pokerstars.it

EPT11 Deauville: il bilancio dei nostri

Alla fine di ogni European Poker Tour tutti i giocatori provano a tirare le proprie somme e capire se la loro trasferta nei diversi angoli del mondo, possa aver portato un segno positivo o negativo al loro conto in banca.

Con questo articolo vogliamo andare a curiosare sull'andamento generale suddiviso per nazioni con un occhio particolare verso il comportamento dei nostri connazionali all'ultimo European Poker Tour di Deauville.

sabina-hiatullah.jpg
Sabina Hiatullah, bella e brava!

La kermesse francese ha ospitato la bellezza di 33 eventi ufficiali e ha avuto inizio il 28 gennaio con quello che ormai rappresenta un po' dappertutto l'antipasto al vero e proprio EPT, il torneo regional (per capirci l'Italian Poker Tour per l'Italia, l'Estrellas per la Spagna, il circuito EUREKA per la Repubblica Ceca e i Paesi dell'Europa dell'EST, lo UKIPT per la Gran Bretagna).

Per la tappa francese e quella monegasca del Grand Final, il circuito nazionale è il "France Poker Series", il cui main event da €1.100 è stato vinto dal padrone di casa Anthony Apicella, capace di portare a casa una prima moneta da €197.000.

Parecchi gli italiani a premio, Alessio Isaia 45° per €4.050, Nicola D'Anselmo 52° ancora per €4.050, Max Forti 63° per €3.500, Francesco Del Foco 90° per €2.900, Alfonso Amendola 115° per €2.500, Francesco Delli Gatti 124° per €2.200, Giovanni Apicella 170° per €2.000, Luca Moschitta 196° per €1.800 e Sabina Hiatullah, 200^ per €1.200.

Quello che invece rappresenta una sorta di parente stretto del Mini IPT, la Deauville Poker Cup, (1.138 iscritti, 175 ITM) ha visto trionfare il belga Tim Van Leeuwen che ha beffato ben 16 francesi tutti finiti alle sue spalle, per un premio da €62.400!
Claudio Peretti è il primo degli italiani, 19° per €2.400, ma ha centrato un piccolo premio anche Carlo Savinelli, 141° per €600.

Il 30 gennaio è toccato a Salvatore Bonavena e Max Pescatori tenere alto l'onore degli azzurri, al Pot Limit Omaha Turbo da €550 di iscrizione, con 166 iscritti e 23 a premio.
I due hanno chiuso rispettivamente al nono posto per €1.890 e al 14° posto per €1.260.
Per la cronaca ha vinto lo svedese Dan Carlsson per €18.910.

Il No Limit High Roller da €2.200, sempre facente capo alle FPS, ha visto chiudere in testa un nome nobile del poker mondiale, quel Vladimir Troyanovskiy che ha messo in fila un field totale di 415 giocatori, dei quali 55 a premio.
Tra loro ancora una volta Salvatore Bonavena, 30° per €5.500, Alessandro Valli, 43° per €3.900 e Giuliano Bendinelli 47° per €3.900.

troyanovsky-eptdeauville11.jpg
Vlade Troyanovskiy, non solo Super High Roller

Nella stessa giornata ottimo terzo posto per Pasquale Grimaldi, terzo al NLH turbo da €1.100 di buy-in, per una moneta da €17.240.

Il primo febbraio, in concomitanza con il Day 1A del Main Event, Jesper Hansen ha vinto il Senior's Event da €550; il danese ha portato a casa €13.100, battendo 105 avversari.

Monopolio francese al PLO turbo da €1.100 di iscrizione, dove l'assegno più corposo da €19.400, va ad Anthony Cruz, davanti al quotato Sylvain Loosli. Dei 72 iscritti in tutto, sono 11 i premiati di questo torneo.

Soddisfazione grande per la nostra Sabina Hiatullah, seconda al Women's Event da 83 iscritti e prima tra le donne, per un premio da €3.120 e un Buy-In da €200 e 83 giocatori.
Per le leggi francesi che vietano discriminazioni sessuali nell'ambito dei tornei di poker, all'evento si sono potuti iscrivere anche i maschietti e vi è da segnalare il terzo posto del nostro Luca Dal Cerro, per €2.046.

Payout denso di italiani, quello del NLH Bounty da €1.100+100 di Buy-In. A vincerlo è stato il nostro Amerigo Santoro che ha messo in fila 181 rivali portando a casa €16.600, ma Iacopo Brando settimo per €2.860, Nicola D'Anselmo 19° per €900 e Max Pescatori 39° per €570 completano la bella prestazione dei nostri.

Il turbone della notte del 2 febbraio, quello importante da €2.150 di Buy-In, ha visto trionfare l'ormai infinito Davidi Kitai, primo per €45.930. Degli 87 iscritti, solo 11 si sono spartiti il montepremi e tra questi figura una delle nostre punte di diamante, quel Giuliano Bendinelli che ha terminato settimo per €8.020.

10408164_10153543162209622_6835025902628067171_n.jpg
Kitai non si ferma più

Due italiani a premio anche al NLH da €1.100 del 3 febbraio, Nicola D'Anselmo, terzo per €11.010 e Jacopo Brandi, settimo per €4.290.

Torneo grandi firme, quello da €2.200 di iscrizione, il NLH 8-handed vinto Petr Jelinek per €82.050. Tra i 193 iscritti sono arrivati a premio in 27, tra cui Dario Sammartino, 13° per €6.110 e Stefano Terziani, 20° per €4.450.

Buon ottavo posto per Max Pescatori al NLH Knockout da €440+40 di iscrizione al quale hanno preso parte 151 giocatori. "Il pirata" ha chiuso ottavo per un assegno da €1.330.

La collezione di premi di Pasquale Grimaldi non è cessata, tanto che il nostro connazionale ha colto un quinto posto anche al DeepStack Turbo da €330 della notte del 3 febbraio. Grimaldi ha portato a casa un premio da €3.730; 31° e ultimo dei premiati Luca Moschitta, per lui €510.

Pasquale Grimaldi è andato a premio anche al NLH da €550, torneo da due giorni e 274 iscritti, chiusosi il 5 febbraio, al termine del quale Grimaldi ha terminato 14° per €1.970, accompagnato da Niki Rositi, 36° per €990.

Nessuna gioia per i nostri al High Roller da €10.300, vinto dall'austriaco Josip Simunic per una prima moneta da €309.170, vincitore del testa a testa conclusivo sul francese Jean-Noel Thorel, runner-up per €208.900.

Solo 24 iscritti al POT Limit Hold'Em del 5 di febbraio vinto da Claude Mirval. Il torneo, da €1.100 di Buy In, ha visto arrivare quinto, ultimo tra i premiati, l'italiano Paolo Speciale per €2.190.

Colpo di coda del nostro Filippo Lazzaretto che chiude quarto al No Limit Hold'Em da €1.500+150 per €15.020, torneo che ha visto passare alle casse 111 iscritti, dei quali 15 players a premio. A portare a casa i €41.150 di primo premio è stato il francese Emrah Cakmak.

In una Jungla di francesi, buon decimo posto di Luca Marotta per €660 su un totale di 180 giocatori e 27 premiati, di cui ben 24 battono bandiera francese e, tra questi, il vincitore Abderrahim Abbou, primo per €7.570.

Tra spagnoli è finita invece la disputa finale del €5.000+250 NLH 6-Max, al quale hanno partecipato 18 giocatori. Dei 4 premiati i primi due sono iberici (Adrian Mateos Diaz per €36.290 e Vicente Delgado per €24.190). Terzo posto per il PokerStars Team PRO Eugene Katchalov per €15.550.

matos-ept11-deauville.jpg
Six Max dorato per Mateos Dias

Ancora un ITM per Pasquale Grimaldi, 17° per €540 al €330 NLH Turbo Edition of EPT Main Event, vinto dal transalpino David Pecheur per €8.600.

Altra vittoria di Adrian Mateos Diaz, che ha doppiato il successo del €5.000 6-Max, con quella del €2.000+150 turbo, sempre 6-Max per una moneta di €31.450.

Nell'ultimo evento della 10 giorni francese, Luca Marotta coglie un altro ITM chiudendo un quarto posto al NLH Turbo da €100+20, al quale si sono iscritti 107 players. Marotta ha chiuso quarto per €970.

Questi gli ITM dei nostri in quel di Deauville (Importi in Euro):



GIOCATORE ITMGUADAGNO
CARLO SAVINELLI247000
FILIPPO LAZZARETTO223830
PASQUALE GRIMALDI423480
AMERIGO SANTORO116600
NICOLA D'ANSELMO315960
GIULIANO BENDINELLI211920
IVAN GABRIELI19950
SABINA HIATULLAH38330
SALVATORE BONAVENA27390
JACOPO BRANDI27150
DARIO SAMMARTINO16110
STEFANO TERZIANI14450
ALESSIO ISAIA14050
ALESSANDRO VALLI13900
MASSIMILIANO FORTI13500
MAX PESCATORI33160
FRANCESCO DEL FOCO12900
ALFONSO AMENDOLA12500
CLAUDIO PERETTI12400
LUCA MOSCHITTA22310
FRANCESCO DELLI GATTI12200
PAOLO SPECIALE12190
LUCA DAL CERRO12046
GIOVANNI APICELLA12000
LUCA MAROTTA21630
NIKI ROSITI1990

Archivio