", e alla fine ho vinto. Devo dire che la miaattenzione si è soffermata molto sul premio da €35.000 e il fatto cheil Sunday fosse il torneo di poker online più importante d'Italia mi hatoccato poco... alla fine è per vincere che si gioca, no?

Quanto spessogiochi a poker online?
Ho iniziato questo cammino come un passatempo e, con l' arrivo diqualche vincita, ho cominciato ad investire qualcosina in più negliultimi tempi. Ho partecipato a molti tornei, forse non quanti ne apreun reg nel giro di un mese, ma per me comunque erano abbastanza.Diciamo che negli ultimi mesi ho "grindato" un po' di più...

Quando hai vinto il Sunday Special quanti tornei stavigiocando?
Domenica ne ho aperti diversi tra cui il Evening, Deep, Smackdown eil Main Event Microfestival da €25, più qualcun altro che ora nonricordo.

La vittoria all'ultimo Sunday Special è stata la tuagiornata più profittevole?
Sicuramente si. Anzi, potrei dire che è stata la seconda giornatapiù profittevole della mia vita: nella prima mi sono rotto femore,costole e bacino (sigh!).

Nella tua carriera da giocatore, quali sono stati ipiazzamenti più importanti?
Ricordo ancora il primo torneo che ho vinto: il Deep da €5 delle16:30 per la cifra di €675, poi ho raggiunto un paio di piazzamenti alDaily Deep e in qualche torneo qua e là, come il Morning On Stars e ilMini Night On Stars. Nelle ultime 400 partite si può dire che abbiafatto, per cosi dire, il "salto di qualità", vincendo il SundaySmackdown Half Price (€4.880) e il SundayChallenge Tilt Mania con Added Prizepool (€8.880). Infine èarrivato il SundaySpecial che mi ha regalato la ragguardevole somma di €35.000. Devoammettere che sicuramente la fortuna è stata dalla mia parte, anche secomunque ritengo di aver modificato molto il mio gioco osservandoqualche amico "grinder " che mi è stato veramente di aiuto, esperienzache mi ha insegnato ad ottimizzare le mani di valore ed a economizzareal massimo le chip, specie nelle fasi finali dove è fondamentalemantenere integro lo stack.

Come hai imparato a giocare?
Ho approcciato al Texas Hold'em dal vivo per la prima volta conl'idea che fosse un giochino in cui la fortuna riveste un ruolo moltoimportante (e devo dire che ne sono ancora persuaso). Essendo un exgiocatore di scacchi, sostenevo che comunque due carte al fronte delle5 scoperte fossero davvero poche per giudicare le sorti di una mano,quindi a mio modo di vedere giudicavo avvantaggiante la vera e propria"azione" pre e post flop. Col tempo, giocando più spesso, ho carpitoqualche sottigliezza in più (concetti che comunque fanno di me ungiocatore poco più che mediocre), qualche scelta strategica (per gliMTT), qualche scelta, cose che mi fanno considerare il poker un giocodi abilità ma dove è molto importante, quantomeno, non esseresfortunati.

Hai una strategia particolare con la quale affronti glieventi?
Non so voi, ma io aspetto gli assi e poi pusho. Con QQ e KK miguardo il flop anche chiamando mezzo stack, poi all' ombra del primoasso foldo :P

Sei un professionista? Sogni di diventarlo?
Non sono un professionista. Pensare di diventarlo? Per viaggiaresempre, andare in giro per il mondo per gli eventi live, guadagnarenotorietà circondato sempre da ragazze bellissime e guadagnare unmucchio di soldi e visitare posti bellissimi facendo nuove esperienze?Blah... :)

Cosa farai con la vincita?
Credo che gran parte della vincita la devolverò all'A.I.O.S.(Associazione Italiana Ossessionati di Stars). Il resto lo spenderò perfare la bella vita, con quello che rimarrà comprerò un ferma carte inavorio e un cappottino Burberry per il mio micio portafortuna!

Pensi di proseguire il tuo cammino nel mondo del poker?
Devo dire che il fatto di aver vinto qualche evento mi ha montatoun po' la testa, so che ho ancora molto da imparare, ma se dovessi farela scelta di intraprendere un cammino nel poker e migliorare tantissimoaccorgendomi che quando vincevo facevo errori gravi, e che poimigliorando ho cominciato a perdere, sarebbe una cosa molto triste. Ilfatto è che non è facile fare meglio di quello che sto facendo per ilmomento, non vorrei fare come Franco Baresi nel Milan, una leggenda,che siccome ha giocato anche troppo la gente ne ricorda anche gliautogol. Comunque ho intenzione di continuare a fare quello che facevoprima, ne più, ne meno ...senza sbottonarsi troppo la giacca però chequa il freddo è umido e uno poi finisce che si ammala ;)
Qualche live, si, mi piacerebbe!

Perché ti piace il poker?
Sono uno a cui giocare piace in generale, da tempo mi sonoappassionato al poker perché i miei amici sono tutti sposati oarrestati e non c è più nessuno che vuole giocare a nascondino con me:(, la play mi si è rotta e devo dire che Candy Crush Saga dopo un po'mi ha stufato :P

Archivio