pokerstars.it

Le Scene di Poker più divertenti viste in TV e al Cinema

Kevin Hart Funny.jpg

Nel suo libro di culto intitolato Big Deal, Anthony Holden riassume perfettamente il gioco del poker:

"Il poker sarà anche una branca della guerra psicologica, una forma d'arte o uno stile di vita - ma è anche semplicemente un gioco, in cui il denaro è semplicemente il mezzo con cui tracciare i risultati".

Eppure, anche se il denaro è importante, al tavolo da poker ci si può divertire, che si vinca o che si perda - chiedere per conferma a Kevin Hart, ambasciatore di PokerStars. Forse non avrà ancora nessun risultato importante nel suo curriculum di giocatore, ma ogni volta che si trova seduto al tavolo ha sempre il sorriso stampato sul volto. Al recente PokerStars Championship Montecarlo, Hart ha dichiarato: "Amo la vita, l'amore e le risate. Voglio portare questa energia nel gioco del poker. E quando succede, il poker si eleva".

Ma Hart non è il primo pokerista divertente. Anche se involontariamente, Phil Hellmuth ha scatenato risate durante tutti i suoi quasi trent'anni di carriera. E molti altri giocatori sono stati capaci di intrattenerci con la loro stupidità al tavolo, come Mikkel Habb e il suo slowroll tutto pose (con vendetta del karma istantanea) all'Aussie Million 2016, o come le buffonate di Hevad Khan - indotte dagli Energy drink - così sopra le righe da indurre le WSOP a cambiare le regole.

Eppure bisogna trovarsi al posto giusto al momento giusto. Altrimenti, se volete ridere "on demand", dovete lasciarvi il mondo vero alle spalle e unirvi a noi per questi grandi classici: le quattro scene più divertenti nella storia del poker. E non stiamo parlando della mano finale di James Bond in Casino Royale.

Friends Stagione 1, Episodio 18 - Lezioni di Poker (1995)

Questi sei amici sembravano inseparabili. Galeotta fu una partita di poker...

Anche se pensate di sapere tutto su Friends, magari non ricordate questo grande classico.

L'episodio 18 della prima stagione ruotava attorno all'antica battaglia dei sessi e a una partita tra amici. Il set-up è il Central Perk, dove i ragazzi stanno parlando della partita che la sera precedente ha fatto piangere Joey. Le ragazze vogliono sapere perché i ragazzi non hanno mai giocato con loro.

Phoebe: Sì, perché? Cos'è, una roba per uomini? Una di quelle cose sessiste? Cos'è, solo gli uomini possono giocare a poker?

Ross: No, le donne sono le benvenute.

Phoebe: Ah, ok, quindi di che si tratta? Qualcosa tipo... sai, tipo, tipo... una cosa tipo... ok, che cos'è?

Joey: Semplicemente non conosciamo nessuna donna che sappia giocare a poker.

Monica: Oh, per favore, che scusa idiota!
Ross: Scusatemi, qualcuna di voi sa giocare?
Ragazze: No.

Rachel: Ma potreste insegnarci.

Ragazzi: No.

Ma ovviamente alla fine glielo insegnano. E via ad una serie di battute, come quando Ross si rivolge alle ragazze che si sentono pronte per giocare. "D'accordo, siete sicure? Phoebe ha appena foldato due jack perché non gli sembravano contenti..."

Non vi rovineremo il risultato della partita, ma basta dire che non è andata come si aspettavano i ragazzi.

Kevin Hart - What Now? (2016)

Se volete potete guardare lo special comedy di Kevin Hart su Netflix - disponibile oggi e molto divertente - per conoscere meglio la nostra ultima celebrità amante del poker nel suo habitat naturale, ma prima ecco un esilarante mini-film. Scimmiottando la scena di poker di Casino Royale, Hart è l'Agente 0054, che si trova a sfidare The Really Evil Villain (Il Cattivo Davvero Cattivo) e Don (Cheadle) l'Agente Rivale, in un winner-takes-all da $1 milione di buy-in, con bui di partenza da $5k/$10k. Tuttavia le cose si complicano prima ancora di vedere le carte.

Dealer: Si gioca a no-limit poker, cinque carte comuni, due nascoste..

Kevin: Come, scusi?

Dealer: Due carte nascoste.

Kevin: No, qui nessuno nasconde niente. Non so che gioco sia, ma oggi non ci giochiamo.

Se mai doveste trovarvi al tavolo da poker con Kevin Hart, guardare questo mini-film potrebbe aiutarvi ad evitare il fato di Cheadle, che perde la calma e deve essere scortato fuori dal casinò.

Seinfeld Stagione 6, Episodio 13 - Il fuorilegge (1995)


Riuscireste a mantenere una faccia da poker durante questo interrogatorio?

Una delle sit-com più belle di tutti i tempi ha ospitato anche uno delle celebrità più entusiaste tra i poker player, Jason Alexander. Alexander nel suo CV può vantare un paio di buoni piazzamenti - uno al WSOP Ante Up 2007 (1° per $12.174) e uno al WSOP Circuit 2010 (5° per $16.933) - e anche il ruolo da protagonista in una delle scene di poker più divertenti mai trasmesse in tv.

In realtà la scena non si svolge al tavolo da poker, ma nell'appartamento di Seinfeld, dove Jerry confessa a George di non avergli detto che un amico (Gary Fogel) aveva il cancro, dato che "non ha una poker face" e non sa mantenere un segreto.

Tuttavia, quando George incontra il suddetto amico, Fogel confessa la bugia e di non aver mai avuto il cancro. George promette di non dirlo a Jerry ed è così costretto a indossare la sua "poker face", mettendola alla prova subito dopo. Se avete un amico con una pessima "poker face", apprezzerete ancor di più questa scena.

Jerry: Sembra che ci sia qualcosa che ti preoccupa.

George: No, niente, sto bene.

Jerry: Quindi è quella la tua poker face?

George: È la mia faccia normale...

Jerry: No, non lo è, ho visto la tua faccia normale e non è così. Dai, che hai?

George: Non ho niente.

Jerry: Che hai? Due assi? Doppia coppia, tris?

George: La vuoi smettere?

Jerry: Un full house, hai un full house... gira le carte George, voglio vederle, dai faccio call [picchietta sul tavolo], che cos'hai?

George [gridando]: Gary Fogel non ha mai avuto il cancro!

Curb Your Enthusiasm Stagione 2, Episodio 4 - Partita a poker (2001)

Replicare la comicità di Seinfeld è sempre stato difficile, ma Curb Your Enthisiasm in alcune parti addirittura lo batte. Soprattutto quando Larry David commette una delle sue innumerevoli gaffe sociali. Quella di cui vi parliamo si svolge al tavolo da poker, durante un piatto grosso. Julia Louis Dreyfus ha le carte in mano, ma qualcuno chiamerà?

Nonostante Larry esorti la gente a chiamare - "Forza, che qualcuno entri..." - il tavolo folda, uno alla volta, fino a quando Julia non si prende il piatto, e David comincia a fare domande. Sfortunatamente, scopre che uno ha foldato un asso e la situazione si fa gelida in un istante. Meglio se guardate da soli la scena (evitate di guardare il video a lavoro!), ma potreste anche indovinare cosa succede dallo scambio tra David e sua moglie (Cheryl Hines, un'altra celebrità amante del poker).

Larry: Penso che probabilmente non ci inviteranno più alla loro partita di poker.

Cheryl: Non credo proprio. Non posso credere a ciò che hai fatto...

Larry: Oh, dai... È un termine che si usa quando qualcuno non agisce da uomo... Avrebbe dovuto entrare con quell'asso.

Cheryl: Io penso ci siano altre parole che potresti usare, a parte quella.

Larry: Be', magari pensandoci meglio avrei dovuto dire p*****.

Avvertimento: non guardate il video al lavoro! Secondo avvertimento: fa straridere.

Ci sono scene di poker divertenti che secondo voi abbiamo escluso? Fatecelo sapere.

Dave Woods per PokerStarsBlog

Archivio