pokerstars.it

La PokerStars Ambassador Maria Konnikova: dal tavolo verde a quello "rotondo" del World Economic Forum!

L'ultima sua apparizione in pubblico era avvenuta all'inizio di gennaio, alle Bahamas, dove ha dato tutto per entrare nell'albo d'oro della PokerStars Caribbean Adventure. Questa settimana, invece, la pokerista americana di chiare origini russe nonché PokerStars Ambassador, Maria Konnikova, è impegnata al World Economic Forum, il super summit economico-politico che per cinque giorni riunisce a Davos, in Svizzera, i giganti dell'economia e i governanti più influenti. Il motivo? Confrontarsi, elaborare idee e produrre miglioramenti globali in ambito economico, finanziario, sociale e ambientale.

maria-konnikova.jpgMaria Konnikova

L'evento di quest'anno, che terminerà il 25 gennaio, ha come tema centrale la globalizzazione e l'industria 4.0. Nello specifico, nelle oltre 400 conferenze sarà trattato l'impatto che la nuova industria e le nuove modalità produttive, basate sull'utilizzo intensivo di enormi quantità di dati digitali, avranno su aziende, individui, società e governi.

E quindi, perché Konnikova?

A una prima occhiata, passare dai tavoli verdi alle sale del World Economic Forum potrebbe sembrare un po' strano. Di sicuro c'è che si tratta di due esperienze piuttosto contrastanti - un po' come il meteo delle Bahamas e quello attuale nel Cantone dei Grigioni. Konnikova va a Davos per contribuire a risolvere i problemi decisamente complessi del mondo di oggi. La pokerista (che è anche scrittrice e psicologa), infatti, ha in programma due conferenze. Nella prima, il cui titolo è "Global Risk Perception, Deception and Delusion", parla della percezione del rischio nelle diverse aree del mondo e nelle diverse epoche - insieme all'economista di Yale Robert J. Shiller, tra gli altri. Nella seconda, invece (dal titolo: "The Psychology of the Con: How Not to Get Fooled", in italiano La psicologia dell'imbroglio: come non essere truffati), Maria condivide alcune scoperte fatte scrivendo il suo libro: "The Confidence Game: Why We Fall for It... Every Time".

Insomma, a Davos porta in sala i temi dell'imbroglio, del rischio e della fiducia. Tutti argomenti che ogni giocatore di poker conosce molto bene. E che, con ogni probabilità, arricchirà con la sua esperienza pokeristica.

Estratto da "Bluff catching on a global scale: Maria Konnikova at the World Economic Forum", di Martin Harris per PokerStarsblog.com

Archivio