pokerstars.it

Filippo Candio è il Campione Italiano Pro 2009

Si è conclusa ancora una lunghissima ma entusiasmante giornata di grande poker a San Remo e un nuovo sorridente vincitore è stato appena premiato.

La prima tappa del PokerStars.it Campionato Italiano Pro si è conclusa con la vittoria di Filippo Candio, 24 anni di Cagliari, giovane promessa del poker italiano che oggi ha confermato di avere tutte le carte in regola per emergere.
Il talento del giovane Filippo è innegabile e nelle uòtime fasi di gioco è stato anche assistito dalla fortuna e ha saputo sfruttare al meglio le ottime carte ricevute.

Candio_winner2.jpg

Al tavolo finale Filippo Candio ha trovato avversari agguerriti, volti già noti del poker italiano e un campione che può vantare bene due braccialetti World Series al suo attivo, ma non si è lasciato scoraggiare, la sua esuberanza e fiducia in se stesso e il gioco brillante hanno avuto la meglio sui due più temibili avversari, Max Pescatori e il "maestro" del poker Niccolò Caramatti, noto come Luisgallo.

La giornata ha avuto inizio quando ancora rimanevano in gioco 17 giocatori, ma le eliminazioni sono state rapide e la seconda bolla, quella per il tavolo televisivo la scoppia Riccardo Lacchinelli. Lo showman 'Funambolo' che si è fatto notare in diverse tappe EPT e ha raggiunto i premi in questa quinta stagione europea sia Praga che alla PCA, non potrà animare anche questo tavolo. A zittire Lacchinelli ci pensa Max Pescatori, arrivato quasi allo stremo della sopportazione dopo ore passate accanto al cremasco a subire il suo incessante trash talk al tavolo.
Quando Lacchinelli decide di andare all-in su un flop 4-6-J, il Pirata non può sottrarsi allo scontro con Q-J. Funambolo ha solo A-4 e la sua mano non migliora lascaindogli un 9° posto e €10.000 in premio.

finalisti_TV.jpg

Dopo la sua eliminazione gli otto finalisti possono prendere posto al tavolo televisivo che tra qualche settimana potrete vedere gustandovi l'azione con le carte dei giocatori in una puntata speciale di Poker1Mania, la seguitissima trasmissione condotta da Ciccio Valenti con il commento tecnico del Team PokerStars Pro Luca Pagano.

Ecco come si presentava la situazione all'inizio del gioco:

Posto 1 Max Pescatori 831.000
Posto 2 Filippo Candio 989.000
Posto 3 Fernando Cimaglia 548.000
Posto 4 Nicolò Caramatti 704.000
Posto 5 Vincenzo Mandriota 987.000
Posto 6 Antonio Biferali 698.000
Posto 7 Mario Albanese 226.000
Posto 8 Fabrizio Fautario 637.000

Il primo giocatore a lasciare questo tavolo finale è proprio Max Pescatori in una mano incredibile che è stata commentata moltissimo dagli spettatori della diretta live streaming. Pescatori che era sceso a 370.000 chips, va direttamente all-in preflop, Filippo Candio ci pensa solo qualche istante e infine col suo quasi milione di chips decide di fare call. La mano di Filippo è K-Q e il sardo parte in svantaggio quando Pescatori gira A-7. Il flop è un vero colpo per il vincitore di due braccialetti World Series che vede comparire K-9-K. Candio ha già un tris che si trasforma in un full con il 9 al turn.

162CIP.jpg

Max Pescatori esce con un pò di amarezza, ma sempre molto sportivo si dirige verso la postazione dei commentatori a raccontare le sue impressioni sulla mano che gli è costata l'eliminazione. per il suo 8° posto si aggiudica €17.000.

Filippo Candio diventa secondo in chips, subito dietro a 'LuisGallo' Caramatti, giocatore davvero solido che ha confermato di essere uno dei migliori giocatori italiani. Questa situazione non dura a lungo, perchè in un paio di colpi sfortunati Caramatti è incredibilmente fuori dal torneo.

Nel primo scontro che avviene con A-Q contro Q-T di Cimaglia, Caramatti va all in al flop 8-J-Q ma il turn è un K e il river un 9 che fa chiudere la scala all'avversario. Caramatti cede dunque la leadership a Cimaglia e scende a 100.000 chips, in serio pericolo.

luisgallo.jpg

Anche l'ultimo scontro avviene con Fernando Cimaglia che dal big blind ha il call obbligato sull'all-in di Luisgallo. K-8 per l'istruttore di poker mentre Cimaglia ha A-K. Sul board K-J-Q-3-J e Niccolò "Luisgallo" Caramatti esce al 7° posto e si aggiudica €20.000.

Non facciamo in tempo a vedere Caramatti che abbandona il tavolo che assistiamo ad una seconda eliminazione. Mario Albanese, il giocatore più short del tavolo, va all-in per 95.000. A chiamarlo arriva Mandriota. Albanese mostra A-J mentre Mandriota ha K-T. Il board è K-4-8-K-Q. Tris di K per Mandriota e Mario Albanese è eliminato al 6° posto e si aggiudica €25.000.

Ad eliminare il 5° classificato ci pensa invece Biferali che va all in preflop con A-6 e trova Fautario che vede con K-J. Il board è 8-9-3-8-Q e abbiamo ancora una eliminazione.

Fabrizio Fautario abbandona il torneo al 5° posto e vince €35.000.

Siamo prossimi alla pausa cena e i giocatori sono rimasti in 4 ma uno di loro non riuscirà ad arrivare al break. Si tratta proprio di Antonio Biferali di Civitavecchia che va all-in per 800.000 circa sul rilancio di Mandriota. Ottiene il call e i due mostrano le carte. Mandriota ha A-T mentre Biferali K-Q di quadri. Il board è 8-9-A-3-4. Ed è Mandriota ad aggiudicarsi il piatto mentre Biferali raggiunge l'uscita accompagnato dalla bella Katia Ferrante.

Biferali.jpg

PokerStars.it perde così il primo rappresentante.

Alla ripresa del gioco dopo la pausa di un'ora la situazione è la seguente:

Fernando Cimaglia -. 2.100.000
Vincenzo Mandriota - 1.810.000
Filippo Candio - 1.705.000

Nella fase di gioco a tre è Filippo Candio a mostrare il gioco più dinamico e si prende subito il controllo della partita andando in testa. Arriava quindi ancora una eliminazione in questo tavolo che sembra procedere rapidissimo. Ancora una volta vediamo un giocatore fare un salto da leader a eliminato a dimostrazione di quanto questa finale offra azione e colpi di scena.

Su un rilancio di Candio da 200.000 è Cimaglia ad andare all-in Filippo Candio raccoglie la sfida...

Fernando Cimaglia è dominato con A-Q contro A-K di Candio e con un board 7-K-8-Q-3 che non riserva grosse sorprese è eliminato al 3° posto e guadagna €70.000.

La Sardegna intera esulta per il giovane Filippo che raggiunge il testa a testa finale saldamente al comando.

Candio_Leader.jpg

Filippo Candio comincia il su HU col sorriso

Ci si prepara alle scintille finali, a sorpresa bastano tre sole mani per decretare il campione!!!

Alla terza mano dell'heads up su un flop 9-8-4, Mandriota punta 100.000 e Candio rilancia a 300.000. Call di Mandriota e vediamo il turn che è un 9. Mandriota punta ancora 300.000 e Filippo porta la scommessa a 1 milione....

Mandriota riflette a lungo e infine decide di andare all'in con i suoi 2 milioni di chips.
Candio vede alla velocità della luce e scopre subito le sue carte...K-9!!!

Il river è un 5 e Filippo Candio comincia a saltare intorno al tavolo. Abbiamo il nuovo Campione Italiano Pro!

311CIP.jpg

Vincenzo Mandriota è eliminato al secondo posto e vince €100.000. Eccolo insieme al vincitore.

Vincitori.jpg

Archivio