pokerstars.it

EPT di Praga, la storia e i numeri (seconda parte)

La prima parte di questa breve storia dell'EPT di Praga ci ha portati dalla Season 4, la prima in cui la capitale ceca fa la sua comparsa negli eventi live di PokerStars, all'8va.

ept_prague_hilton_2may16-thumb-450x300-304340.jpg

Nel 2012 inizia la Stagione 9, nella quale Praga continua ad occupare le date pre-natalizie. Il Main Event si gioca dal 9 al 15 dicembre e, a fronte di un buy-in immutato (5.300 euro), c'è il nuovo record di partecipanti: 864. Complessivamente però il tour inizia a diminuire il numero di appuntamenti, eliminando le location meno gettonate della stagione precedente: si scende da 13 tappe a 8. Sono i primi segnali che il mondo del poker è cambiato dopo il Black Friday e lo scandalo Full Tilt.

Quell'anno vince lo svedese Ramzi Jelassi che incassa €835.000. Il suo è un nome che molti appassionati italiani ricorderanno: nel 2009 il giocatore nordico si era infatti imposto a Sanremo nella prima stagione dell'Italian Poker Tour.

A Praga, dietro a Jelassi, troviamo il greco Sotirios Koutoupas (€510.000) e all'olandese David Boyaciyan (310.000), già runner-up nel Main Event nel 2011.

Se il 2010 è l'anno in cui Antonio Buonanno vince l'EPT Grand Final a Montecarlo, Praga rimane avara di risultati per l'Italia del poker. Nonostante 7 in the money, nessuno riesce a raggiungere il final table. Il migliore è Marco Leonzio, 14° per €34.000.

NEIL4803_EPT9PRA_Ramzi_Jelassi_Neil Stoddart.jpgRamsi Jelassi

L'anno dopo, Praga registra un nuovo incremento in termini di iscritti che sono ben 1.007. La picca del Main Event e l'assegno da 725.700 euro (frutto di un deal) finiscono nella mani del tedesco Julian Track, che precede il greco Georgios Sotiropoulos (€700.000) e il fortissimo pro inglese Stephen Chidwick (€378.000). Si tratta ancora di una stagione interlucutoria per la compagine azzurra, che porta altri 7 giocatori a premio (tra questi spunta Dario Sammartino) ma tutti molto lontani dal final table.

E' il 2014, si gioca la Season 11 ma l'EPT di Praga non si ferma: 1.107 partecipanti, tutti messi in fila dall'americano Stephen Graner che vince €969.000. Il podio è completato dallo svedese Anton Bertilsson (€582.720) e dall'inglese Jonathan Wong (€410.190). Per l'Italia il migliore è Francesco Grieco, 13° per €53.800.

Arriviamo così alla Season 12, la stagione che porta finalmente al successo il giocatore tedesco, anche se di origini turche, Hossein Ensan. Ensan raggiunge così l'obiettivo sfuggitogli nella stagione precedente, quando fu 3° all'EPT ME di Barcellona e 6° in quello di Montecarlo. Ensan di impone su 1.043 avversari e incamera 754.510 euro, precedendo (ma con deal) il russo Gleb Tremzin (€724.510) e l'azero Ilkin Savalan Amirov (391.910). Per l'Italia si tratta della peggior edizione di sempre, 4 ITM con il migliore, Andrea Cortellazzi, fermo al 44° posto.

12359981_10154387233534622_7928469620202261456_n.jpgHossein Ensan

Nel 2015 si gioca l'ultima edizione dell'European Poker Tour prima di passare al PokerStars Championship. Ci sono solo tre tappe ma tra queste Praga è presente con 1.192 iscritti. Vince l'olandese Jasper Van Putten (€699.300), tallonato dall'ungherese Marton Czuczor (€630.000) e dal pro americano David Peters (€397.300). A tenere alto l'onore del Belpaese si riaffaccia "Mr. EPT" Salvatore Bonavena, 24° per €27.200.

8G2A8578_Jasper_Meijer_Van_Putten_EPT13PRA_Neil-Stoddart.jpgJasper Van Putten

La transizione al PokerStars Championship dura solo un anno. Oggi siamo qui di nuovo a parlare di EPT di Praga, anzi ad aspettarne l'inizio tra due giorni.

Il Blog di PokerStars.it seguirà l'intera kermesse con report quotidiani sugli eventi in programma e, ovviamente, con una attenzione particolare al Main Event e ai giocatori italiani impegnati in Repubblica Ceca.

Stay tuned!

Archivio