pokerstars.it

Il Team PokerStars Pro alla griglia, arriva la stagione del BBQ

BBQ Lead.jpeg

L'estate è alle porte e in molte parti del pianeta questo non significa soltanto tempo caldo e soleggiato. Persino i giocatori di poker, abituati a passare molto tempo al chiuso, staranno molto di più all'aria aperta.

Questo perché è ufficialmente la stagione delle grigliate. Famiglie e amici si ritrovano insieme a cucinare all'aperto per una serie interminabile di weekend. Non a caso è il momento del PokerStars Blog BBQ, dove tutti sono invitati.

Qualcuno potrebbe pensare che PokerStars e il barbecue non abbiano molto in comune, ma facendo più attenzione si scopre che non è così. Chris Moneymaker, uno dei primi membri del Team PokerStars Pro e vincitore del Main Event delle World Series of Poker 2003, è del Tennesee, dove il BBQ è uno stile di vita.

Moneymaker vivrà pure a Nashville, ma ha passato molto tempo a Memphis, una città così famosa per il suo particolare stile di barbecue da essere riconosciuta come uno dei quattro stili regionali predominanti negli Stati Uniti. Gli altri tre sono quelli di Carolina, Kansas City e Texas.

"Memphis è una delle quattro capitali del BBQ del mondo", ha dichiarato Moneymaker. "Ha il suo sapore che non è dolce come il Carolina BBQ".

E per quanto riguarda Nashville, per Moneymaker non c'è partita.

"Nashville non ha il BBQ", ha dichiarato. "Copiano Memphis e basta".

Copiare lo stile di barbecue di Memphis significa principalmente cuocere costolette e spalle di maiale. La carne spesso viene cotta lentamente, o affumicata. Di solito le costolette vengono strofinate a secco con una serie di spezie, o spazzolate con la salsa durante ogni fase del processo di cottura - e spesso si fanno entrambe le cose.

BBQ Ribs.jpgLe costolette cotte a fuoco lento sono sempre un must del BBQ

Alla griglia come Moneymaker

A casa, Moneymaker usa un affumicatore prima della griglia. Spesso utilizza la salsa Charlie Vergos Rendezvous Famous Barbecue del popolare Memphis BBQ, o la Sweet Baby Ray's BBQ per la sua personale versione delle costolette alla Memphis. In ogni caso, a rendere questa carne così speciale è un particolare processo di cottura.

"Togliamo la pelle dalle costolette, le stagioniamo con polvere di barbecue e le mettiamo una notte in frigorifero", ha dichiarato. "Poi le tiriamo fuori e le mettiamo nell'affumicatore per circa sette ore. Quando la carne è tenera e in pratica si stacca dall'osso, mettiamo la salsa barbecue e le spostiamo sulla griglia. Versiamo la salsa BBQ sulle costolette, le prendiamo e ce le godiamo".

Moneymaker dice che le griglie a carbone, o le nuove griglie e affumicatori che usano schegge di legna possono davvero portare il vostro barbecue ad un livello più alto. Inoltre, ci sono un altro paio di ingredienti che Chris consiglia sempre.

"Tanto alcol", ha detto. "Unite alcol e piscina in una domenica di sole e siete a posto".

Moneymaker_bbq_24May17.jpg Chris Moneymakers la sa lunga non solo al tavolo da poker, ma anche davanti alla griglia

Il Brasile si unisce alla festa

Gli americani dimostrano ogni Memorial Day e ogni 4 di luglio di sapere il fatto loro in materia di griglia. Ma gli USA non sono l'unico paese che sa fare il BBQ come si deve, e Moneyaker non è l'unico Team PokerStars Pro da chiamare per cucinare in una soleggiata domenica d'estate.

Se siete mai stati in una steakhouse di churrasco brasiliano, o avete visitato il Brasile, sapete bene come il Sudamerica sia una zona che vanta una grande tradizione di barbecue.

Ai brasiliani piace grigliare praticamente in ogni occasione - e anche se non ce n'è una. Amici e familiari sono sempre invitati ed è una tradizione portare qualcosa per contribuire alla festa.

È stato proprio durante i tanti barbecue della famiglia Ramos che il Team PokerStars Pro Felipe 'Mojave' Ramos ha imparato, grazie a suo padre, tutto ciò che c'è da sapere sul churrasco brasiliano.

Felipe Ramos_bbq_24May17.jpgFelipe Ramos, cresciuto in Brasile, ha imparato dal padre a fare il barbecue

"Il nostro setup è molto semplice" ha spiegato Ramos. "Usiamo quasi sempre o mattoni o tronchi per cucinare la carne. Sui mattoni cuciniamo molto velocemente con carbone minerale. Usiamo anche eucalipto. Sui tronchi il processo è lento, dato che lasciamo un pezzo intero di carne tutta la notte, per avere una cottura perfetta."

Ramos ha spiegato che il processo di cottura è diverso in base al pezzo di carne.

"Per esempio, la nostra picanha brasiliana si cucina su mattoni, mentre le nostre costolette su tronco", ha affermato. "Sono loro i re del nostro churrasco brasiliano".

Come cucinare la picanha

La picanha è un taglio di carne molto popolare in Brasile. In altre parti del mondo è nota come controfiletto. Ramos ci ha spiegato come sia molto facile grigliare, seguendo pochi semplici passi.

"Scegliamo un pezzo succoso, non più grosso di un chilo, un chilo e mezzo, e tagliamolo nel modo giusto, cioè diagonalmente e in fette sottili, con il grasso sempre sopra. Questo significa tagliare in perpendicolare rispetto alle fibre", ha spiegato. "Aggiungiamo un po' di sale grosso su entrambi i lati e mettiamo sulla griglia. Come vedete è molto semplice, ma non cuocete troppo. La migliore picanha si serve poco o mediamente cotta".

Ramos ritiene inoltre che i migliori churrasco brasiliani inizino con le salsicce. "Toscana" e "speziata" sono le sue preferite.

Churrasco.jpg

Un churrasco brasiliano in azione (Image courtesy of Benjamin Thompson/Flickr)

"Non solo perché le amiamo, ma anche perché aiutano il fuoco delle griglie fatte in casa", ha detto. "Non usiamo liquidi infiammabili: il punto è fare in modo che il grasso della salsiccia arrivi al fuoco!"

Non ci sorprende che Ramos consigli alcuni ingredienti speciali, molto simili a quelli di Moneymaker.

"Aggiungeteci qualche birra e siamo a cavallo", ha specificato. "Non serve molto altro. Ovviamente facciamo anche una deliziosa caipirinha, un mix di cachaça, limone e zucchero. E ovviamente, in ogni churrasco c'è la musica."

"Quasi sempre musica dal vivo col Pagode, la nostra tradizionale e popolare samba, suonata con semplici strumenti a percussione, chitarra e cavaquinho, uno strumento brasiliano simile all'ukulele, ma più squillante perché ha corde d'acciaio. Tutti cantano e ballano, ovviamente".

Marty Derbyshire per PokerStarsBlog

Archivio