pokerstars.it

È scomparsa una "beautiful mind": addio a John Nash

Nella sua incredibile vita John Nash era riuscito a vincere tante battaglie come quella contro gli accademici che non gli davano credito o quella contro la schizofrenia. La sua formidabile mente e la sua forza di volontà l'avevano condotto a essere premiato nel 1994 con il Premio Nobel per l'Economia, grazie la sua "Teoria dei giochi".

nash-chips.jpg

In molti sono venuti a conoscenza dalla sua storia per il film "A beautiful mind", in cui il matematico è interpretato da Russell Crowe. Ma la vita a volte è ancora più sorprendente della trama di un film e John Nash, l'uomo che ha vinto tante battaglie, è morto per un banale incidente automobilistico nel New Jersey all'età di 86 anni, mentre si trovava a bordo di un taxi insieme a sua moglie. Secondo la ricostruzione della polizia, i due non indossavano la cintura di sicurezza e sarebbero stati sbalzati fuori dalla vettura quando il conducente ha perso il controllo della stessa cercando di compiere un sorpasso.

La sua teoria dei giochi ha rivoluzionato tantissimi settori dell'industria e dell'economia, trovando applicazione in moltissimi ambiti, non ultimo il mondo del poker. Infatti il punto di equilibrio, che prende il nome proprio da Nash, può essere individuato anche in ambito pokeristico ed è utile nell'elaborazione di strategie in determinate situazioni di gioco.

Un esempio classico del punto di equilibrio di Nash è la cosiddetta "zona bolla": se tutti i giocatori hanno scelto una strategia, ma nessuno di loro ha interesse a cambiarla, allora si è venuto a creare un equilibrio di Nash. Il matematico ha dimostrato che per tutti i giochi con un numero limitato di strategie e giocatori, c'è almeno un equilibrio di Nash.

Per ricordarlo, ci affidiamo proprio al pensiero di Russell Crowe: "Beautiful minds, beautiful hearts".

Archivio