pokerstars.it

Un poker club per sole donne? A Londra, all'Hippodrome Casino!

Lo sanno praticamente tutti: nel cuore di Londra, a Leicester Square, c'è l'Hippodrome Casino, una delle case da gioco più note e storiche della capitale inglese. Quello che non tutti sanno, però, è che da qualche anno quel casinò ospita un club il cui nome dice tutto: Ladies that poker at the Hippodrome. Ossia: Le Signore che giocano a poker all'Hippodrome.

thumbnail_IMG_1276 (1).jpg"The Ladies" nel loro club di poker

Diretto da Kerryjane Craigie (Head of poker del casinò) e Kelly Saxby (ambasciatrice PokerStars Live presso la casa da gioco), Ladies that poker at the Hippodrome è stato fondato nel 2015 con un obiettivo chiaro: portare un numero sempre maggiore di donne ai tavoli verdi indipendentemente dal loro livello di esperienza. "Ci incontriamo quasi tutti i mesi", dice Craigie al blog di PokerStars. "Iniziamo con una chiacchierata davanti a un cocktail e discutiamo di partite, di vittorie, di mani che abbiamo giocato e pettegolezzi riguardanti il mondo del poker."

Il club al momento vanta 172 iscritte ma il numero di coloro che si incontrano ogni mese per passare un po' di tempo insieme e, ovviamente, giocare, va dalle dieci alle venti. "L'ho creato e impostato in questo modo per essere esattamente quello che è", specifica Craigie, "ossia un'opportunità per un numero via via maggiore di donne di conoscere il poker, imparare a giocare, continuare a imparare, incoraggiare ed essere incoraggiate."

L'atmosfera divertente che si è creata fa sì che, molto spesso, ci sia una maggiore interazione tra i due tavoli dedicati al club rispetto a quello che succede nell'intero piano del cash game. Craigie, infatti, dice che non è insolito che le giocatrici più esperte aiutino le altre. Anche mettendosi a giocare a carte scoperte, così da accelerare il processo di apprendimento.

Ma mentre la maggior parte del tempo il gioco è puro divertimento, durante i Sit & Go mensili la posta in palio è decisamente interessante.

Il 15 ottobre scorso, Laura Cade e Jay Kay, due membri del club che partecipano regolarmente ai meeting all'Hippodrome, si sono guadagnate l'accesso alla tappa londinese del Moneymaker's Road to PSPC, l'evento condotto dal leggendario membro del Team PokerStars Pro Chris Moneymaker che ha avuto luogo dal 24 al 27 nel lussuoso hotel Le Meridien di Piccadilly.

thumbnail_IMG_1273.jpg

Laura Cade

"Hanno entrambe partecipato alla fondazione del club", dice Craigie. "Jay Kay sa molto bene chi è chi nel mondo del poker professionistico, compreso il modo di giocare di ciascuno; Laura, invece, è sempre alla ricerca della grande vittoria. In sostanza, come ci ha detto, proprio quello che le è successo".

Laura e Jay hanno preso parte al Main Event da 140 sterline del tour di Moneymaker: per il vincitore era previsto gran parte del montepremi oltre a un Platinum Pass per il No-Limit Hold'em dei giocatori PokerStars (PSPC) a Barcellona, il prossimo agosto. Solo il pass, che naturalmente includeva il buy-in all'evento PSPC (22.500), valeva 30mila dollari.

"Se Cade o Kay avessero vinto il Pass ci sarebbe sicuramente stato un nutrito gruppo di Ladies a Barcellona, pronte a tifare per loro", confida Craigie. "E non sarebbe certo il primo viaggio insieme per qualcosa che ha a vedere con il poker. Nel 2018, infatti, un gruppo è andato a Las Vegas, alle World Series of Poker. Abbiamo anche preso tutte parte all'evento femminile, è stato davvero divertente".

Per Saxby, condirettrice del club e giocatrice di successo con un attivo di 173mila dollari guadagnati live - di cui ben 9.721 sterline, poco meno di 12.500 dollari, incassati nella serie di agosto proprio all'Hippodrome - il gruppo è molto più di un semplice ritrovo mensile. "Il Ladies Club è un'opportunità fantastica per chi già gioca o per chi vuole imparare a farlo meglio. Non solo: funziona benissimo anche per conoscere nuove amiche di gioco, entrare a far parte di nuovi gruppi, viaggiare. In definitiva si tratta di donne che aiutano altre donne nel mondo del poker".

psf-2018-london-mickeymay-kelly-saxby-2774-768x512.jpg

Kelly Saxby

"Posso dire di avere alcune del gruppo che trovano poco stimolante giocare contro 'colleghi' maschi", conclude Craigie. "Abbiamo accolto e fatto crescere neofite assolute supportandole anche durante i primi tornei importanti, proprio come farebbe un buon genitore. Il club delle signore è anche questo."

Archivio