pokerstars.it

I migliori consigli per giocare e vincere al poker cinese

Il poker cinese è una variante divertente del poker che ha ritrovato popolarità negli ultimi anni.

Durante la metà degli anni novanta, il poker cinese ha fatto parte degli eventi con braccialetto delle World Series of Poker per un paio di edizioni, prima di essere estromesso dal calendario. Agli inizi del 2010, il gioco è tornato di moda: qualcuno di voi probabilmente ricorderà il poker cinese al PokerStars Caribbean Adventure di qualche anno fa.

Le regole del poker cinese non sono così difficili da imparare, e il gioco è davvero divertente da giocare. Rispetto ad altre varianti del poker c'è molta azione, e si può giocare in heads-up o in tre o quattro giocatori.

Ecco una breve guida per spiegare come giocare il poker cinese e qualche consiglio strategico per i principianti.

chinesepoker-banner.jpg

Introduzione al poker cinese

Prima di tutto, il gioco che si praticava alle WSOP negli anni novanta era la versione tradizionale "chiusa" del poker cinese, diversa dal poker cinese open-face diventata popolare più di recente.

La versione tradizionale prevede che ai giocatori vengano distribuite 13 carte ciascuno, con le quali ognuno deve "organizzare" tre diverse mani di poker: una da tre carte, e due da cinque carte ciascuna. I giocatori poi rivelano le loro carte contemporaneamente, e le mani vengono confrontate per determinare l'assegnazione dei punti.

Nel poker cinese open-face, i giocatori ricevono inizialmente cinque carte, e solo successivamente una alla volta fino ad arrivare a 13. Tuttavia, devono "organizzare" le loro tre mani di poker sin dall'inizio, a cominciare dalle prime cinque carte, per poi aggiungerne una ogni volta che la ricevono.

Questo comporta un ulteriore grado di sfida, nel sistemare le mani di poker cinese. Aumenta anche le probabilità che i giocatori possano "sbagliare" le loro mani, mentre cercano di formare le migliori combinazioni possibili.

Ma stiamo correndo troppo. Facciamo un passo indietro e spieghiamo più nel dettaglio come funziona il gioco.

Organizzare le mani di poker cinese

Che cosa significa "organizzare" le tre mani di poker? Date un'occhiata alla foto in alto: sono alcuni esempi di mani di poker cinese già organizzate. Ecco la prima mano nell'immagine:

8♦ | 8♠ | 8♥
K♠ | Q♥ | J♠ | 10♠ | 9♣
7♣ | 7♠ | 7♥ | 10♥ | 10♦

In "alto" (a sinistra nell'immagine) c'è la mano a tre carte. La mano migliore che potete formare in questo caso è un tris, seguita da una coppia e da asso-carta alta, re-carta alta e così via. Nella mano in "alto" non potete chiudere una scala o un colore. Le mani a cinque carte delle file "di mezzo" e "in basso" si comportano come le classiche mani di poker a cinque carte, che tutti abbiamo appreso quando abbiamo imparato come giocare a poker.

Una cosa da tenere presente quando organizzate le vostre mani nel poker cinese, è che la mano più debole deve essere quella in alto, la seconda mano più forte deve essere quella in mezzo e la mano più forte deve essere quella in basso.

Nella prima mano di cui sopra, la mano "in alto" è un tris, quella "in mezzo" è una scala al re e quella "in basso" è un full house (di 7 e 10). Queste sono tre mani molto forti, nel poker cinese.

Se non riuscite a organizzare le vostre mani in modo che la più debole sia in alto, e la più forte in basso, e quella a metà in mezzo, allora nel gergo siete in "fouled" e il vostro avversario fa "scoop". Per esempio, se in alto avete un tris ma in mezzo solo una coppia, la vostra mano è "fouled".

Il concetto di "scoop" lo spieghiamo più avanti, ma sappiate che si tratta del risultato peggiore possibile per voi: è come una sorta di "cappotto".

L'ordine delle giocate nel poker cinese open-face

Nel poker cinese tradizionale "closed", in cui i giocatori sistemano le 13 carte tutte in una volta, è piuttosto facile evitare il foul. In effetti in questo gioco il foul capita solo quando un giocatore non ha fatto bene attenzione alle sue stesse azioni, mentre sistemava le carte.

Nel poker cinese open-face (a volte chiamato "poker cinese open faced"), però, non potete ricevere subito tutte e 13 le carte, ma dovete iniziare con 5, per poi aggiungerne una alla volta fino ad arrivare a 13. Perciò, se non pianificate o non state attenti, può essere facile organizzare una mano nel mezzo che sia migliore di quella più in basso, o una mano in alto che sia più forte di quella in mezzo.

Dato che non potete ricevere subito tutte e 13 le carte, dovete azzardare un po' e cercare di organizzare la mano migliore più in basso. Tuttavia le carte potrebbero non essere d'accordo con voi, perciò non sempre riuscirete a completare quel colore che stavate provando a sistemare nella fila più in basso (per esempio).

Per quanto riguarda l'ordine di gioco, il giocatore designato come dealer distribuisce cinque carte ciascuno. Il giocatore alla sinistra del dealer poi sistema le cinque carte, sistemandole scoperte nelle sue file in alto, in mezzo o in basso.

Il giocatore può piazzare le carte dove e come vuole: tutte e cinque in basso, due in basso e tre in mezzo, una in alto e in mezzo e tre in basso, e così via. In senso orario, il giocatore successivo fa lo stesso con le sue cinque carte, e così via fino all'ultimo.

Di nuovo, ecco come viene sistemato solitamente il board, con le file in alto, in mezzo e in basso:

X | X | X
X | X | X | X | X
X | X | X | X | X

Poi seguendo lo stesso ordine, i giocatori ricevono una carta ciascuno coperta, e a turno la sistemano in uno dei loro spazi vuoti. NOTA: Una volta che una carta è sistemata, non può essere spostata - a prescindere dalla fila in cui viene messa, è lì che rimarrà fino al termine della mano.

Dopo che tutti hanno ricevuto la 13° e ultima carta, le tre mani saranno complete per tutti.

L'obiettivo è chiudere mani più forti rispetto agli avversari, ma anche evitare di fare foul con la propria mano. Ve lo assicuriamo: non è facile!

Ora cerchiamo di capire chi vince e come funzionano i punteggi.

I punteggi nel poker cinese

Per calcolare i punteggi, le file più in alto delle mani dei giocatori vengono confrontate per vedere il loro valore relativo, così come succede per la fila di mezzo e la fila più in basso.

Date di nuovo un'occhiata alla foto in alto, che mostra le tre mani di poker cinese. In quella partita, il tris è la miglior mano "in alto", il colore all'asso (nella seconda mano) la miglior mano "di mezzo" e il quads (nella terza mano) la miglior mano "in basso".

Avere la mano migliore garantisce 1 punto. Questo significa che in ciascuna mano di poker cinese open-face ci sono 3 punti in palio (almeno - ma ci arriveremo tra poco). Nell'esempio di cui sopra, ciascun giocatore ha vinto un punto perché ha vinto una delle file.

Se un giocatore vince tutte le file - in alto, in mezzo e in basso - allora riceve 6 punti (non solo 3), 1 punto ciascuno per aver vinto tutte e 3 le mani, più altri 3 punti bonus. Vincere tutte e tre le mani significa fare "scoop" sull'avversario. Se giocate in heads-up e la vostra mano fa foul (come abbiamo visto), il vostro avversario fa "scoop" e incassa 6 punti.

Ma il punteggio non si esaurisce qui. Ci sono anche le royalties da considerare.

Le royalties sono punti bonus che i giocatori ricevono chiudendo determinate mani su determinate file. Per esempio, un full house nella fila più in basso fa guadagnare 6 punti extra in royalties. Avere tre 8 nella fila in alto, come il giocatore della prima mano in alto, significa ottenere addirittura 16 punti di royalties.

A volte i giocatori aggiungono varie regole personali sul funzionamento delle royalties, ma ecco come funzionano in una partita tradizionale di poker cinese open-face:

Royalties per la mano "in basso":
Scala: +2
Colore: + 4
Full House: +6
Quads: +10
Scala Colore: +15
Scala reale: +25

Royalties per la mano "in mezzo":
Tris: +2
Scala: +4
Colore: + 8
Full House: +12
Quads: +20
Scala Colore: +30
Scala Reale: +50

Royalties per la mano "in alto":
66 +1
77 +2
88 +3
99 +4
TT +5
JJ +6
QQ +7
KK +8
AA +9
222 +10
333 +11
444 +12
555 +13
666 +14
777 +15
888 +16
999 +17
TTT +18
JJJ +19
QQQ +20
KKK +21
AAA +22

Come potete immaginare, le royalties possono influenzare parecchio la strategia, aggiungendo una fase di "azzardo" molto interessante al gioco.

I giocatori giocano di solito al poker cinese open-face mettendo in palio una certa somma per ogni punto. Diciamo che due giocatori stiano giocando per $1 a punto. Giocatore A ottiene 9 punti vincendo le mani in alto e in basso più alcune royalties, mentre il giocatore B ottiene solo 1 punto per la mano in mezzo: il giocatore A è ora sopra di 8 punti, o $8.

Fantasyland nel poker cinese open face

Esistono molte variazioni e regole particolari che si possono aggiungere al gioco, ma ne menzioneremo solo una piuttosto comune: Fantasyland.

Fantasyland è una specie di bonus che un giocatore può ottenere se ottiene almeno una coppia di donne o superiore nella mano in alto, senza andare in foul. Per esempio, quella prima mano dell'immagine con tre 8 sarebbe "andata a Fantasyland", per così dire.

La ricompensa per il Fantasyland è che nella mano successiva, quel giocatore riceverà tutte e 13 le sue carte in una volta sola, come nel tradizionale poker cinese "closed". Così, quel giocatore può organizzare le sue tre mani in un'unica soluzione, posizionandole coperte sul board, mentre gli altri giocatori dovranno sistemare le mani passo dopo passo.

Il giocatore che gioca in "Fantasyland" ovviamente può contare su un enorme vantaggio!

Consigli di strategia sul poker cinese

Vi abbiamo dato molte nozioni da digerire, lo sappiamo. Ma il gioco in realtà non è così complicato, una volta entrati nel meccanismo. Ecco un po' di strategia base di poker per aiutarvi a imparare a vincere al poker cinese, in questa specie di lista di cose da evitare.

  • Non andate in foul. Soprattutto per i principianti, quando ricevete una carta alta è meglio iniziare mettendola nella mano "in basso" o "in mezzo". Fate il possibile per evitare di andare in foul con la vostra mano.
  • Non concentratevi troppo su una fila. Completare scale o colori nella mano più in basso può essere entusiasmante, ma non dimenticate anche le file in alto e in mezzo.
  • Non dimenticate la fila in alto. Non commettete l'errore di trascurare quelle tre carte in alto, pensando di potervene occupare dopo: anche quella fila vale 1 punto, come le altre due. E non dimenticate che la fila in alto può garantirvi le royalties (e che può anche permettervi di andare a Fantasyland).
  • Non dimenticate di guardare le carte degli avversari. Come nelle partite di stud poker, dovete fare attenzione alle carte già uscite, mentre cercate di sistemare le vostre stesse mani. Fortunatamente per voi, le carte dei vostri avversari saranno visibili durante la mano, dato che a differenza dello stud nessuno folda prima della fine.
  • Non abbiate timore di provare ad andare a Fantasyland. I risvolti positivi sono talmente grandi che spesso vale la pena di tentare il Fantasyland, anche a costo di subire uno scoop.

Archivio