pokerstars.it

Leggere le mani come un poker pro

Il vostro avversario punta. Voi guardate le vostre carte. Siete fuori posizione e avete una coppia media, e improvvisamente realizzate di non aver ancora capito bene la situazione. Chiamate. Al river oppo punta di nuovo, ma stavolta vi costa una bella porzione del vostro stack. Una decisione che può cambiare la partita...

Senza capacità di lettura di una mano, siete persi. Potete solo tirare a indovinare: avrete la mano migliore o no? E potrete solo speculare su quale linea di puntata dovreste tenere per guadagnare il maggior numero di chip.

La lettura delle mani è il processo logico di dedurre quali mani potrebbero avere gli avversari. Senza dubbio, è la skill più essenziale nel poker.

HAND-READING-LIKE-A-PRO-compliance.png

Che cosa significa leggere le mani?

Se guardate attentamente l'azione ai tavoli, comincerete a pensare alle carte che potrebbero avere gli altri giocatori. Nel prosieguo della mano, potete eliminare alcune possibilità poco coerenti con l'azione stessa.

Utilizzando le informazioni disponibili - dalla dimensione delle puntate alle tendenze dei giocatori - continuate a restringere il range, rimanendo con sempre meno combinazioni.

L'idea di leggere le mani di poker fino a stabilire esattamente le due carte altrui è un po' campata in aria. Persino i migliori professionisti non riescono a raggiungere tale grado di precisione. Perciò, leggere le mani di poker significa restringere il range degli avversari a possibili combinazioni, note come range di mani.

Attribuendo agli altri giocatori un range di carte, potete prendere decisioni più consapevoli e potenzialmente proficue.

Il processo di lettura della mano comincia

Un giocatore può ricevere 1.326 combinazioni di carte pre-flop. Prima ancora di fare la sua prima mossa, dunque, un player potrebbe avere una qualsiasi di queste combinazioni. In altre parole, può avere due carte qualsiasi (100% del range).

Supponendo che i giocatori non chiamino o rilancino con ogni singola mano, qualsiasi azione intrapresa prima del flop restringerà il loro range.

Handreading3-300x169.jpg

Indovinare la mano esatta è quasi impossibile, ma si può restringere il range

Per esempio, un tipico range di rilancio da bottone pre-flop è il 40%. Da under-the-gun, di solito i giocatori rilanciano solo circa il 9% delle mani. I giocatori tight di norma piazzano una 3-bet solo con mani premium, intorno al 10%.

I range non sono statici. Devono essere adattati in base alle informazioni in vostro possesso, incluse le tendenze individuali del singolo giocatore (ci arriveremo tra poco).

Pre-flop, un range di un giocatore può tipicamente essere ridotto dal 100% al 10-20% o anche meno.

Restringere i range di mani post-flop

Con i range già ridotti, ecco il flop. Le puntate proseguono e il vostro obiettivo è eliminare i range di mani che non sembrano coerenti con l'azione.

Facciamo un esempio. Un giocatore tight aggressive rilancia pre-flop da cut-off. Più o meno il suo range è intorno al 26%, cioè combinazioni da 22 a AA, A8o+, A2s+, JTo+, J8s+. Il flop + AK8. Fate check e lui punta.

Vi aspettate che questo particolare giocatore punti spesso la top pair, alcuni re, un set di 8 e qualche combo di progetto a colore. Potrebbe anche bluffare con qualche mano che ha completamente mancato il flop.

Nel prosieguo della mano, ricaverete ulteriori informazioni in base ai betting pattern e alle dimensioni delle puntate. Al river, di solito è possibile aver eliminato gran parte delle mani, rimanendo con poche combinazioni possibili.

Come leggere le mani di poker da professionisti

Leggere le mani non significa fare supposizioni. Più riuscite a rifinire il processo, più decisioni utili prenderete. I migliori professionisti utilizzano quanti più consigli sul poker e informazioni possibili per attribuire un range agli avversari.

Tra i fattori da considerare troviamo:

Posizione - Da quale posizione sta rilanciando quel giocatore? I player tendono a essere più tight da early position e più loose quanto più sono vicini al bottone. Post-flop, i giocatori in posizione di solito cercano di controllare l'azione.

Dimensione degli stack - Qual è la dimensione dello stack di ogni giocatore? Un big stack aggressivo tipicamente rilancia più spesso di un giocatore il cui stack non gli permette di rilanciare facilmente.

Dimensione della puntata - La dimensione della puntata può rivelare informazioni sulle carte altrui? Quel giocatore punta forte quando vuole proteggere una coppia vulnerabile, per esempio, o poco quando non è sicuro? La dimensione della puntata vi garantisce buone odds per giocare contro il suo range?

Betting patterns - Che cosa capisci dalle azioni altrui durante la mano? Perché un giocatore ha fatto check e non ha puntato? Perché ha chiamato e non ha rilanciato? Con quali mani è probabile che punti?

La struttura del torneo - Il torneo è vicino alla bolla? Gli scalini dei premi sono da considerare? E se sì, in che modo questo influenza i range di mani? Gli short stack stanno aspettando solo di scalare qualche gradino dei premi?

Azioni precedenti - Se siete seduti al tavolo da un po', vi siete accorti se gli altri sono più tight o più loose? Come sono andati gli ultimi giri e in che modo questo può influenzare il gameplay attuale? Qualcuno ha appena vinto o perso una mano grossa? Qualcuno è in tilt?

LAG-players-300x200.jpg

Questi giocatori sono famosi per il loro stile loose-aggressive (LAG)


Le tendenze dei giocatori - Avete preso appunti o statistiche sui giocatori al tavolo, che potrebbero aiutarvi a capire i loro range? Sono tight o loose? Come giocano post flop? Più informazioni avete sui singoli avversari, maggiore sarà la precisione con cui potrete definire i loro range.

Le tendenze dei giocatori sono particolarmente importanti. Non state giocando contro dei robot. State giocando contro esseri umani, con i loro punti di forza, di debolezza, le loro emozioni e i loro stili di gioco. Osservare e prendere appunti vi aiuterà a familiarizzare con le loro tendenze e ad adattare i range di mani di conseguenza.

Archivio